Pubblicità

Sessualità (070711)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 49 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Armando 17 anni, 12.03.2004

Ciao e molti coplimenti per la rubbrica davvero interessante,da tanto cercavo un sito che potesse aiutarmi a capire, io sono un ragazzo di 17 anni, sono figlio unico ho due genitori buoni e comprensivi,vado a scuola tutto normale se non fosse per il sesso.
Ho una voglia continua di farlo, mi masturbo tantissimo,ma la cosa che mi crea problemi e fin da quando avevo 12 o 13 anni .
Aspettavo di essere solo in casa e poi mi bagniavo nei pantaloni o nel pigiama lo faccio pure ora provo un piare fortissimo a orinarmi addosso e poi masturbarmi , provo piacere solo cosi vorreri xcapire cosa mi succede e perche e se posso fare qualcosa anche perche poi mi creo molti problemi di coscenza, grazie per l'aiuto.

Caro Armando, quello che ti sta succedendo non è da vivere come una fonte di ansia, ma piuttosto deve servirti da stimolo per una riflessione e quindi un' elaborazione del tuo status.
La masturbazione fa parte della normale evoluzione dell'erotismo di ognuno e la sua incofessabilità è altrettanto usuale come un suo esercizio massiccio, come forma di piacere, nell'adolescenza.
Il rituale che tu segui per raggiungere la soddisfazione fa tutto sommato parte del gioco: è un "volere e non volere" al tempo stesso, un cercare e non cercare, in una sorta di dipendeza che ti rende quasi succube della situazione.
L'urinarsi altro non è che avere "arricchito" il rituale con una specie di piacere regredito ("farsela addosso" è tipico dei bimbi).
Il mio suggerimento è semplice, ogni tappa deve prevedere il passaggio a quella successiva, altrimenti diventa una forma di "fissazione"; perciò, se è vero che è inutile farsi un senso di colpa per esserti masturbato, è altrettanto vero che forse è venuto per te il momento di cercare altre soddisfazioni.
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Abulia

Dal greco a-bule (non – volontà) indica uno stato soggettivo di mancanza o perdita della volontà. Si riferisce sia a un disturbo dell’attività intenzionale, pe...

Pediofobia

La pediofobia è definita come una paura persistente, incontrollata e ingiustificata nei confronti di bambole e burattini. Da sempre infatti le bambole sono usa...

Satiriasi

La satiriasi è un termine usato in passato nella storia della medicina, indicante l'aumento in modo morboso dell'istinto sessuale nel maschio umano Il termine ...

News Letters

0
condivisioni