Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sesso (152290)

on . Postato in Sessualità | Letto 12 volte


Claudia, 26

Salve,
da ormai 4 anni sto con un ragazzo di 31 anni, la nostra è una relazione a distanza (ci vediamo ogni 2 settimane) e anche se è dura la nostra è una bellissima relazione, un'unica macchia: il sesso. Molto raramente raggiungo l'orgasmo, anche perchè la durata è scarsa e una seconda volta è rarissima. Le posizioni sono sempre le solite 2 (missionario prevalentemente), il posto sempre e solo quello (il letto). Non mi sento assolutamente appagata, ho anche pensato che la sua attrazione nei miei confronti non fosse così forte, ne ho parlato svariate volte, ma dice che non è vero. Io gli ho esposto svariate volte il mio sentire, ma a lui va tutto bene così, gli piace così, provo a proporre altre posizioni ma in un modo o nell'altro alla fine niente, al massimo tenta un secondo approccio, anche se spesso proprio non riesce. Spesso mi da l'idea di non voler perdere il controllo, deve avere sempre tutto sotto controllo! Le volte migliori sono quando ha bevuto un pò, ma non è che posso farlo diventare un alcolizzato! Un giorno, dopo l'ennesima volta che gli riparlavo di questo problema mia ha detto: "la mia ragazza non fa certe cose". Non vuole neanche che gli faccia preliminari! Gli ho anche detto che penso che sia una situazione grave, gli ho proposto anche l'aiuto di uno specialista, ma non vuole. Dice che i nostri punti di vista sono diversi, ma non per questo ce n'è uno sbagliato, ma alla fine, anche per motivi "fisici" si fa sempre come vuole lui. Io non ho mai avuto problemi con la mia sessualità, mi piace cambiare, giocare, ma sento che mi sto spegnendo anche io e a 26 anni proprio non voglio, ma non vorrei neanche chiudere una bella storia. Da due anni ho iniziato a cercare appagamento da sola, per evitare il tradimento. Come posso fare? Ha un blocco lui? Sono pazza io? Consigli?
Grazie mille, spero veramente in una vostra risposta!


Cara Claudia
non sei pazza anzi credo che le tue legittime richieste vadano ascoltate, poichè la mancanza di orgasmo è dovuta proprio perchè il tuo partner conosce poco o niente il corpo sia femminile sia maschile. lo si deduce dal comportamento, inoltre deve avere un educazione errata per quanto riguarda la sessualità. I preliminari sono indispensabili per iniziare un rapporto ricco di emozioni e sensazioni come pure le varie posizioni. La sessulità di coppia è come un gioco, deve essere senza regole ma dettata dall'impulsività del momento. Se non trovate rimedio adesso ti masturbi da sola ma quanto può durare? Se non vuoi tradire il tuo partnere, che può succedere al momento che trovi un uomo che ti faccia perdere la testa? Ti consiglio di consultare uno psicologo psicoterapeuta sessuologo che senza dubbio invierà anche il tuo partner in una terapia psicodinamica per capire le sue difficoltà. Nella mia esperienza, quando uno mi dice che non ha problemi, mi preoccupo molto, infatti se inizia la terapia si scoprono grosse difficoltà esistenziali.
Auguri

(Risponde il Dott. Puggelli Sergio)

Pubblicato in data 23/04/2012

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Amnesia

Dal greco a-mnesis (non-ricordo), il termine amnesia indica la compromissione grave e selettiva della memoria a lungo termine (MLT), indipendente dal tipo di st...

Violenza domestica

La violenza domestica è il comportamento abusante di uno o entrambi i compagni in una relazione intima di coppia, quali il matrimonio e la coabitazione. Second...

Aggressività

In psicologia indica uno stato di tensione emotiva generalmente espresso in comportamenti lesivi e di attacco. Nel corso degli anni l’aggressività...

News Letters