Pubblicità

Ecoprassia

0
condivisioni

on . Postato in Le parole della Psicologia | Letto 4713 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (2 Voti)

È l’imitazione dei movimenti di altri, per esempio, di azioni (ecocinesi) e gesti (ecomimia).

ecoprassia

L'ecoprassia consiste nell' imitazione spontanea dei movimenti osservati e nell’ incapacità di reprimere la tendenza ad imitare, quindi il soggetto è spinto a produrre una sorta di “eco” di un movimento che ha visto fare.

Lo psichiatra Emil Kraepelin, alla fine del IXX sec., è stato il primo a distinguere tra diverse tipologie di “ecofenomeno”, cioè forme patologiche di ripetizione afinalistica che potevano interessare sia le parole e le frasi prodotte dallo stesso soggetto (autoecolalia) o sentite da altri (ecolalia) sia i movimenti osservati negli altri (appunto l’ecoprassia).

Secondo Eugen Bleuler, inoltre, nell’ecoprassia si manifesta anche una certa rigidità cognitiva che impedisce al paziente di «allontanarsi da un’idea concepita», costringendolo così a ripetere un’azione già compiuta, anziché emettere il comportamento più adatto o necessario.

L'ecoprassia è decisamente più evidente nel corso di compiti che richiedono un movimento da parte del paziente che è in contrasto o in disaccordo con i movimenti osservati e si manifesta solitamente in soggetti affetti da lesioni cerebrali o psicosi funzionale. Quindi, anche se è considerata un tic, l'ecoprassia è una caratteristica comportamentale che compare in associazione ad alcuni disturbi come la sindrome di Tourette, la schizofrenia di tipo catatonico, l’autismo, l’isteria e la demenza precoce.

Pubblicità

Come accade nell’ecolalia, tale ripetizione per imitazione dei movimenti di un’altra persona, comporta una percezione indistinta degli oggetti, un’ incapacità di porre confini stabili al proprio io e una profonda ambivalenza nei rapporti interpersonali. In aggiunta, anche la funzione reintegrativa a favore del malato è analoga a quella che si verifica nel fenomeno di ecolalia.

Se adottiamo il termine ecocinesi per riferirci all’imitazione involontaria dei movimenti visti che, in psicologia dell’età evolutiva, rientrano nella norma dello sviluppo psicomotorio, in psicopatologia viene utilizzato termine ecoprassia per indicare lo stesso fenomeno che però si verifica in certe sindromi isteriche ma soprattutto nelle psicosi, per lo più catatoniche, o in sindromi oligofreniche.

 

per approfondimenti:

  • Enciclopedia Treccani
  • Neuropsicologia.it
  • Corriere.it
  • Dizionario di Psicologia, Ed. Paoline

 

(a cura della Dottoressa Benedetta Marrone)

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

Tags: imitazione ecoprassia, movimenti altri ecocinesi ecomimia ecolalia

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Ecolalia

L'ecolalia è un disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere involontariamente, come un'eco, parole o frasi pronunciate da altre persone Si osserva, come stadio normale, nello sviluppo del...

Per saperne di più

La tecnica dell'EMDR

Desensibilizzazione e rielaborazione del ricordo traumatico La desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari (Eye Movement Desensitization Reprocessing), meglio nota come EMDR,...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Area Professionale

Articolo 4 - il Codice Deontol…

Articolo 4 Nell’esercizio della professione, lo psicologo rispetta la dignità, il diritto alla riservatezza, all’autodeterminazione ed all’autonomia di coloro ...

Che cos’è il Test del Villaggi…

Il test del Villaggio è un reattivo psicodiagnostico che può essere somministrato ai bambini, agli adolescenti, agli adulti, alle coppie, alla coppia genitore-b...

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Le parole della Psicologia

Anoressia Nervosa

L'anoressia nervosa è un disturbo alimentare, caratterizzato da una consistente perdita di peso, disturbi dell'immagine corporea, timore di ingrassare e amenorr...

Frigidità

Con il termine frigidità si fa riferimento ad una bassa libido, o assenza di desiderio sessuale nelle donne, caratterizzata da una carenza o incapacità permanen...

Mobbing

Il termine mobbing deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, malmenare. Questo termine fu utilizzato per la prima volta in etologia da Konra...

News Letters

0
condivisioni