Pubblicità

Note su alcuni meccanismi schizoidi (Klein, 1946)

0
condivisioni

on . Postato in Autori della Psicologia - frasi e citazioni fondamentali | Letto 7078 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Melanie Klein

“Credo che si abbiano relazioni oggettuali già all’inizio della vita e che il primo oggetto sia il seno materno, che viene scisso in seno buono (gratificante) e seno cattivo (frustrante) […] Ho avanzato l’ipotesi che la relazione con il primo oggetto comporti l’introiezione e la proiezione dello stesso, in modo che fin dall’inizio le relazioni oggettuali sono modellate dall’interazione tra introiezione e proiezione, tra oggetti e situazioni interni e oggetti e situazioni esterni. […] Nei primi mesi di vita l’ansia viene vissuta in prevalenza come paura della persecuzione e questo contribuisce al formarsi di certi meccanismi e certe difese caratteristiche degli stati paranoide e schizoide. Tra le più importanti di queste difese è il meccanismo della scissione in oggetti interno e oggetti esterni, in emozioni ed Io.”

“Nella fase evolutiva la libido orale predomina ancora, le fantasie e gli impulsi libidici e aggressivi vengono alla ribalta da altre fonti e portano a una confluenza di disideri orali, uretrali e anali sia libidici che aggressivi.”

“[…] seguono due linee principali: in una predominano gli impulsi orali di succhiare, mordere, svuotare e derubare il corpo della madre dei suoi contenuti buoni. Nell’altra predominano gli impulsi anali e uretrali che comportano l’espellere sostanze nocive (escrementi) fuori dal sé all’interno della madre, insieme alle parti dell’io odiate e scisse […] sono destinati non solo a danneggiare, ma anche a controllare e prendere possesso dell’oggetto.”

“ Si pone a questo punto la questione se dei processi di scissione attiva non possano aver luogo all’interno dell’Io anche in uno stadio molto precoce. La nostra opinione è che l’Io primitivo scinda attivamente l’oggetto e il rapporto con esso, e questo può anche implicare una scissione dello stesso Io. Ad ogni modo, il risultato della scissione è sempre una dispersione della pulsione distruttiva avvertita come fonte di pericolo. Io ritengo che l’angoscia primaria di essere annientati da una forza distruttiva interna, assieme alla reazione specifica dell’Io costituita dalla frammentazione o dalla scissione di se stesso, abbiano un peso estremamente rilevante in tutti i processi schizofrenici.”

“Questo conduce a una forma particolare di identificazione che stabilisce il prototipo di una relazione oggettuale aggressiva. Io propongo per questi processi il termine di identificazione proiettiva.”

 

 

Klein M., (1946), Note su alcuni meccanismi schizoidi, tr.it. in Scritti 1921-1958, Boringhieri, Torino, 1978

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: Melanie Klein Note su alcunu meccanismi schizoidi 1946

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Sensazione di essere preso in …

  Michele, 75 anni     Gent.mo Dott., sono un musicista (ed ex bancario). Da un po' di tempo mi reco presso un negozio saltuariamente do...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Disturbi somatoformi

I Disturbi Somatoformi rappresentano una categoria all’interno della quale sono racchiuse entità cliniche caratterizzate dalla presenza di sintomi fisici non im...

Frotteurismo

Il Frotteurismo è una parafilia consistente nell’impulso di toccare e strofinarsi contro persone non consenzienti, al fine di conseguire l’eccitazione e il piac...

Autoaccusa

Si definisce auotaccusa l'accusa che una persona fa, spontaneamente, di una propria colpa, anche inesistente. E' l'attribuzione di una colpa commessa da altr...

News Letters

0
condivisioni