Pubblicità

Psicologia (148621)

0
condivisioni

on . Postato in Ossessioni e Fobie | Letto 422 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)


Stefano , 37

 

Gentile Dottore,
mi capita avvolte di svegliarmi la notte e vedere oggetti in movimento del tipo ragni sul muro grandi come tarantole che camminano verso l'alto pero' quando accendo la luce non ce piu ma potrei supporre che magari stavo sul dormi veglia e qundi una realta falsata ma la cosa che mi da un po da pensare e che stavo facendo un riposino di pomeriggio sul divano ed era giorno verso le 14 la finestra era aperta aprendo gli occhi ho notato davanti a me una palla rossa che ruotava davanti a me appena mi sono messo seduto e svanita ma sono stato tipo 3 minuti a fisarla e ero sveglio del tutto quindi non stavo dormendo.
Ha un nome questo tipo di disturbo??? e una cosa sempre legata ad una forma di stress ???
Io lavoro in una agenzia di viaggi una vita normale amici veri ma pochi non faccio uso di droghe e sono totalmente astemio ....faccio uso di antistaminici per le allergie sono fumatore di sigarette prendo 3 caffe al giorno decaffeinati

Caro Stefano,
se fosse totalmente lucido e consapevole quello che le capita sarebbe un'allucinazione, ma non è questo il suo caso, mi pare che quello che vede, macchie in movimento, palle rosse, si verificano in uno stato di veglia fisiologica, ma forse questa condizione non corrisponde ad una totale veglia consapevole, dal punto di vista della veglia cognitiva e da uno stato di vigilanza psico-attentiva.
Le onde alfa, quelle tipiche dello stato del dormiveglia, possono presentarsi anche ad occhi aperti, è lo stato ad esempio che si verifica in stato di trance, in stati particolari di rilassamento come in meditazione, o condizioni simili.
In questi stati, prende il sopravvento un sistema di pensiero non logico, influenzato più da stati interni che esterni, una condizione simil onirica, molto più simile a quella del sogno che della veglia, questo fa si che si possano produrre delle visioni sul mondo esterno, che sono la proiezione di stati interni. Un po' come succede allo sciamano in trance, alle persone ipnotizzate da strumenti vari (danze, droghe, musiche ipnotiche, ecc.).
Non so se questo sia il suo caso Stefano, ho un po' ipotizzato.
E se fosse realmente così, questo potrebbe essere dato da vari fattori, ad esempio potremmo pensare ad una sua particolare suggestionabilità a certi fenomeni, ad uno stato emotivo particolare che la predispone a questa condizione, a stimoli esterni intensi, traumatici, ecc.
Ho anche pensato all'antistaminico che assume per le allergie. Gli antistaminici hanno sempre una qualche influenza sul sistema nervoso. Potrebbe essere una sua eventuale sensibilità a quel dato principio attivo, che crea questi strani effetti.
Per capire bene qual è il suo caso, dovrebbe recarsi dal suo medico e parlarne, eventualmente fare una visita specialistiche che escluda eventuali problemi neurologici che possano influire sulla vista ed in seguito, se vi fossero esiti negativi può fare un consulto psicologico e indagare se si trovi di fronte ad aspetti emotivi che le producono questo stato di trance o simil trance.
Sicuramente non c'è da preoccuparsi, c'è da prendere il sintomo come un segnale di qualcos'altro, sarà l'occasione per capirsi meglio.
Se ne ha voglia può familiarizzare con questo stato che vive, indugiarci un po', starci dentro senza temere che le succeda alcunché, vi ci si abbandoni un po' come quando fantastichiamo, assorti a guardare le nuvole nel cielo.
Non deve avere paura di sé, ma accogliere qualunque cosa le capiti!
Se le piace leggere, potrebbe essere interessante leggere il libro di Coelho "Il cammino di Santiago", forse la aiuterà a comprendere meglio certi fenomeni.
E' comunque qualcosa di lei, che si svela all'esterno, lo accolga e la porterà in un suo cammino conoscitivo. Qualunque sia la sua origine parla di lei e le offre l'occasione di andare oltre le cose concrete.
Buon lavoro!

 

(Risponde il Dott.ssa Costantini Sabrina)

Pubblicato in data 15/02/2013

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

L’intervento psicologico clini…

Il periodo di emergenza e di pandemia che stiamo affrontando ha imposto una rivisitazione, da parte degli operatori, dei criteri di gestione dell'approccio clin...

E' esplosa la psicologia onlin…

In piena crisi mondiale da Coronavirus è improvvisamente esplosa la psicologia online. Su consiglio del CNOP e obbligati dalle circostanze, molti psicologi e ps...

Gli psicologi nell'emergenza. …

Monica Isabella Ventura, Presidente di Psicologi Emergenza Abruzzo (PEA), ripercorre in poche righe l'esperienza diretta degli psicologi abruzzesi di fronte all...

Le parole della Psicologia

Apprendimento globale

L'appredimento globale riguarda il nostro modo personale di affrontare un problema. Come viene appreso l'ambiente intorno a sé e come vengono acquisite nuove...

Ofidiofobia

L’ofidiofobia (dal greco ὄφις ophis "serpente" e φοβία phobia "paura") è la paura patologica dei serpenti. ...

Gelosia retroattiva

La gelosia retroattiva prende anche il nome di sindrome di Rebecca, nome ispirato dal film di Alfred Hitchcock, ovvero Rebecca la prima moglie, tratto dal roman...

News Letters

0
condivisioni