Pubblicità

Disturbi neurodegenerativi identificati usando l'AI

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 252 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

I ricercatori hanno sviluppato una piattaforma di intelligenza artificiale per IDENTIFICARE ALCUNI disturbi neurodegenerativi DA campioni di tessuto cerebrale umano

Alzheimer neurodegenerativ news

Tra i disturbi neuodegenerativi identificati ci sono il morbo di Alzheimer e l'encefalopatia cronica traumatica.

Lo studio è stato condotto dai ricercatori della Icahn School of Medicine del Mount Sinai e pubblicato su "Nature medical journal Laboratory Investigation". La loro scoperta potrebbe aiutare gli scienziati a sviluppare dei marcatori biologici e terapeutici per diagnosi più accurate dei disturbi neurodegenerativi complessi che migliorerebbero gli esiti dei pazienti.

L'accumulo anormale di proteina tau nel cervello negli ammassi neurofibrillari è una caratteristica distintiva del morbo di Alzheimer, ma è presente anche un accumulo in altri disturbi neurodegenerativi, come l'encefalopatia cronica traumatica e in condizioni aggiuntive correlate all'età. Diagnosi accurate di disturbi neurodegenerativi sono complicate e richiedono degli specialisti molto qualificati. 

I ricercatori del "Center for Computational and Systems Pathology" del Mount Sinai hanno sviluppato ed usato una "Precise Informatics Platform" per applicare un aprroccio di apprendimento del dispositivo nel digitalizzare le immagini al microscopio dei campioni di tessuto cerebrale dei pazienti con disturbi neurodegenerativi.

Queste immagini sono state usate creando una rete neurale con circonvoluzione capace di identificare gli ammassi neurofibrillari con un alto livello di accuratezza direttamente dalle immagini digitalizzate. "L'intelligenza artificiale ha un grande potenziale nel migliorare la nostra abilità di rilevare e quantificare i disturbi neurodegenerativi, e rappresenta un grandissimo avanzamento"

Pubblicità

"Questo progetto guiderà le diagnosi più accurate ed efficaci dei disturbi neurodegenerativi" ha spiegato il capo ricercatore John Crary, MD, PhD, Professore di Patologia e Neuroscienze alla Icahn School of Medicine del Mount Sinai. Questa è il primo network che riesce a diagnosticare usando immagini a larga scala in neuropatologia.

La Precise Informatics Platform consente la gestione dei dati, l'esplorazione visiva, la delineazione degli oggetti, la visione da più utenti insieme e la valutazione dei risultati completa. I ricercatori del "Center for Computational and System Pathology" del Mount Sinai hanno utilizzato tecniche matematiche scientifiche avanzate insieme a quelle microscopiche e di intelligenza artificiale per classificare in modo più accurato i disturbi neurodegenerativi.

"Il Mount Sinai è il dipartimento accademico di patologia più grande nella nazione e processa più di 80 milioni di test all'anno, questo dà la possibilità ai ricercatori l'accesso ad un grande set di dati che possono essere utilizzati per migliorare i test e la diagnostica.

Infine il grande set di dati ha guidato ad un miglioramento delle diagnosi e degli esiti del paziente" ha concluso l'autore Carlos Cordon-Cardo, MD, PhD, Professore al Dipartimento di Patologia al Mount Sinai Health System e Professore di Patologia, Genetica e Scienze Genomiche ed Oncologiche alla Icahn School of Medicine.




Tratto da Sciencedaily

 

 

(Traduzione ed adattamento a cura del Dottor Claudio Manna)

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: news di psicologia intelligenza artificiale neurodegenerativi ammassi neurofibrillari encefalopatia

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (156328344573…

la vita è un caos, 17 Salve, siamo due sorelle di 17 anni e sono ormai 4 anni che nostra madre ha divorziato con nostro padre e dopo poco tempo ha conosciuto...

Non riesco ad andare da uno ps…

Sshx, 18 Circa 6 anni fa ho cominciato a presentare dei sintomi che, nel corso del tempo, si sono aggravati progressivamente e che adesso non mi permettono d...

Perdita improvvisa di un genit…

lorena, 26 Salve, innanzitutto ringrazio per questa preziosa opportunità. Scrivo questo messaggio per conto del mio fidanzato, lo stesso ha infatti perso il ...

Area Professionale

La rilevazione del trauma al T…

Il Test del Villaggio e la sua costruzione possono idealmente inscriversi in una spirale aurea sulla quale vengono declinate le diverse fasi di vita, dalla nasc...

Articolo 25 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.25 (uso degli strumenti di diagnosi e di valutazione), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Lear...

Articolo 24 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.24 (Consenso Informato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settim...

Le parole della Psicologia

Balbuzie

La balbuzie interessa circa l’1% della popolazione mondiale (tasso di prevalenza), ma circa il 5% può dire di averne sofferto in qualche misura nel...

Maternage

In psicologia, il maternage è il complesso di atteggiamenti ed azioni implicati nel rapporto madre-figlio, soprattutto nei primissimi anni, che possono essere i...

Il Cyber-Sex

La Cyber-Sex Addiction: pornografia, sesso in rete e dipendenza. Il termine Cyber-Sex, dall’inglese “sesso (Sex) cibernetico (Cybernetic), si riferisce all’att...

News Letters

0
condivisioni