Pubblicità

Workaholism

0
condivisioni

on . Postato in Le parole della Psicologia | Letto 1105 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

WorkaholismIl workaholism, o dipendenza dal lavoro, può essere definito come “una spinta interna irresistibile a lavorare in maniera eccessivamente intensa”. Esso è considerato una dipendenza patologica anche se non è stato formalmente contemplato come tale dai manuali diagnostici e statistici dei disturbi mentali.

Pur parlando di una dipendenza non legata alle sostanze, questo fenomeno sta assumendo una gran rilevanza, a causa dei suoi rischi a livello fisico, sociale e psicologico.

La caratteristica comportamentale più visibile delle persone dipendenti dal lavoro è che esse sono impegnate nelle attività lavorative  in maniera eccessiva, anche quando i colleghi hanno smesso, e con un dispendio di energie maggiore rispetto a quello richiesto o necessario. Riservando la maggior parte del tempo e delle energie al lavoro, le persone dipendenti dal lavoro finiscono per trascurare le altre sfere della vita, andando incontro a seri problemi di disadattamento. Esiste, inoltre, una componente cognitiva – emotiva di questo fenomeno che è di più difficile osservazione ma che costituisce il suo nucleo centrale: queste persone sentono una spinta interiore che le obbliga a lavorare in maniera intensa ed eccessiva anche quando quello che si fa non piace e si sentono colpevoli quando si prendono del tempo libero dal lavoro.

Pubblicità

Succede spesso che tali persone tendano a ricevere rinforzi positivi nei contesti organizzativi, anche se è stato evidenziato come le persone dipendenti dal lavoro tendono ad essere disordinate, rigide, perfezioniste e con difficoltà a delegare i compiti, rendendo le cose più complicate del necessario e avendo relazioni problematiche con i colleghi.  Il workaholism può condurre allo sviluppo di burnout e di problematiche psicosomatiche, inoltre la vita familiare delle persone dipendenti da lavoro ne risente negativamente e la loro vita sociale si restringe in maniera significativa.

 

Riferimenti bibliografici:

  • D’antonio A.C. (2010). “Malati di lavoro”. Cooper
  • Fraccaroli F., Balducci C. (2011). “Stress e rischi psicosociali nelle organizzazioni”. Il Mulino

 

 

(Dottoressa Susanna Mariagrazia)

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

Tags: dipendenza lavoro, workaholism

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Sensazione di essere preso in …

  Michele, 75 anni     Gent.mo Dott., sono un musicista (ed ex bancario). Da un po' di tempo mi reco presso un negozio saltuariamente do...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. L...

Sindrome da Alienazione Parent…

La Sindrome da Alienazione Parentale (PAS) è un disturbo che insorge quasi esclusivamente durante la fase di separazione o divorzio ed aumenta quando si verific...

Masochismo

Deviazione sessuale di meta che spinge l'individuo a cercare l'eccitazione e il piacere solo attraverso la violenza fisica o morale che gli viene inflitta. Spes...

News Letters

0
condivisioni