Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Smarrimento emotivo (014457)

0
condivisioni

on . Postato in Adolescenza | Letto 452 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Alessandra, 17 anni

Salve,vi parlerò del mio problema. Sono una ragazza di 17 anni, frequento il liceo (non sono mai stata una cima a scuola) e ho degli amici. Anke se non ho mai avuto un carattere particolarmente aperto verso tutti forse a causa della mia insicurezza, ho comunque sempre avuto degli amici, sono sempre stata bene con me stessa ed ho sempre avuto una forte autostima che mi permetteva di essere sveglia e con la risposta pronta...da un pò di tempo a questa parte non è più così..mi sento smarrita. Non provo più sentimenti profondi come li provavo prima,sono sempre stata passionale e con voglia di vivere. Ora mi sento insignificante, mi faccio problemi per tutto, sto sempre a pensare a come devo comportarmi vivo come in trans,osservo tutto,sono quasi amorfa. Se qualcuno mi chiede qualcosa sembro normale nelle cose che dico ma in realtà non ci penso più di tanto quando parlo. Nessuno si accorge del mio stato, la gente vede solo che non sono espansiva e molto allegra,e io mi sforzo quando devo ridere perchè non riesco più a pensarci quando faccio una cosa. Non mi concentro è come se vivessi in un altro universo, come se
avessi un complesso di inferiorità ma sapessi di non esserlo. Non provo più piacere nel vedermi bella, anche se so di esserlo, ma anche se mi curo quando mi guardo allo specchio mi guardo con superficialità. Non ho più grinta, passione ed è come se non riuscissi a rendermi conto della mia vita e di quello che faccio. Non riesco più a pensare a me e alla mia vita. Non trovo più piacere particolare in niente, mi sento debole e non penso più attivamente come prima. La mia famiglia mi sembra sconosciuta quasi, è come se avessi cambiato vita,e mi guardassi dall'esterno. Non riesco a stare serena ad essere sicura a pensare normalmente e ad avere energia. Mi sento come qualcuno che guarda la mia vita dall'esterno...e poi ho paura perchè vedo la mia vita che scorre e io non riesco a tornare quella di prima e a prendere le redini. Proprio ora che vivo il periodo dell'adolescenza. Sono una ragazza
fortunata sotto tutti i punti di vista. Non ho niente da desiderare eppure non mi sento più normale. Ho sempre un senso di depressione e angoscia addosso,mi sento sempre giudicata insignificante e se non faccio niente per emergere,se non torno di nuovo al mio carattere,finirò per diventarlo. Per favore rispondetemi

Gentile Alessandra, da quello che tu scrivi sembra che tu stia attraversando un periodo di depressione, e che ti stia accorgendo che se non riesci a comprendere i motivi di questo stato potresti entrare in un periodo "cronico" di depressione. Quelli che tu esponi (il tuo malessere, l'angoscia, la depressione) vengono tecnicamente chiamati "sintomi". Bisognerebbe capire da dove hanno origine questi sintomi. Questo è un lavoro che puoi fare con un progfessionista, o in ambito privato, o recandoti presso un reparto di neuropsichiatria infantile, dove potrai trovare professionisti capaci di seguirti in questo momento della tua vita. Cordiali saluti.

( risponde il dott. Luca Saita )

Pubblicita'
Vuoi conoscere i libri che parlano di adolescenza / infanzia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

Arredare lo studio di uno psic…

Arredare lo studio di uno psicologo è un impegno importante ai fini della futura professione. Una nuova ricerca, infatti, dimostra che le persone giudicano la q...

Il Test del villaggio e l’orga…

Il Test del Villaggio è uno strumento psicodiagnostico che può avere un’ampia rilevanza all’interno del setting clinico tra terapeuta e paziente approfondendone...

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Le parole della Psicologia

Gelosia retroattiva

La gelosia retroattiva prende anche il nome di sindrome di Rebecca, nome ispirato dal film di Alfred Hitchcock, ovvero Rebecca la prima moglie, tratto dal roman...

Onicofagia

L'onicofagia, meglio conosciuta come il brutto vizio di mangiarsi le unghie, è un’impulso incontrollabile definito in ambito psicologico come disturbo del compo...

Alloplastica

tendenza mentale a trasformare l'ambiente ed il prossimo. È un effetto della condotta che consiste in modificazioni esterne al soggetto, in opposizione a mod...

News Letters

0
condivisioni