Pubblicità

Accettare l'incertezza a piccole dosi

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 2990 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Consigli utili per chiunque lotti contro l'incertezza

incertezzaMolti di noi, anche se non lottiamo con un disturbo d'ansia, vediamo l'incertezza come intimidatoria. Dopotutto, l'incertezza è ambigua e scaturisce da situazioni imprevedibili, risultati indesiderati, cattive notizie e grossi errori. Quindi è normale che vorremmo evitare l'incertezza.

Raramente prendiamo decisioni senza consultare gli altri per paura di fare una scelta sbagliata e deleghiamo compiti a qualcun'altro per paura che non li svolgano correttamente.

Consideriamo l'incertezza una potenziale minaccia perchè richiede una perdita del controllo e la fiducia nella propria capacità di far fronte agli imprevisti se qualcosa dovesse andare storto. Ma l'incertezza è parte della vita.

Tra le tecniche psicologiche, la terapia cognitivo-comportamentale è quella che meglio aiuta a gestire l'incertezza in modo sano.
In questo approccio vengono utilizzati degli esperimenti comportamentali che consentono di testare direttamente il modo in cui i soggetti affronterebbero delle situazioni temute.
Esempi di tali esperimenti possono essere: scegliere di andare in un nuovo ristorante in modo tale da prendere una piccola decisione senza far riferimento alle opinioni altrui; oppure delegare un compito ad un amico lasciandolo agire autonomamente.

Dopo aver immaginato una situazione specifica, su un foglio di carta, annota cosa pensi che succederà, ciò che è realmente accaduto e come ti sei comportato nel caso in cui le cose non sono andate come prevedevi. Questo ti porterà ad immedesimarti in una situazione imprevedibile ed ambigua, rimanendo nella consapevolezza che non è possibile eliminare completamente l'incertezza. E' normale sentirsi in ansia durante l'esperimento, in quanto ti trovi di fronte a situazioni che tendenzialmente eviteresti.

Conduci lo stesso esperimento più volte, in modo che le tue convinzioni comincino a cambiare. Una volta ottenuti i buoni risultati "alza la posta in gioco": immedesimati in situazioni più impegnative che coinvolgano altri settori della tua vita oltre alla sfera personale (lavoro, scuola, situazioni sociali e/o familiari).
Personalizza i tuoi esperimenti in base alle tue preoccupazioni e paure specifiche.

Spendere tempo, energie e sforzi cercando di evitare, ridurre o eliminare l'incertezza è senz'altro stressante. L'eccessivo dubbio non ti permette di godere pienamente della magia che si prova nell'intraprendere nuove esperienze.

Ma non scoraggiarti perchè gestire l'incertezza, come ogni altra difficoltà, richiede pratica: bisogna condurre gli esperimenti in maniera regolare, provando e riprovando.
E se non riesci da solo nel tuo intento, cerca il sostegno di un professionista della salute mentale.

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: ansia paura decisioni errori incertezza terapia cognitivo-comportamentale controllo situazioni imprevedibili risultati indesiderati minaccia esperimenti comportamentali

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La parola afefobia, data dall’unione di due...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Superare una violenza subita (…

Cima, 23     Quasi due anni fa sono stata violentata da un ragazzo che conosco. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Acrofobia

L'acrofobia è definita come una paura dell'altezza. A differenza di una fobia specifica come l'aerofobia, ossia la paura di volare, l'acrofobia può generare uno...

Personalità

“Esistono bisogni emotivi primitivi, esistono bisogni di evitare la punizione e di conservare il favore del gruppo sociale, esistono bisogni di mantenere l’armo...

Gelosia retroattiva

La gelosia retroattiva prende anche il nome di sindrome di Rebecca, nome ispirato dal film di Alfred Hitchcock, ovvero Rebecca la prima moglie, tratto dal roman...

News Letters

0
condivisioni