Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Adolescenza/adozione (023612)

on . Postato in Adolescenza | Letto 165 volte

Enrica 45

Mio figlio è stato adottato all'età di 2 mesi, (dopo un percorso profondo e convinto) eravamo genitori di una figlia "naturale" di 6 anni ma desideravamo ampliare la possibilità di amare anche altri figli, che non arrivavano.La gioia e la convinzione non mi hanno mai abbondanata, lo stesso però non è stato per mio marito e per mia figlia, sopratutto negli ultimi due anni. Mio figlio durante il suo non sempre facile percorso di crescita ha conosciuti vari terapeuti e specialisti di varie discipline (neuropsichiatra, psicomotricista, psicologa, logopedista, pranoterapeuta, osteopata, omeopata e per ultimo un ricovero in neuropsichiatria infantile per 15 giorni perchè non parlava bene (ins.materna), aveva delle crisi di pianto incontrollabili lunghe e immotivate, presunte crisi di emicrania (neuropsichiatra), e iperattivo ha scarse capacità attentive (sc.elem.) psicomotricista più corso di teatroterapia- musicoterapia-scout-atletica....Gennaio 2006 visita oculistica 10/10 ma impossibilitato a leggere perchè vede come se avesse 5/5 neuropsichiatra, coppia genitoriale in crisi, md. che ha un legame troppo prioritario con il figlio. Manifestazioni di forte disagio, aggressività verbale (rasentando quella fisica) conseguente bocciatura 1à superiore a seguito di assenze scolastiche e scarso impegno nello studio. Abbiamo trascorso i tre mesi estivi uscendo durante la notte a cercarlo perchè non rispettava l'orario di rientro non accettavo rimproveri e castighi. Sono stanca amareggiata e delusa come mamma e umiliata come donna. Devo capire quali possibilità ho di comunicare meglio con mio figlio non posso rischiare di perderlo così, senza fare qualcosa...ma non so più cosa.

Le possibilità di instaurare un vero dialogo con suo figlio, almeno da quello che è possibile intuire dalle sue descrizioni, sembrano esistere ma a condizione di relazionarsi in modo più empatico.Ci sono dei biogni che suo figlio sta esprimendo, personali e relativi alla sua fase di sviluppo, che occorre conoscere meglio e poter rispettare per arrivare ad uno scambio dialogico migliore.Per capire le esigenze che esprime suo figlio, occorre ascoltare, assumere una posizione di maggiore disponibilità a comprendere le ragioni dei suoi comportamenti.Non le sto proponendo di assumere una posizione passiva ma di interagire secondo modalità più propositive.Ad esempio, se non rispetta le regole che riguardano le uscite occorre porsi seriamente in ascolto dei motiviche impediscono di rispettare l'accordo sugli orari. Spendere del tempo in più proprio per stabilire degli accordi più funzionali e rispettosi delle esigenze in gioco.

(risponde il dott. Renato Vignati)

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Catarsi

Catarsi è un termine greco che deriva da kathàiro, "io pulisco, purifico", quindi significa “purificazione, liberazione, espiazione, redenzione”. Per i pitagor...

Acalculia

L'acalculia è un difetto a effettuare il calcolo mentale e scritto. Il termine acalculia è apparso per la prima volta nel 1925, proposto da Henschen, il quale l...

Disfunzioni Sessuali

La classificazione proposta dall’ICD-10 (International Classification of Diseases, Decima Versione) indica, innanzitutto, quattro criteri generali per poter d...

News Letters