Pubblicità

Quanto è importante la comunicazione fra genitori e figli?

0
condivisioni

on . Postato in Infanzia e adolescenza | Letto 1787 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (2 Voti)

Un recente studio ha concluso che una comunicazione positiva fra genitori e figli durante la pre-adolescenza favorisce minori comportamenti a rischio, come il consumo di alcool, abuso di sostanze e alimentazione disordinata.

Quanto è importante la comunicazione fra genitori e figli?Lo studio, pubblicato sulla rivista “Biological Psychiatry” e durato 14 anni, ha seguito partecipanti con età compresa tra i gli 11 e i 25 anni ed ha evidenziato come la comunicazione tra genitori e figli promuove lo sviluppo di una rete cerebrale coinvolta nell'elaborazione delle ricompense e altri stimoli che, a sua volta, protegge dal consumo eccessivo di cibo, alcool e droghe.

In questo modo, una comunicazione funzionale e positiva tra genitori e figli produce un impatto significativo sui comportamenti di salute durante l'età adulta.

Secondo il Dottor John Krystal, Direttore della rivista “Biological Psychiatry”, questo “potrebbe significare che le interazioni sociali influenzano realmente i modelli di cablaggio del cervello durante gli anni dell'adolescenza”.

Questo vuole sottolineare come le interazioni familiari abbiano un ruolo potenziale nello sviluppo del cervello e l'emergere di comportamenti disadattivi nell'età adulta.

Lo studio è stato condotto dal team dell'Università della Georgia, guidato da Christopher Holmes.

I ricercatori hanno concentrato la loro attenzione sugli afroamericani che vivono in zone rurali, una popolazione sottovalutata che può essere sproporzionalmente a rischio per questi comportamenti dannosi per la salute nella giovane età adulta.

Nel 2001, il gruppo di ricerca ha iniziato lo studio longitudinale che ha coinvolto famiglie afroamericane con un figlio di 11 anni. Tra gli 11 e i 13 anni, i partecipanti hanno riportato le interazioni con i loro genitori, inclusa la frequenza delle discussioni e dei confronti.

Quando i partecipanti hanno raggiunto i 25 anni di età, un sottocampione di 91 partecipanti è stato reclutato dallo studio più ampio per prendere parte a una sessione di neuroimmagine che ha misurato l'attività cerebrale utilizzando la risonanza magnetica funzionale.

Nello specifico, i ricercatori hanno utilizzato la risonanza magnetica funzionale per studiare una rete di connessioni cerebrali chiamata rete di salienza anteriore.

Pubblicità

I partecipanti hanno anche risposto a domande sull'uso dannoso di alcool o dell'eccessivo consumo di cibo come ricompensa emotiva all'età di 25 anni.

I risultati hanno indicato che l'area di salienza anteriore è un meccanismo cerebrale che risponde a come i genitori nell'infanzia influenzano i comportamenti di salute nella prima età adulta.

Questi risultati evidenziano il valore degli sforzi della prevenzione e dell'intervento che hanno come obiettivo le competenze genitoriali nell'infanzia come mezzo per favorire uno sviluppo neurocognitivo adattivo a lungo termine”, ha concluso l'autore dello studio.

Questi risultati indicano l'importanza della comunicazione tra genitori e figli nell'età prescolare per i comportamenti adattivi e suggeriscono un percorso cerebrale attraverso una maggiore coerenza nell'area di salienza anteriore.

Questa rete è risultata implicata sia nell'uso di alcool e sostanze che nel consumo eccessivo di cibo, confermando prove di sovrapposizione nelle regioni del cervello per uso di sostanze e comportamenti alimentari disordinati, nonché la rivelazione di percorsi divergenti.

 

A cura della Dottoressa Giorgia Lauro

 

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia adatta alle tue esigenze? O quella più vicina al tuo luogo di residenza? Cercala su logo.png




 

 

Tags: genitori figli adolescenza comunicazione Infanzia e adolescenza gentori e figli

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Richiesta di sessione di terap…

Daniele C., 24 anni     Ciao, sono un ragazzo di 24. Ho dei problemi a gestire rabbia e nervosismo e la cosa ha un effetto negativo su di me e ...

Rapporti nonni-nipoti [1619430…

soffice, 42 anni     Gentili dottori, vi chiedo un parere circa l’atteggiamento da tenere verso il padre di mio marito, nonno della nostra bam...

Ho fallito in tutto sono depre…

Alessandro, 62 anni.     Ho 62 anni e sono arrivato ad uno stadio di depressione da cui non vedo possibilità di uscita, sono disperato ormai. ...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Io

"Nella sua veste di elemento di confine l'Io vorrebbe farsi mediatore fra il mondo e l'Es, rendendo l'Es docile nei confronti del mondo e facendo, con la propri...

Catatonia

La prima descrizione della catatonia risale al 1874, quando lo psichiatra tedesco Karl Kahlbaum, nella sua monografia dal titolo Die Katatonie oder das Spannung...

Ofidiofobia

L’ofidiofobia (dal greco ὄφις ophis "serpente" e φοβία phobia "paura") è la paura patologica dei serpenti. Il paradigma (ovvero il modello di riferimento) alla...

News Letters

0
condivisioni