Pubblicità

infedeltà(164608)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 115 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gino, 37

Gentile dottore,
sposato da un anno e mezzo, sto con mia moglie da otto anni. Mi ha tradito con il suo datore di lavoro, molto più anziano di lei (37 anni lei, 58 lui), una sola volta, confessandomelo - a onor del vero - nella stessa giornata. Poiché non eravamo affatto una coppia in crisi, per me è stata una randellata. Per lei è stato come se non fosse accaduto nulla, uno sfizio, un divertimento. Avrebbe però voluto anche continuare questa relazione di sola natura sessuale, a suo dire, anche perché mi ha notato effettivamente molto eccitato (e lo ero, il racconto della sua infedeltà mi ha eccitato come non mai e abbiamo fatto sesso con un'eccitazione che non avevamo più da molto tempo). Poiché ho preso a soffrirne, ha deciso di interrompere anche la relazione anche se rimane in me qualche dubbio che sia vero. Per me, a parte la natura impulsivo/sessuale del momento, è comunque rimasta una mazzata assurda, perché il mio mondo si è sgretolato. Anche se continuo a stare con lei, perché la amo, non mi fido più di lei, sono geloso e di umore instabile. Da un lato non voglio perderla, dall'altro sono certo che non riuscirò più ad amarla come prima. E lo stesso pensiero che mi tradisca di nuovo mi rende inquieto ed eccitato al tempo stesso. Non sono sicuro di saper gestire questa situazione, sono spesso tentato di darci un taglio. Datemi aiuto nel decidere cosa fare.




Caro Gino,
quando succedono certe cose la prima cosa da fare è riflettere se all'interno della coppia non ci fossero già state avvertenze di crisi infatti racconti che la sessualità si è accesa al racconto del tradimento. Perdonare può essere un buon motivo per costruire una nuova formula di coppia con dei valori e morali che non devono essere disattesi. Consiglio un consulto da uno psicologo psicoterapeuta sia come coppia sia individualmente per aiutarvi o in una separazione consensuale o in una costruzione nuova della coppia.
Auguri

 

(Risponde il Dott. Sergio Puggelli)

 

Pubblicato in data 22/05/2014

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Depressione (1557401609185)

Victoria, 22 Mi sveglio già stanca, da troppo tempo ormai, quasi da sempre. Mio padre è tornato a casa ieri sera, ha iniziato a sistemare la spesa in cucina ...

Ipocondria (1556980274713)

 Kiki, 30 Salve,Avrei bisogno di un consulto riguardo una persona a me molto vicina e molto cara, la quale soffre di ipocondria. Fortunatamente non ha...

Coppia terapeutica (1556664446…

Giulia, 40     Salve, sono bipolare borderline seguita da oltre 20 anni da psichiatri e psicoterapeuti. Vorrei sottoporre alla vostra attenzion...

Area Professionale

Articolo 17 - il Codice Deonto…

Anche questa settimana proseguiamo su Psiconline.it, con l'art.17 (segreto professionale e tutela della Privacy), il lavoro di analisi e commento, a cura d...

Articolo 16 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it proseguiamo, con il commento all'art.16 (comunicazioni scientifiche e anonimato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini ch...

Articolo 15 - il Codice Deonto…

proseguiamo su Psiconline.it, con il commento all'art.15 (Collaborazioni con altri professionisti), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini c...

Le parole della Psicologia

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “bulimia” deriva dai termini grec...

La proiezione

La proiezione è un meccanismo di difesa arcaico e primitivo che consiste nello spostare sentimenti o caratteristiche proprie, o parti del Sè, su altri oggetti o...

Gelosia retroattiva

La gelosia retroattiva prende anche il nome di sindrome di Rebecca, nome ispirato dal film di Alfred Hitchcock, ovvero Rebecca la prima moglie, tratto dal roman...

News Letters

0
condivisioni