Pubblicità

Insicurezza (9934)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 233 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Luca, 22 anni

Salve,vi scrivo xkè in questi ultimi mesi si sta manifestando in modo preoccupante e molto più frequente ed intenso, un problema ke mi sono reso conto di avere da alcuni anni ma a cui fin ora non ho dato particolare importanza in quanto non mi ha mai creato rilevanti problemi. A differenza di adesso naturalmente. Credo dipenda tutto da una grande difficoltà di controllare le mie emozioni Ad esempio mi succede spesso di trovarmi magari a cene, pranzi, in pub o in altri luoghi in compagnia di amici e persone con cui non ho grande confidenza e non riuscire a bere o mangiare, o xkè risulto preda di tremori alle mani o xkè (spesso entrambe le cose) mi si contraggono i muscoli del collo non consentendomi di controllare i movimenti dello stesso provocandomi scatti. Sarà il sentirmi osservato..non so. Quando sto da solo con le persone più intime nn mi accade. Ancora, stesso problema "muscolare" mi è capitato durante una normale visita di misurazione della vista(incapacità di mantenermi calmo e immobile durante la misurazione) o durante una normale visita medica.In questi casi, al tremore, alla contrazione muscolare si aggiunge tachicardia e battito più pesante. Tuuto ciò si ripresente con ragazze dinanzi alle quali x vari motivi mi sento a disagio. Ultimamente soprattutto,e questo mi fa molto male, con una cara amica nei confronti della quale credo sia nato qualcosa..daparte mia. Dopo un'estate passata insieme molti comportamenti mi hanno fatto pensare ad un avvicinamento anke da parte sua ma poi nn so...c'è stato al ritorno qualcosa ke mi ha fatto pensare ad undistacco nei miei confronti ed ora si è anke occupata. Forse è da quetsa situazione ke c è stato un peggioramento della mia condizione..non ne sono certo...Non capisco proprio cosa mi stia succedendo e come posso uscirne.Dico anke ke sono una persona molto insicura..sempre in cerca di grandi affetti (soprattutto di amicizia) nella mia vita ma ho avuto molte delusioni..c è sempre qualcosa ke mi porta a far pensare di avere intorno a me persone nn affidabili,incapaci di comprendermi..insomma mi ritengo una persona abbastanza insoddisfatta sotto questo punto di vista. Spero mi possiate dare un aiuto.Grazie

La problematica di insicurezza che evidenzia trova proprio nelle tensioni muscolari la forma somatica di espressione. L'insicurezza si manifesta, con tutto il fastidio che può provocarle, proprio in situazioni relazionali importanti, o almeno quelle alle quali attribuisce maggiore rilevanza in termini affettivi. Come si può affrontare l'insicurezza? Certamente smettendo di preoccuparsi troppo degli altri e del loro giudizio, soprattutto realizzando esperienze positive che la confermino nel suo valore, nella sua autostima e capacità. Si può iniziare dal ritenere soddisfacenti tutte le esperienze che ha vissuto, specialmente quelle che giudica negative, perché tutte le esperienze hanno un significato formativo e servono a crescere, a maturare gli aspetti "deboli" di se stessi, come la timidezza. Anche il modo di regolare le emozioni si può apprendere gradualmente, a partire dai momenti in cui tutto sembra non essere più sotto controllo. Si può sviluppare la nostra "Intelligenza Emotiiva", la conoscenza del nostro mondo interiore, proponendosi di riflettere su quello che ci accade in certi momenti, identificando emozioni specifiche e modalità di gestione.

( risponde la dott.re Renato Vignati )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di infanzia / adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Religione e psicologia (154766…

Luca, 28     Buona sera, premetto che il mio quesito non riguarda strettamente un malessere mentale, ma comunque un interrogativo esistenziale ch...

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Disturbi somatoformi

I Disturbi Somatoformi rappresentano una categoria all’interno della quale sono racchiuse entità cliniche caratterizzate dalla presenza di sintomi fisici non im...

Catarsi

Catarsi è un termine greco che deriva da kathàiro, "io pulisco, purifico", quindi significa “purificazione, liberazione, espiazione, redenzione”. Per i pitagor...

Erotomania

In psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona provi sentimenti amorosi nei suoi...

News Letters

0
condivisioni