Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Bulimia (153968 )

0
condivisioni

on . Postato in Disturbi alimentari | Letto 160 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Alessia , 17

 

Gentile Dottore,
ho 17 anni e dall'età di 13 anni ho cominciato ad avere disturbi dell'alimentazione.
Due anni fa pensavo di esserne uscita realmente, ma ultimamente il problema sembra ritornare spesso. Mi vedo sempre grassa e più mi guardo allo specchio più mi faccio schifo, più mangio e subito dopo pochi minuti arriva il senso di colpa, accompagnato da vomito.
Tutta la mia giornata in alcuni giorni si sviluppa cosi, mentre altri giorni sto bene.
Vivo con il fiato sul collo perchè non so cosa mi aspetta il giorno dopo.
La mia situazione familiare è normale. In casa alcune volte avvengono discussioni, ma cose risolvibili. Entrambi i miei genitori lavorano, mia sorella va a scuola e l'altra mia sorella è sposata con figli. Passo le mie giornate a casa sola e la sera a farmi compagnia c'è il mio ragazzo.
Io ho paura che la nostra relazione possa interrompersi per questo mio problema. Ho vergogna a farmi vedere nuda, l'arrivo dell'estate e delle vacanze, dei pomeriggi in piscina, per me è un incubo!
Due anni fa sono stata da una psicologa ma ad essere sincera il mio problema non si è risolto.
Vorrei uscirne, stare bene. Ho solo 17 anni e ho paura che per tutta la mia vita dovrò convivere con questo problema.
Grazie per l'ascolto.
Alessia

Cara Alessia,
da quanto mi riferisci la tua attenzione è dedicata molto alla forma fisica, sostieni di non piacerti. Adesso bisognerebbe capire se non ti piaci solo perchè ti vedi grassa oppure perchè c'è anche qualche difetto nel tuo corpo che vedi e che non ti rende soddisfatta.
Ad ogni modo la risposta alla tua delusione è il mangiare? non capisco come tu riesca a passare dalla sensazione di non piacerti a quella di mangiare? Forse è il metodo che usi per gestire l'emozione negativa? Forse in questo caso dovresti cercare altre strategie per affrontare le sensazioni negative di cui stavamo parlando.
Infine ti volevo rispondere riguardo la consulenza Psicologica di cui avevi accennato. Il problema è che l'unico approccio efficace per i disturbi del comportamento alimentare è quallo cognitivo comportamentale inoltre è un intervento talmente specialistico che richiede l'intervento di molti professionisti, molte clinice sono specifiche per l'intervento sui disturbi alimentari, ti consiglio di rivolgerti ad una di queste.
Saluti, Mirko

 

(Risponde il Dott. Dai Prà Mirko)

Pubblicato in data 14/11/2012

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Consiglio (1530794336243)

luciano85, 32     Il motivo principale che mi spinge ad avere un parere è che vorrei capire se determinate sensazioni, pensieri e ansie siano nor...

Marito che pensa solo alla sua…

Namaste, 30     Salve, sono una ragazza di 30 anni sposata da 3 anni con un cittadino marocchino di 23. ...

L'amore e la comunicazione (15…

Anna, 26     Salve Dottore, mi trovo in una relazione da sei anni con A., abbiamo due anni di differenza ed ancora non conviviamo. ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Isteria

L'isteria è una sindrome psiconevrotica, caratterizzata da manifestazioni somatiche e psichiche, che insorgono generalmente sulla base di una personalità isteri...

Resistenza

“La resistenza è l’indice infallibile dell’esistenza del conflitto. Deve esserci una forza che tenta di esprimere qualcosa ed un’altra forza che si rifiuta di c...

Erotomania

In psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona provi sentimenti amorosi nei suoi...

News Letters

0
condivisioni