Pubblicità

Dipendenza Affettiva (260166)

0
condivisioni

on . Postato in Dipendenze e Abusi | Letto 834 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gio, 47

 

Gentile Dottoressa,
ho una dipendenza affettiva nei confronti di un uomo che per 10 anni mi ha distrutto la vita.
Avevo una famiglia invidiabile, un marito che non amavo e 3 splendidi figli. Dopo 14 anni incontro un uomo che mi ha sconvolto la vita. Anche lui ha famiglia, una moglie che diceva di non amare, inizia una storia travolgente.
Subito mi sono separata sperando un vita migliore, lui...una montagna di bugie. Anno dopo anno mi teneva attaccata a se, va all'estero con la famiglia mentre io resto con i miei figli sola sd aspettarlo sperando poter vivere insieme a lui. Intanto resta all'estero per quattro anni, durante i quali mi chiamava a qualsiasi ora, io intanto restavo ad aspettare il suo ritorno...un bel giorno torna in italia, mi sembra allora di coronare un sogno, lui però mi supplica di aspettare perchè casa non era pronta ed io ancora ad aspettare. finalmente la casa è pronta, investo tutto quello che avevo, ma lui forse non ancora del tutto pronto per stare con me torna a casa per ben due volte. Ci riproviamo una terza volta, ma lui sente l'esigenza della moglie e di figli. che fare?
Sta sempre con loro senza considerarmi minimamente e io sempre attaccata a lui, paga la metà della quota del mutuo e lui non ha nemmeno le chiavi per poter entrare...un bel giorno scoppia il finimondo, io gli rinfaccio tutto ciò che avevo fatto e i soldi elargiti. A quel punto prende tutti i mobili e li porta via distruggendo ancora una volta tutto. Ora io sto male e non riesco a staccarmi da lui, non ce la faccio più.

Cara Gio,
una situazione veramente tormentata e una relazione contorta! Proprio il caso di dire: donne che amano troppo! O forse poco. Sicuramente poco sé stessa! Si è fatta umiliare ed usare in tutti i possibili modi.
Perché mai non meriterebbe niente di meglio?
Perché mai vorrebbe passare tutta la sua vita, con un tipo così poco affidabile, amorevole e sincero?
Lei ha iniziato dicendo che aveva una famiglia meravigliosa, ma ha anche detto che aveva un marito che non amava. Allora forse la sua famiglia non era meravigliosa e quest'uomo che ha incontrato dopo non è così fantastico come le sembrava, forse idealizza troppo, forse vede troppo l'altro e poco sé stessa. Ha addirittura impegnato dei soldi con quest'uomo!
Credo che lei sia sicuramente capace di dare molto, di investire, di aspettare, di sognare, progettare, ma sicuramente riguarda lei e non l'altra persona.
Credo anche che lei debba imparare a fare tutto ciò che fa, per sé e non per un'altra persona, credo che debba capire che lei è un buon motivo per impegnarsi così tanto. Un'altra persona, ha senso se condivide con lei amore, rispetto, tempo, energia, intenti, onestà e questo non è il caso.
Del resto forse neanche per lei è così importante, forse ha assunto tanto valore perché le ha permesso di traghettare fuori dal suo matrimonio, che non la rendeva felice. E dato che ha tre figli, forse se ne sente anche in colpa e forse non può ammettere con sé stessa che ha distrutto la sua fantastica famiglia per un tipaccio così!
Bhe, si ricordi che forse così splendida non era e che non l'ha distrutta per lui, ma per sé stessa. Se un'altra persona è entrata nel suo mondo, vuol dire che c'era una gran crepa che gli ha permesso il passaggio!
A conti fatti, deve ammettere che quest'uomo è stato solo un traghettatore, le ha permesso di capire certe cose, ma non è certo degno di tanto investimento e tanta attesa.
Adesso, lo lasci perdere, riprenda in mano la sua vita e investa solo su sé! Vedrà che scoprirà delle cose interessanti di sé che non conosceva, si renderà conto che anche in assenza di qualcuno si può stare bene, che anche il vuoto non è così intollerabile, né terribile. Riprenda la stima di sé e lasci stare i sensi di colpa, che non aiutano e non cambiano le cose. Andare avanti e trovare le vie d'uscita, le risorse che possiede, questo cambia le cose!
Un grande in bocca al lupo!

 

(Risponde la Dott.ssa Sabrina Costantini)

Pubblicato in data 03/07/2013

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Impulsività

L’impulsività è un elemento del carattere di ogni persona, anche se si manifesta in maniera molto più evidente rispetto alle altre, fino a divenire un vero e pr...

Trauma

Forte alterazione dello stato psichico di un soggetto dovuta alla sua incapacità di reagire a fatti o esperienze sconvolgenti, estremamente dolorosi come...

Psicosomatica

La psicosomatica è una branca della psicologia che ha  lo scopo di identificare  la connessione tra un disturbo somatico e la sua natura psicologica. ...

News Letters

0
condivisioni