Pubblicità

Acting out

0
condivisioni

on . Postato in Le parole della Psicologia | Letto 28692 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (11 Voti)

Il termine Acting out , letteralmente “passaggio all’atto”, indica l’insieme di azioni aggressive e impulsive utilizzate dall’individuo per esprimere vissuti conflittuali e inesprimibili attraverso la parola e comunicabili solo attraverso l’agito.

violenza e acting outIl termine Acting out, letteralmente “passaggio all’atto”, indica l’insieme di azioni aggressive e impulsive utilizzate dall’individuo per esprimere vissuti conflittuali e inesprimibili attraverso la parola e comunicabili solo attraverso l’agito.

Il soggetto che mette in atto questo comportamento agisce in maniera poco riflessiva; l’azione, infatti, segue immediatamente l’impulso senza, in alcun modo, prendere in considerazione le possibili conseguenze del gesto.

Spesso è un atteggiamento tipico della fase adolescenziale. In questa particolare fase evolutiva, infatti, caratterizzata da continui cambiamenti l’individuo ha una scarsa capacità di contenere le angosce relative al processo di individuazione-separazione, tipico della fase adolescenziale, perdendo il controllo e sfociando in comportamenti aggressivi.

In un individuo la presenza di tale comportamento può essere considerata positivo se indica un cambiamento imminente e una maturazione della persona.

L’accezione del termine diventa negativa quando il soggetto non riesce ad accettare le tipiche trasformazione relative al proprio sé.

In casi estremi il comportamento può sfociare in Acting Out criminale, dove l’agito non può essere spiegato da una motivazione comprensibile ma rappresenta l’espressione di un conflitto interno, trasformato in una manifestazione concreta.

In ambito psicoanalitico viene considerato come un meccanismo di difesa caratterizzato da comportamenti aggressivi messi in atto per scaricare una tensione generata da un conflitto emotivo interno del paziente.

Freud definisce l’acting out come un atto aggressivo che insorge in una seduta analitica in conseguenza a dinamiche di transfert; tali azioni comprendono il gridare, l’agitarsi, il camminare, tirare oggetti, calci alle pareti, il rifiutarsi di parlare.

Pubblicità

Lacan, psichiatra e psicoanalista francese, invece, dopo l’osservazione di due casi clinici di Freud: ”Dora" e “Psicogenesi di un caso di omosessualità femminile" descrive tale meccanismo di difesa come un colpo di follia messo in atto dal soggetto,in maniera inconsapevole  per attenuare un angoscia incompresa e indecifrabile.

Alcuni studi neuroscientifici, condotti da Bateman e Fonagym , mettono in evidenza che alla base di questa cattiva condotta vi sia una incapacità da parte del soggetto di mentalizzazione (abilità che permette di riconoscere stati mentali propri e altrui e in base a ciò regolare il proprio comportamento), incapacità tipica della Personalità Borderline.

In particolari situazioni, vi è un’attivazione della corteccia prefrontale che innesca meccanismi di attacco-fuga, ne conseguono risposte di panico e comportamenti impulsivi, piuttosto che l'elaborazione mentale della situazione.

 

Per approfondimenti

  • Dizionario di scienze psicologiche. Edizione Simone
  • www.wikipedia.org
  • www.treccani.it
  • www.lafrusta.net

(A cura della dottoressa Addorisio De Feo Ilaria)

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: angoscia acting out meccanismo di difesa azioni aggressive vissuti conflittuali agito fase evolutiva conflitto interno corteccia prefrontale

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

La proiezione

La proiezione è un meccanismo di difesa arcaico e primitivo che consiste nello spostare sentimenti o caratteristiche proprie, o parti del Sè, su altri oggetti o persone. Il termine proiezione, dal...

Le parole della Psicologia

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angoscia è fondamentalmente diversa dalla...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Disturbo post-traumatico da st…

I principali sintomi associati al Disturbo post-traumatico da stress possono essere raggruppati in tre specie: ...

Aprassia

L'aprassia (dal greco "a" prefisso di negazione e "praxía", cioe' fare, quindi incapacità di fare) è un deficit primitivo dell’attivi...

Resistenza

“La resistenza è l’indice infallibile dell’esistenza del conflitto. Deve esserci una forza che tenta di esprimere qualcosa ed un’altra forza che si rifiuta di c...

News Letters

0
condivisioni