Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Abuso sessuale (60505)

on . Postato in Sessualità | Letto 5 volte

Marco, 20 anni, 11.12.2002

La mia ragazza è stata violentata all'età di tredici anni per strada da un ragazzo che l'ha fermata.
Di questo fatto ne sono venuto a conoscenza quando mi sono dichiarato a lei, vedendo che anche lei teneva e tiene tutt'ora molto a me, e ho provato a baciarla.
Lei si è subito ritratta e solo dopo 1 settimana di coccole sono riuscito a farle provare questo dolcissimo gesto d'afffetto. adesso, nonostante stiamo insieme da quasi 2 anni, non riesce a lasciarsi andare in nessun momento di intimità tanto che anche il petting è molto lontano. A me non interessa, siamo giovani, la amo..però lei ci sta male e io detesto vederla soffrire così. Lei non ne ha mai parlato perchè si vergogna, ma io devo aiutarla, cosa posso fare??

La violenza sessuale rappresenta sempre un evento traumatico e stressante che lascia una ferita profonda nell'esperienza di una persona, specialmente se molto giovane.
Una ferita che solo con il tempo e un 'clima' affettivo idoneo, riparativo, può rimarginarsi ma, come sovente accade, non sparire del tutto. Perciò, per l'amore che dici di provare, il tuo atteggiamento deve sempre essere di rispetto per i tempi che richiede ogni approccio approccio affettivo/sessuale.
Ci vorrà ancora del tempo e molta comprensione per la sofferenza che ha vissuto e sta ancora provando la tua partner.
Deve riuscire a ritrovare la fiducia in se stessa, deve operare una specie di riorganizzazione emozionale e una maggiore accettazione di sé, e in tutto questo compito il tuo sostegno è indispensabile: esserle vicino senza mai prevaricarla nelle sue scelte. Devi aiutarla a comunicare, a parlare di quello che sente e pensa, a superare la vergogna e il senso di colpa.
Soprattuto devi ascoltare con sensibilità e capire quando ha intenzione di parlare di se stessa e dei suoi vissuti emozionali più profondi. Non riuscirà a confidarsi e attenuare il peso che avverte se la costringi, anche nel modo più soft. Se nonostante il tuo aiuto, il disagio permane, potete ricorre allo psicologo che l'aiuterà a esplorare l'area di introversione e di ritiro in se stessa, e anche a superare ogni conflitto interiore.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Maternage

In psicologia, il maternage è il complesso di atteggiamenti ed azioni implicati nel rapporto madre-figlio, soprattutto nei primissimi anni, che possono essere i...

Voyeurismo

Il Voyeurismo (dal francese  voyeur che indica chi guarda, “guardone”)  è un disordine della preferenza sessuale. I voyeur sono quasi sempre uomini ch...

Anginofobia

Con il termine Anginofobia si intende una patologia caratterizzata da una paura intesa di soffocare. Con il termine Anginofobia si intende una patologia caratt...

News Letters