Pubblicità

Workaholism

0
condivisioni

on . Postato in Le parole della Psicologia | Letto 700 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

workaholismIl workaholism, o dipendenza dal lavoro, può essere definito come “una spinta interna irresistibile a lavorare in maniera eccessivamente intensa”. Esso è considerato una dipendenza patologica anche se non è stato formalmente contemplato come tale dai manuali diagnostici e statistici dei disturbi mentali.

Pur parlando di una dipendenza non legata alle sostanze, questo fenomeno sta assumendo una gran rilevanza, a causa dei suoi rischi a livello fisico, sociale e psicologico.

La caratteristica comportamentale più visibile delle persone dipendenti dal lavoro è che esse sono impegnate nelle attività lavorative  in maniera eccessiva, anche quando i colleghi hanno smesso, e con un dispendio di energie maggiore rispetto a quello richiesto o necessario. Riservando la maggior parte del tempo e delle energie al lavoro, le persone dipendenti dal lavoro finiscono per trascurare le altre sfere della vita, andando incontro a seri problemi di disadattamento. Esiste, inoltre, una componente cognitiva – emotiva di questo fenomeno che è di più difficile osservazione ma che costituisce il suo nucleo centrale: queste persone sentono una spinta interiore che le obbliga a lavorare in maniera intensa ed eccessiva anche quando quello che si fa non piace e si sentono colpevoli quando si prendono del tempo libero dal lavoro.

Pubblicità

Succede spesso che tali persone tendano a ricevere rinforzi positivi nei contesti organizzativi, anche se è stato evidenziato come le persone dipendenti dal lavoro tendono ad essere disordinate, rigide, perfezioniste e con difficoltà a delegare i compiti, rendendo le cose più complicate del necessario e avendo relazioni problematiche con i colleghi.  Il workaholism può condurre allo sviluppo di burnout e di problematiche psicosomatiche, inoltre la vita familiare delle persone dipendenti da lavoro ne risente negativamente e la loro vita sociale si restringe in maniera significativa.

 

Riferimenti bibliografici:

  • D’antonio A.C. (2010). “Malati di lavoro”. Cooper
  • Fraccaroli F., Balducci C. (2011). “Stress e rischi psicosociali nelle organizzazioni”. Il Mulino

 

 

(Dottoressa Susanna Mariagrazia)

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

Tags: dipendenza lavoro, workaholism

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Gestalt

Con il termine Gestalt si va a designare un importante indirizzo della psicologia moderna, secondo il quale l’esperienza percettiva e per estensione, la vita psichica, è costituita da processi...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia e inadeguatezza (1570737…

Limmy6, 21 Sono una studentessa universitaria e da quando ho iniziato non ho avuto mai problemi a parlare con gli altri e a fare nuove amicizie. Conosco e ...

Indecisione e paura di essere …

Dusy, 31 Purtroppo penso che la mia storia sia arrivata al termine. sono 10 anni che sono fidanzata di cui 4 di convivenza e prima di questa una storia, di...

Non so più cosa voglio (156899…

Giusy, 33 Buongiorno, scrivo perchè negli ultimi mesi ci sono stati degli accadimenti che hanno stravolto un pò la mia vita. ...

Area Professionale

Articolo 38 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art.38 (decoro e dignità professionale) prosegue, su Psiconline.it, il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana...

Articolo 37 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.37 (competenze e limiti), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo setti...

Attivo il Forum sul Test I.Co…

Attivato sul Forum di Psiconline uno spazio, esclusivamente riservato ai professionisti, dedicato alla conoscenza e al confronto sul Test del Confine del Sè (I...

Le parole della Psicologia

Ninfomania

Il termine ninfomane viene da ninfa (divinità femminile della mitologia e/o nome dato alle piccole labbra della vulva) e mania (che in latino significa follia)...

Facies

Il termine latino Facies si riferisce all’espressività ed alla mimica facciali, nonché alla mobilità dei muscoli pellicciai. In semeiotica medica, il termine s...

Dacrifilia

È una pratica sessuale, fa parte delle parafilie, e consiste nel provare piacere sessuale nel vedere un soggetto piangere.  L'attrazione sessuale scatur...

News Letters

0
condivisioni