Pubblicità

disfunzioni sessuali (41819)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 215 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Elena, 28anni (8.8.2001)

 

Gent.mi Psicoline, da qualche mese ho una storia con un ragazzo poco più grande di me, una persona molto dolce, della quale mi sto davvero innamorando. Lui è uscito da una vicenda di tossicodipendenza ed alcolismo durata molti anni, che gli ha procurato diversi problemi, fra cui anche, da quello che ho capito, una infiammazione all'intestino e alla prostata che si è risolta, ma ha lasciato come conseguenza una disfunzione erettile. In sostanza, la sua erezione è spesso insufficiente a concludere normalmente un rapporto sessuale, e non gli consente di arrivare all'orgasmo. Vorrei sapere se c'è qualcosa che posso fare per migliorare la situazione, sia dal punto di vista tecnico che da quello psicologico. Vi ringrazio molto per l'aiuto.

Cara Elena vi consiglio di farvi indicare dal medico di base un andrologo a cui sottoporre il caso. Sarà suo compito, dopo gli opportuni accertamenti, indicarvi la via più giusta da seguire. I rimedi comunque ci sono e anche molto validi, sia che si tratti dl'impotenza a carattere prevalentemente organico che a carattere prelevamente psicologico.
Auguri.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Rimozione o fantasia (1548536…

ELilai, 25     Cercherò di essere concisa. 13 anni fa hanno avuto esordio i miei problemi di disturbi alimentari (tolto un breve periodo di anore...

Area Professionale

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Articolo 2 - il Codice Deontol…

Proseguiamo il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini, con l'articolo 2 Articolo ...

Articolo 1 - Codice Deontologi…

Iniziamo il lungo viaggio fra gli articoli del Codice Deontologico degli Psicologi Italiani con il commento all'articolo 1, a cura di Catello Parmentola e di El...

Le parole della Psicologia

Anomia

L' anomia è un deficit specifico della denominazione di oggetti, presente in diversi gradi nell' Afasia, mentre le altre componenti del linguaggio risultan...

Il linguaggio

L’uomo comunica sia verbalmente che attraverso il non verbale. Il processo del linguaggio ha suscitato da sempre l’interesse degli studiosi essendo essa una car...

Ailurofobia

La ailurofobia o elurofobia comp. di ailuro-, dal gr. áilouros ‘gatto’, e -fobia. è la paura irrazionale e persistente dei gatti. La persona che manifesta ques...

News Letters

0
condivisioni