Pubblicità

Fobia

0
condivisioni

on . Postato in Le parole della Psicologia | Letto 860 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (2 Voti)

fobiaLa fobia è una eccessiva e marcata paura di oggetti o situazioni, che comporta una elevata attivazione psicofisiologica (arousal) con conseguente aumento del  livello di ansia.

Essa si differenzia dalla paura perché persiste nel tempo nonostante il confronto con la realtà e  con la consapevolezza della natura eccessiva della stessa.

Esistono tre caratteristiche salienti della fobia:

  • La paura è causata e limitata a stimoli considerati minacciosi,
  • La vicinanza dello stimolo determina evitamento ed una paura intensa,
  • La paura è eccessiva e interferisce con le normali attività quotidiane.

Il Manuale Diagnostico Statistico dei Disturbi Mentali (DSM) colloca le fobie nei disturbi d’ansia e le divide in fobia specifica e fobia sociale.

La fobia specifica è caratterizzata da una forte ansia in seguito all’esposizione reale di un oggetto o di una situazione specifica. Esso è un disturbo molto comune nella popolazione generale, soprattutto nell’infanzia, e nella maggior parte dei casi vi è un declino con l’aumentare dell’età, portando ad una risoluzione spontanea nel tempo.  La persona riconosce che questa sua paura è eccessiva e irrazionale ma non riesce a controllarla. Le fobie specifiche sono riferibili a: animali, ambiente naturale, sangue-iniezioni-ferite e situazionali.

Pubblicità

La fobia sociale è caratterizzata dalla presenza di un forte disagio legato a una o più situazioni sociali, o a prestazioni in cui il soggetto può essere esposto al giudizio degli altri. La persona con fobie sociali  teme di agire in modo imbarazzante o umiliante o che le sue azioni possono apparire, agli occhi degli altri, inadeguate e/o ridicole. In questo caso vengono generati comportamenti di evitamento o malessere che possono interferire con le normali abitudini di vita, l’ambiente sociale e lavorativo.

A differenza della fobia specifica, la fobia sociale può assumere un decorso cronico e invalidante se non curata, portando a complicazioni come l’abuso di sostanze e depressione.

Per la diagnosi di fobia è necessario l’esclusione di ansia, panico ed evitamento giustificabili da altri disturbi psicologici come il disturbo ossessivo-compulsivo, il disturbo post-traumatico da stress e il disturbo d’ansia da separazione o dall’utilizzo di sostanze psicotrope.

 

Riferimenti bibliografici:

  • Maldonato M. (2008). “Dizionario di scienze psicologiche”. Edizioni Simone,
  • Savron G. (2004) “Le fobie” . Medical system Editore.

 

(Dott.ssa Susanna Mariagrazia)

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: fobia fobia specifica fobia sociale

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Acting out

Il termine Acting out , letteralmente “passaggio all’atto”, indica l’insieme di azioni aggressive e impulsive utilizzate dall’individuo per esprimere vissuti conflittuali e inesprimibili attraverso...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (156328344573…

la vita è un caos, 17 Salve, siamo due sorelle di 17 anni e sono ormai 4 anni che nostra madre ha divorziato con nostro padre e dopo poco tempo ha conosciuto...

Non riesco ad andare da uno ps…

Sshx, 18 Circa 6 anni fa ho cominciato a presentare dei sintomi che, nel corso del tempo, si sono aggravati progressivamente e che adesso non mi permettono d...

Perdita improvvisa di un genit…

lorena, 26 Salve, innanzitutto ringrazio per questa preziosa opportunità. Scrivo questo messaggio per conto del mio fidanzato, lo stesso ha infatti perso il ...

Area Professionale

La rilevazione del trauma al T…

Il Test del Villaggio e la sua costruzione possono idealmente inscriversi in una spirale aurea sulla quale vengono declinate le diverse fasi di vita, dalla nasc...

Articolo 25 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.25 (uso degli strumenti di diagnosi e di valutazione), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Lear...

Articolo 24 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.24 (Consenso Informato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settim...

Le parole della Psicologia

Bigoressia

Il termine trova la sua etimologia nell'inglese "big = grande” e nel latino "orex=appetito”, ad indicare la "fame di grossezza” Per bigoressia, vigoressia o an...

Impulsività

L’impulsività è un elemento del carattere di ogni persona, anche se si manifesta in maniera molto più evidente rispetto alle altre, fino a divenire un vero e pr...

Fobie

Nel DSM-IV la fobia specifica è definita come la "paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall'attesa di un oggetto o...

News Letters

0
condivisioni