Pubblicità

Odio verso la madre (22)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 614 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Ambra 18

Salve, sono una ragazza di 18 anni e non ho mai potuto avere un rapporto con mia madre perchè non riesco a non odiarla. Non riesco a non risponderle male e a fare a meno di farla stare male. La cosa che non sono mai riuscita a fare è trattarla bene e con educazione...non riesco proprio mi dà fastidio farlo, mi sento strana. Forse non la considero nemmeno come madre, giacchè viviamo io e lei in casa ma non la considero minimamente, le chiedo solo soldi e anche abbastanza prepotentemente. Io sono una persona che con tutti si comporta con educazione e gentilezza, ma quando sto con mia madre la mia personalità sembra trasformarsi come il dott Jeckill e Mr Hide. A me un pò dispiace, non tanto per me, che non ho mai avuto un rapporto con mia madre, piuttosto per lei, che a causa mia è tristissima, perchè mi vuole un mondo di bene e vorrebbe tanto andare d'accordo. C'era un periodo che mettevo perfino le mani addosso a lei. Avrei bisogno di sapere cosa vuol dire questa cosa, perchè esiste...Io non capisco aiutatemi voi se potete grazie.

Gentile Ambra, ho letto la sua lettera e francamente ho la sensazione che mancano dei pezzi. Ripete più volte che lei ha un odio profondo per sua mamma, un rapporto altamente conflittuale, ma non c'è mai un minimo riferimento a cosa è successo con sua mamma. Cosa c'è alla base di questa rabbia così forte? Forse non lo sa nemmeno lei, non le è chiaro cosa è successo da aver creato questa sua enorme incomprensione nei confornti di sua mamma, che viene lievemente descritta come una vittima. Non crede sia giunto il momento di affrontare queste difficoltà e cercare di capire e comprendere cosa è successo? Magari consultando un esperto che l'aiuterà a ripercorrere le tappe più significative della sua vita e provare insieme a dare un senso a questo suo comportamento.

(risponde la dott.ssa Tiziana Liccardo)

 

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di adolescenza per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

La vecchiaia

Il passaggio dalla mid-life alla vecchiaia è al giorno d’oggi più sfumato e graduale che nel passato, a causa dell’aumento della durata media della vita, del pr...

Raptus

Il raptus (dal latino raptus, "rapimento") è un impulso improvviso e di forte intensità, che porta un soggetto ad episodi di parossismo, in genere violenti, i q...

Blesità

Per blesità si intende il difetto di pronuncia provocato da una situazione anomala degli organi della fonazione o dalla loro alterata motilità, con conseguente ...

News Letters

0
condivisioni