Pubblicità

Ossitocina e depressione post-partum

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1984 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Un aumento dei livelli di ossitocina durante la gravidanza può predire la depressione post-partum

depressione.post partum e ossitocinaLa dottoressa Suena Massey, professoressa di psichiatria e scienze comportamentali presso la Northwestern University Feinberg School of Medicine, ha condotto uno studio su 66 donne per indagare la possibilità di identificare dei biomarker utili a predire i sintomi depressivi post-partum.

Attraverso lo studio ha rilevato che se i livelli di ossitocina sono più alti nel terzo trimestre di gravidanza, questi possono predire la gravità dei sintomi di depressione post-partum in quelle donne che in precedenza avevano avuto un’esperienza di depressione.

L’ossitocina è un ormone importante in quanto assolve molte funzioni del corpo, tra cui l’allattamento, il legame di attaccamento madre-figlio, il legame sociale e la gestione dello stress.

La Massey ha sottolineato che la presenza di una storia di depressione può alterare la funzionalità dell’ossitocina tale da renderlo meno efficiente, in quanto, probabilmente, quando le donne iniziano a sperimentare i primi segni di depressione, i loro corpi rilasciano più ossitocina per combatterla.

Sono state reclutate 66 donne gravide che non presentavano depressione e sono stati misurati sia i livelli di ossitocina nel terzo trimestre che i sintomi depressivi sei settimane dopo il parto. Di questo gruppo, 13 donne con una precedente storia di depressione prima della gravidanza, presentavano maggiori livelli di ossitocina e maggiori sintomi depressivi nelle sei settimane successive al parto.

Pubblicità

I sintomi presentati includevano alterazioni del ritmo sonno-veglia (svegliarsi troppo presto e non riuscire più a dormire), maggiore ansia e preoccupazione, mal di testa, sensazione di stanchezza o un senso di pesantezza, alimentazione alterata e sensazione di tristezza.

Alla luce di queste iniziali e piccole evidenze la Massey conclude sottolineando che “se siamo in grado di identificare durante la gravidanza quelle donne che sono più predisposte e vulnerabili a sviluppare la depressione post-partum, si potrebbe iniziare un trattamento preventivo, volto a migliorare non solo il benessere della donna, ma anche le sue modalità di prestare cure e attenzioni al proprio bambino”.

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: tristezza preoccupazione ossitocina gravidanza depressione post-partum biomarker maggiore ansia trattamento preventivo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come si ritrova l'amore di viv…

polppols, 18 anni Ciao, ho 18 anni e non so bene come iniziare a scrivere questa richiesta. Non mi sono mai aperta con qualcuno liberamente e sinceramente ...

Problematiche relazionali [160…

m, 20 anni Salve, recentemente dei Miei amici mi hanno detto che dovrei vedere un terapeuta perché secondo loro ho dei problemi a capire come relazionarmi ...

Genitori che non ti accettano …

alice, 25 anni Buongiorno,scrivo perchè mi trovo in una situazione veramente difficile e ho bisogno di un consiglio. Dalla tarda adolescenza non sono mai a...

Area Professionale

Il disturbo pedofilico

Secondo il DSM-5 i criteri per diagnosticare ciò che prende il nome di disturbo pedofilico sono definiti come esperienze ricorrenti di eccitazione sessuale inte...

La psicologia forense

La psicologia forense, come definita dall'American Psychological Association è l'applicazione delle specialità cliniche al campo legale. La professione dello p...

Depressione adolescenziale e t…

Secondo un'analisi della letteratura, tra gli approcci psicoterapeutici che mostrano una certa efficacia nella gestione e trattamento della depressione adolesce...

Le parole della Psicologia

Ansia

L’ansia è una sensazione soggettiva caratterizzata da un senso spiacevole di apprensione e preoccupazione spesso accompagnata da sintomi fisici di tipo autonomi...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

Narcoanalisi (o narcoterapia)

Detta anche narcoterapia, è una tecnica diagnostica e terapeutica, utilizzata in psichiatria, che consiste nella somministrazione lenta e continua, per via endo...

News Letters

0
condivisioni