Pubblicità

Amore/sessualità (1646198)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 59 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Arianna, 19

Gentile dottore,
sono una ragazza di 19 anni e ho un "problema" con il mio attuale fidanzato. Stiamo insieme da ormai quasi un anno e lui ha 7 anni più di me. Il problema è che lui non vuole fare l'amore con me, dice che sono troppo piccola per certe cose e che perderei la mia purezza (sono ancora vergine). Addirittura i gesti d'affetto sono più unici che rari..ho provato a chiedergli come mai si comporta così e lui mi ha risposto che non è una cosa facile perchè sono piccola e bisogna andarci piano, non mi abbraccia nè bacia per "evitare di scombussolarmi gli ormoni". Ma facendo così mi fa sentire poco importante e non amata..non so come fare per fargli capire questa cosa, quando glielo spiego lui mi rassicura dicendo che mi vuole bene e che ci tiene a me, ma non me lo dimostra e anzi, si lamenta che non lo coccolo mai. Ma come posso fare se mi considera così? Non so bene se è opportuno chiedere la consulenza di uno psicologo, ma non so più che pesci prendere! Grazie per l'ascolto. Arianna

Cara Arianna,
la risposta al problema è stata data da te occorre un aiuto da un esperto. Dal racconto si evince che il tuo ragazzo ha dei suoi pensieri, almeno che non faccia parte di qualche religione vedi i geovini, non consoni al naturale comportamento di coppia. I tuoi anni sono in linea con la media del primo rapporto quindi essere piccola è un utopia. Consiglio di leggere il libro "la coppia e i suoi segreti" edito da Kimerik che può darti delle giuste indicazioni sull'essere coppia e sulla sessualità. Inoltre un consulto da uno psicoterapeuta psicodinamico credo che sia opportuno averlo per capire le vere intenzioni del tuo ragazzo. Auguri

(Risponde il Dott. Sergio Puggelli)

 

Pubblicato in data 25/06/2014

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia di perdere i propri cari…

Rita, 22     Salve, parlo a nome del mio fidanzato che non sa che sto scrivendo qui. ...

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Tecnostress - Tecnofobia

Il Tecnostress (o tecnofobia) è una patologia che scaturisce dall'uso eccessivo e simultaneo di quelle informazioni che vengono veicolate dai videoschermi. Ess...

Malaxofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dei giochi amorosi.                   ...

Agrafia

Il termine Agrafia deriva dal greco a-grapho (non-scrivo), indica la perdita parziale (paragrafia) o totale della capacità di scrivere, che insieme a quella d...

News Letters

0
condivisioni