Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Bulimia (140845)

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 142 volte

Ines 31

Salve, sono una ragazza perennemente a dieta, o almeno ufficialmente sì, perchè di nascosto, quando non c'é nessuno in casa, mangio tutto ciò che trovo, senza sosta e senza provare ormai più piacere nell'assaporare i cibi. In passato ho attribuito questo mio disturbo alla mancanza di una persona al mio fianco, o meglio di ''quella'' persona. Ma oggi sono molto appagata dal punto di vista affettivo: ho accanto un uomo che amo e che mi ama, che mi trova bellissima, ma ugualmente non riesco a smettere. Puntualmente appena arriva l'inverno ritorno alle mie abbuffate, addirittura faccio la spesa e nascondo le cose che compro per poter poi mangiare chiusa nella mia stanza o quando non c'é nessuno. Ma poi mi pento, sto male con lo stomaco. In estate ho anche subito un intervento, ma soffro di stipsi per la presenza di un intestino lungo e pigro. Purtroppo non ho i mezzi economici per rivolgermi ad uno specialista, ma ho tanto bisogno di supporto ed aiuto e sinceramente non saprei nemmeno cosa chiedervi se non, semplicemente, aiuto!
Grazie.

Carissima Ines, è importante che tu riesca a chiedere aiuto a noi, significa che sei consapevole di avere un problema di salute condizionato da uno stato psicologico. Questa condizione è superabile con il giusto supporto di vari professionisti, e non necessariamente a pagamento, puoi rivolgerti al consultorio familiare del tuo comune, vedi su internet i recapiti o chiedi al tuo medico curante, dove potrai essere seguita e indirizzata a livello medico e psicologico, sicuramente potranno aiutarti! L'aiuto che ti posso dare io, in questa situazione, è spiegarti quello che ti succede: effettivamente sembra tu abbia un problema di bulimia con abbuffate, ovvero perdi il controllo del tuo corpo mangiando una quantità di cibo elevata in poco tempo per poi stare male, sia fisicamente sia moralmente, con senso di colpa e tristezza profonda. Questo problema può essere causato da una insicurezza a livello tuo personale, potrebbe aiutarti iniziare a ragionare sulle tue caratteristiche positive, su ciò che gli altri vedono in te di bello, ma non esteticamente, bensì interiormente. Hai tutto il mio appoggio e puoi contarci se ti servono suggerimenti, per ora ti consiglio il consultorio familiare. Un abbraccio.

(Risponde la Dott.ssa Baggieri Diana)

Pubblicato in data 17/12/09
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Anoressia/Bulimia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

ansia (1510264195644)

Vanessa, 44     Ciao. Sono una donna single, innamorata dei viaggi. ...

Credo che al mio ragazzo inte…

Flavia, 23     Salve, sono una ragazza di 23 anni. Per cinque mesi sono stata con un ragazzo che ho lasciato nei giorni scorsi. ...

Depressione a causa di una rag…

Pasq, 25     Sono un ragazzo di 25 anni, 1 anno fa conobbi una ragazza, e subito abbiamo stretto amicizia e siamo diventati molto amici. ...

Area Professionale

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Le parole della Psicologia

La Serotonina

La serotonina (5-HT) è una triptamina, neurotrasmettitore monoaminico sintetizzato nei neuroni serotoninergici nel sistema nervoso centrale, nonché nelle cellul...

Catatonia

La prima descrizione della catatonia risale al 1874, quando lo psichiatra tedesco Karl Kahlbaum, nella sua monografia dal titolo Die Katatonie oder das Spannung...

Intelligenza Emotiva

"Si tratta delle capacità di motivare se stessi e di persistere nel perseguire un obiettivo nonostante le frustazioni; di controllare gli impulsi e rimandare la...

News Letters