Pubblicità

Lutto dopo la morte di un parente (1517123620324)

0
condivisioni

on . Postato in Depressione | Letto 466 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoEdgar Cisneros, 30

domanda

 

 

Mi piacerebbe sapere come posso aiutare un membro della mia famiglia;

suo padre è morto 1 anno fa ed ora è entrato in depressione, c'è qualche libro o qualche risorsa/metodo che possiamo impiegare per poter aiutare questo mio familiare?

Cordiali saluti

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 


 

risposta

 

 

Caro Edgar,

stare accanto e fornire un sostegno ad un proprio familiare che si trova ad affrontare un lutto non è certamente un’impresa facile.

La perdita di una persona cara e l’elaborazione del lutto che ne consegue pone a contatto con una serie di stati emotivi associati molto forti e una condizione di profonda sofferenza interiore; tale condizione ha bisogno di essere vissuta, elaborata e metabolizzata affinchè la persona possa un giorno riuscire a sanare la propria ferita interna e arrivare all’accettazione della perdita.

Questo meccanismo avviene attraverso un percorso complesso che segue delle dinamiche individuali, proprie della persona che ha subito il lutto.

La complessità e la delicatezza della situazione richiede per chi vuole essere di sostegno, la capacità di sintonizzarsi sui bisogni della persona creando ad esempio uno spazio di disponibilità all’ascolto che possa far sentire la persona che soffre libera di esprimersi e compresa. Uno spazio di ascolto attento e rispettoso potrebbe risultare più efficace rispetto a tante parole di incoraggiamento o di esortazione che vengono comunemente utilizzate in queste circostanze;

Una genuina disposizione all’ascolto, il rispetto anche dei momenti di silenzio e la comprensione empatica hanno un effetto certamente benefico nella misura in cui offrono un canale comunicativo che permette agli stati emotivi della persona di esprimersi e di fluire aiutandola così nel percorso di elaborazione del lutto.

Quello che mi sento di suggerirle è di iniziare partendo dalle cose più semplici, anche attraverso piccoli gesti concreti quotidiani che confermino la sua presenza, la sua disponibilità e possano far sentire la persona compresa e supportata.

Non si scoraggi poiché la sua lodevole volontà di fornire un aiuto richiederà necessariamente un grande impegno in termini di disponibilità, tempo e costanza.

Cari auguri per un esito positivo

 

Pubblicato il 12/04/2018

 

A cura della Dottoressa Arianna Grazzini

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: depressione consulenza online gratuita lutto

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

Il Test del Villaggio come tec…

La ripetizione e la trasformazione nello spazio e nel tempo Il test del Villaggio è composto da un kit di 200 pezzi di legno colorato raffiguranti edifici (cas...

Psicologo Faber

Lo psicologo non è solo quello che cura ma, in senso più ampio, è interessato al benessere e alla crescita tanto delle singole persone quanto delle comunità. Co...

Psicologi che fanno video: ste…

Proseguono i consigli di Stefano Paolillo agli psicologi che fanno video e che desiderano utilizzarli nella promozione della loro attività professionale Nel pr...

Le parole della Psicologia

Gimnofobia

Il termine, dal greco “gymnos” (nudo) e “phobos” (paura), definisce la paura persistente, anormale ed ingiustificata per la nudità Coloro che soffrono di quest...

Arpaxofilia

L'arpaxofilia è una parafilia, riguarda l'eccitazione sessuale che si prova nell’essere derubati, quindi quando ci si trova in una situazione di pericolo. Vist...

Disturbo Esplosivo Intermitten…

Disturbo del comportamento caratterizzato da espressioni estreme di rabbia, spesso incontrollabili e sproporzionate rispetto alla situazione L’IED (Intermitten...

News Letters

0
condivisioni