Pubblicità

Come in uno specchio. "Ma chi sono io?"

0
condivisioni

on . Postato in Benessere e Salute | Letto 382 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (2 Voti)

Ma chi sono io? Interrogativo a cui non è per nulla facile rispondere e che solitamente richiede tempo, impegno e pazienza. Forse un’intera vita. Farlo è come scoprire in un caleidoscopio, un territorio variegato di aspetti e di volti.

Come in uno specchio. Ma chi sono io?

C’è per tutti un’immagine della nostra identità che possiamo riconoscere in parte o in toto. Molti aspetti tra quelli che conosciamo li facciamo vedere, altri rimangono nascosti anche ai nostri occhi, al punto tale che una delle domande cruciali che ci facciamo nel corso della vita, è quell’insistente ”Ma chi sono io?”.

Interrogativo a cui non è per nulla facile rispondere e che solitamente richiede tempo, impegno e pazienza. Forse un’intera vita. Perché è come comporre un puzzle complesso fatto di un’infinità di tessere, pezzi di vita che ci appartengono, storie che conosciamo o che ci hanno raccontato, a volte aspetti che gli altri vedono e ci rimandano, che diventano patrimonio nostro. Altri totalmente da scoprire, se mai ci riusciremo.

Il che fa pensare all’esistenza di una parte visibile dell’IO sociale e di un’altra intima e privata, nascosta a tutti. Spesso anche a noi stessi. In questa zona non è facile accedere e per poter poterlo fare, abbiamo bisogno di uno specchio, cioè di qualcuno che ci aiuti a guardarci dentro e ci permetta di osservare nei dettagli quello che non vediamo e quello che non sappiamo.

È come scoprire in un caleidoscopio, un territorio variegato di aspetti e di volti che se ne stanno distanti dalla superficie e che alimentano una moltiforme presenza di figure lucenti e di ombre, di sguardi e di sentimenti, pensieri e atteggiamenti che tutti insieme ci contraddistinguono. Rintracciarli, perché li recuperiamo o perché ci vengono restituiti da chi ci sta vicino, può servire a farci comprendere che nulla, proprio nulla, del nostro modo di essere e di agire è casuale. Anche i gesti o le azioni più quotidiane e ripetute, il modo di fare e di vivere, le cose che proviamo e i desideri, le attese e le preoccupazioni hanno radici profonde dentro di noi.

Pubblicità

Così possiamo capire che a volte, per necessità o per le difficoltà incontrate nel corso dell’esistenza, ci siamo messi addosso una o più “maschere” aspetti e tratti costruiti per proteggerci e in qualche caso necessari per vivere la vita con gli altri. Carl Gustav Jung, la chiamava “Persona” indicando con questo termine quegli aspetti della nostra personalità che abbiamo sviluppato in base alle richieste dell’ambiente e della società.

Con questo articolo non volevo far altro che sollecitare nel lettore quel “Conosci te stesso” che gli antichi greci avevano messo sul frontone del tempio di Apollo come invito alla conoscenza di sé.

Conoscere e comprendere le varie tipologie umane, anche se non sono verità assolute, può essere uno stimolo per suggerire una conversazione con il proprio IO.

Ma potrebbe essere anche una provocazione utile, mi auguro, per cercare dentro ciò che ci può servire per essere di più quello che già siamo.

Bisognerà individuare queste narrazioni e mi piacerebbe che, una volte portate su carta, magari in un volume  stampato, servissero come letture del comportamento umano che è espressione chiara della psiche che ci governa, in gran parte sommersa e invisibile.

 

(Articolo a cura del Prof. Giuseppe Pino Maiolo)

 

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia adatta alle tue esigenze? O quella più vicina al tuo luogo di residenza? Cercala su logo.png




 

 

 

 

Tags: chi sono io?

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Sensazione di essere preso in …

  Michele, 75 anni     Gent.mo Dott., sono un musicista (ed ex bancario). Da un po' di tempo mi reco presso un negozio saltuariamente do...

Richiesta di sessione di terap…

Daniele C., 24 anni     Ciao, sono un ragazzo di 24. Ho dei problemi a gestire rabbia e nervosismo e la cosa ha un effetto negativo su di me e ...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Istinto

Il termine istinto, come indica l'etimologia stessa (il termine latino “instinctus”, deriva da instinguere, incitare), è usato nel linguaggio ordinario per indi...

Trinatopia

In oculistica, è una rara forma di cecità per il blu e il violetto. E' uno dei quattro tipi di daltonismo più diffusi: Acromatopsia: deficit di visione di t...

Resistenza

“La resistenza è l’indice infallibile dell’esistenza del conflitto. Deve esserci una forza che tenta di esprimere qualcosa ed un’altra forza che si rifiuta di c...

News Letters

0
condivisioni