Pubblicità

Attacchi d'ansia (1515489197583)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 929 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

ansiaAutostima0, 28

domanda

 

 

Gentili dottori vi scrivo per un problema che mi sta tormentando da un pò di mesi.

Premetto che sono una ragazza solare, brava nel lavoro che faccio, prossima al matrimonio con un ragazzo meraviglioso, ho una bella casa dove da un anno convivo con il mio ragazzo, degli amici, una bella famiglia.

Tutto è perfetto. Ma nell'ultimo periodo soffro di attacchi d'ansia, specie la sera. Se faccio discussione con il mio compagno vado nel panico più assoluto pensando che da un momento all'altro possa lasciarmi, spesso metto in discussione il mio operato a lavoro preoccupandomi di aver combinato qualche guaio irreparabile, se mi succede qualcosa per strada, anche un semplice tamponamento ho paura di aver generato una catastrofe che mi porterà a qualcosa di brutto.

Insomma sono in una fase dove ogni cosa mi sembra negativa e non so perchè. Ormai non sorrido spesso e se lo faccio fingo di star bene. Dovrebbe essere uno dei momenti più belli della mia vita, i preparativi del matrimonio, il primo anno di convivenza, eppure non riesco a sentirmi serena. All'età di 19 anni ho fatto terapia per un paio di mesi siccome avevo problemi seri di autostima, mi sentivo brutta, non all'altezza delle situazioni, poi però mi ero sentita meglio ed avevo acquisito un pò di sicurezza.

Posso aver perso di nuovo la fiducia in me stessa senza motivo?


Vi prego di consigliarmi come fare per sentirmi meglio perchè ho paura di affondare. Ho avuto mia madre con problemi di attacchi di panico, tanto da imbottirsi di psicofarmaci ed è stato faticoso aiutarla a superare quella fase, non voglio arrivare anche io ad essere cosi.

Ho provato a parlarne anche con il mio compagno ma avendo il papà con problemi d'ansia, continuamente a letto per i suoi problemi psicologici, non vuole ascoltarmi e fondamentalmente dentro di me non gli do torto. Spero riusciate a consigliarmi su come risolvere questa situazione.

Vi ringrazio anticipatamente. Autostima0

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 




risposta

 

 

Buongiorno Autostima0,
ho letto con molta attenzione la sua richiesta. Il quadro che descrive è un pochino contraddittorio: Inizialmente dipinge la sua situazione famigliare come idilliaca e perfetta, mentre successivamente racconta di una mamma con gravi disturbi da attacchi di panico ed in cura psichiatrica sotto psicofarmaci per anni, a cui è stato faticoso stare accanto. Non parla mai di suo padre e di come ha reagito alla situazione.

Questo probabilmente è stato uno dei motivi per i quali a 19 anni si è rivolta ad un terapista, non solo per problemi di autostima, è possibile?
Spesso i problemi di autostima, nascondo altre problematiche. Avendo usufruito di cure psicologiche per pochi mesi, forse non ha avuto il tempo di approfondire con il suo terapista del tempo.

Adesso a 28 anni, alla vigilia di importanti cambiamenti nella sua vita, sta avendo tutta una serie di disturbi legati all’ansia, che non si sa spiegare. Il periodo che vive, dovrebbe essere sereno mentre invece non lo è.

La maggior parte delle volte, i disturbi di ansia sono generati da vecchi problemi e stati emotivi, che qualcosa nel presente (di cui non ci rendiamo conto) riesce a riattivare e far emerge.

Inoltre il suo futuro marito non riesce ad esserle di sostegno, perché ha una situazione simile in famiglia. Suo padre come si è comportato? Anche lui non riusciva ad essere presente per le e sua mamma? Cosa della situazione presente le ricorda qualcosa di quella passata?

Visto che c’è molto da approfondire per capire bene le origini del suo disagio, le suggerisco di ricontattare il suo terapista per riprendere il lavoro che avete sospeso tanti anni fa. Magari è arrivato il momento di finire ciò che avevate cominciato. Cordialmente

 

Pubblicato il 26/01/2018

 

A cura della Dottoressa Alessandra Carini

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: ansia

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Sto bene da solo  [16102359254…

 Zeno, 30 anni     Buonanotte, sono sempre stato ansioso e poco socievole ma ultimamente sento che questo problema si è esarcerbato,spesso ...

Avere una relazione con una pe…

Carpazia, 30 anni     Buonasera, il più delle volte, giustamente direi, ci si concentra sulla persona che soffre di questa patologia, ma c'è b...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Empatia

Il termine empatia si riferisce alla capacità di una persona di partecipare ai sentimenti di un'altra, nel “mettersi nei panni dell’altro”, entrando in sintonia...

Anorgasmia

Con il termine “anorgasmia” si fa riferimento alla mancanza e/o assenza di orgasmo, intesa come difficoltà o incapacità a raggiungere l'orgasmo.  Il termi...

Pornografia

Per definire un materiale o contenuto con il termine di ‘pornografia’ è necessario che “una rappresentazione pubblica sia esplicitament...

News Letters

0
condivisioni