Pubblicità

Orgasmo di serie B? (111192)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 155 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Adele 31

Buongiorno, vi scrivo perchè da tempo ho un'ossessione che sta minando la mia intimità di coppia. Per farla breve, il mio ragazzo mi ha raccontato che la sua ex fidanzata quando raggiungeva l'orgasmo eiaculava, cosa che io non sono in grado di fare. All'inizio non ci ho dato molto peso, non ci pensavo, ma poi quando ho inziato a vedere che lui aveva forti fanstasie sessuali di sottomissione e di essere dominato da una donna, nella mia mente hanno iniziato a farsi strada pensieri di un certo tipo. Certo è che lei era in grado di appagarlo, con questa sua dote naturale che io non ho, e quando lui ha detto: "Lei era l'unica che ho trovato così", io mi sono sentita morire, mi sento inadeguata! Come se avessi un orgasmo di serie B. Io non mi sono mai sentita così inadeguata sessualmente come ora. Penso sempre che lui si aspetti questa benedetta eiaculazione che io non ho, e che non potrò mai regalargli! Mi sento una donna di serie B, prima d'ora non ci avevo mai pensato a queste cose e nessun uomo mi ci aveva mai fatto pensare. Lui non dice niente, ma io lo so che con lei il sesso orale era più appagante, visto che lei gli eiacualva in bocca come fa un uomo con una donna. Io non posso sopportare l'idea di essere considerata "normale" come lui dice. All'inizio della nostra storia, lui mi aveva detto una frase del tipo "io vorrei stare con una ragazza normale e fare del sesso "normale" ma poi mi stufo!". Allora io sono una ragazza normale! Che non eiacula! Cosa ci devo fare? Devo sentirmi da meno per questo? Sono disperata ho continui immagini nella testa di loro due mentre hanno un rapporto orale e di lui che è in completa balia di lei grazie a questa cosa. Io non potrò mai dargli una cosa simile e per questo mi sento da meno. Non ho mai pensato di avere orgasmi di serie B, ma da quando sono andata a leggere certe cose su internet, sembra che queste donne godano di più delle altre, che siano degli esseri superiori. Non ho mai avuto questo genere di insicurezze, ma ora mi stanno impedendo di lasciarmi andare nell'intimità e mi bloccano, mi sembra di non potergli dare il massimo. Sono una donna di serie B? Allora? Io non voglio più avere questa ossessione, perchè mi sta rovinando e non so come liberarmene. Fra l'altro lui a volte mi chiede di orinargli in bocca e io credo che sia perchè vuole riprodurre quell'effetto che io non posso dargli. Lui a me non dice niente, dice che il sesso con me gli piace ma io sto male. Per favore, non riesco a liberarmi dal fantasma di lei e a non sentirmi una donna a metà. Datemi una soluzione per non pensarci. Mi stanno venendo una serie di insicurezze mai avute! E' colpa sua? Non doveva dirmelo? O è colpa mia che non sono sicura di me? Per favore, vorrei un consiglio per non avere più queste ossessioni altrimenti ne va della mia integrità e identità sessuale e della mia vita intima presente e futura. Grazie molte per l'attenzione.

Cara Adele, quello dell’eiaculazione femminile è un argomento molto dibattuto in psicologia e sessuologia; e seppure non si è ancora arrivati ad una risposta definitiva, l’ipotesi più accreditata è che ci siano donne che hanno una forma di lubrificazione più abbondante di altre, dando quindi l’impressione proprio di eiaculare. Anche se tecnicamente non è così. Ciò che è certo è che le donne sono tutte diverse tra loro, hanno reazioni fisiologiche diverse, e naturalmente orgasmi diversi. Non è proprio possibile distinguere tra orgasmi di serie A e di serie B, e tantomeno tra donne di serie A e di serie B. Non so per quale motivo il suo ragazzo abbia voluto raccontarle questo particolare riguardo alla sua ex, mettendola in uno stato di tale insicurezza, non so che rapporto ci sia tra di voi. Ma penso che, se riesce a comunicare prima di tutto a lui queste sue insicurezze potrebbe servirvi. È possibile che quello che le ha detto il suo ragazzo le abbia fatto scattare delle insicurezze che aveva latenti, altrimenti non si capirebbe perché tutto ciò abbia avuto su di lei un effetto così forte. Ciò che mi sento di consigliarle è di consultare uno psicologo, poiché ritengo che le sarebbe molto d’aiuto sia per liberarsi di questo fantasma, sia per comprendere il motivo di tali e tante insicurezze. Molti auguri.

(risponde la Dott.ssa Serena Leone)

Pubblicato in data 18/11/07

 

 

 

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di sessuologia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Carattere

Dal greco karasso, che significa letteralente "incidere", è l'insieme delle doti individuali e delle disposizioni psichiche di un individuo. Può anche essere...

Sindrome di Stoccolma

Con l'espressione Sindrome di Stoccolma si intende un particolare stato di dipendenza psicologica e/o affettiva che si manifesta in alcuni casi in vittime di ep...

Percezione

Tradizionalmente, gli psicologi hanno distinto il modo nel quale noi riceviamo le informazioni dal mondo esterno in due fasi separate: Sensazione: riguarda i...

News Letters

0
condivisioni