Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

PSICOLOGIA NEWS n.114 - 24.4.2003

on . Postato in News libri e riviste | Letto 231 volte

  • Professione psicoterapeuta. Il lavoro di gruppo nelle istituzioni
  • Elementi di psicologia clinica. Manuale per operatori sanitari e sociali
  • Come capire gli altri. Guida rapida per interagire con loro nel modo più efficace
  • Computer per un figlio. Giocare, apprendere, creare
  • Riconoscimento ed esclusione. Forme storiche e dibattiti contemporanei
  • La qualità della vita. Filosofi e psicologi a confronto
  • Io non ho paura
  • La tutela del minore: le tecniche di ascolto
  • Strane coincidenze. Il tumore e i suoi significati: dalla malattia alla rinascita
  • Crescere figli maschi
  • Mobbing: quando la prevenzione è intervento. Aspetti giuridici e psicosociali del fenomeno
  • Psicopatologia dello sviluppo

Ronchi Ermete, Ghilardi Alberto
Professione psicoterapeuta. Il lavoro di gruppo nelle istituzioni
Contributi: Barbieri Cristina, Corbella Silvia, Dallaporta Andrea, de Polo Renato, Galletti Aurelia, Malus Daniele, Miglietta Donata, Pontalti Corrado, Salvetti Teresa, Sava Vito, Speri Leonardo, Valentini Marco
Collana: Psicoterapie
Anno: 2003, Pagine: 240
Prezzo: € 19,50
Editore: Franco Angeli - Milano

Presentando esperienze di singoli e di associazioni tra le più significative del settore, il volume illustra le condizioni teorico metodologiche necessarie alla progettazione e allo sviluppo di interventi clinici e formativi nelle istituzioni, sottolineando come in questi contesti lo strumento gruppale divenga un modo di funzionamento della mente davanti alla complessità dell'esperienza individuale e collettiva. Riferimento per professionisti ed operatori, in primis psicoterapeuti, che effettuano azioni individuali, gruppali, di rete o organizzativi, il testo propone interventi per settori diversificati, mostrando le potenzialità di sviluppo del modello clinico gruppale.
Nella riflessione sullo stato attuale delle professioni cliniche il volume delinea una prospettiva di crescita legata alle conoscenze richieste dai nuovi scenari. In particolare, evidenzia quella che, fin da ora ma ancor più in futuro, si definisce come la competenza distintiva dello psicoterapeuta, un professionista che dovrà uscire da una formazione riduttiva, esclusivistica e dipendente da un'unica scuola di riferimento, per avviarsi ad una formazione multidimensionale, congruente con la teoria della complessità, che lo renda capace di coniugare livelli di analisi individuali, gruppali e istituzionali e gli permetta di rispondere alle esigenze di soggetti-utenti sempre più diversificate.
Il volume si rivolge a psicoterapeuti, psicologi, medici, studenti e specializzandi e a tutti coloro che, a vario titolo, si occupano di gruppi, di intervento organizzativo e di gestione e sviluppo delle risorse umane.

Ermete Ronchi è psicologo psicoterapeuta, psicosocioanalista e analista di gruppo. Direttore del Centro Studi e Ricerche COIRAG è membro di ARIELE PSICOTERAPIA, ARIELE, IAGP, AIF e Sinopsis. È responsabile dell'area "Modelli e tecniche di gruppo" della Scuola COIRAG di specializzazione in psicoterapia di Milano e redattore di Gruppi nella clinica, nelle istituzioni, nella società e Psychomedia Telematic Review .
Alberto Ghilardi è psicologo psicoterapeuta, formatore e professore associato di Psicologia clinica nella Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Brescia. Consulente, docente, formatore e supervisore di gruppi ed équipe per enti ed istituzioni del settore sanitario, sociale, educativo e scolastico, è autore di pubblicazioni su temi di clinica e formazione.


Raffaella CATTELANI
Elementi di psicologia clinica. Manuale per operatori sanitari e sociali
Anno: 2003, pp. 264
Prezzo: € 20.50
Editore: Carocci - Roma

Questo libro, scaturito dall´esperienza di insegnamento nei corsi di laurea dell´area socio-sanitaria, intende presentarsi quale supporto didattico per quegli operatori in formazione (infermieri, terapisti, educatori, assistenti sociali ecc.) che si avvicinano allo studio di materie psicologiche e devono acquisire la capacità di integrare i concetti e gli orientamenti teorici con la complessa realtà della pratica clinica. Più in generale, è indirizzato a quanti, pur presentando una formazione alla "relazione" con l´altro diverso da s ancora da perfezionare, si trovano già nella difficile condizione di fornire risposte alle molteplici forme di disagio psichico e quindi devono in qualche modo gestire una relazione con un utente-paziente che presenta turbe emotivo-comportamentali o della personalità di diversa natura.

Raffaella CATTELANI è psicologa e psicoterapeuta, insegna presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell´Università di Parma, nei corsi di laurea in Fisioterapia e in Tecniche della prevenzione nell´ambiente e nei luoghi di lavoro. Svolge attività clinica e di ricerca in ambito neuropsicologico presso l´Istituto di Neurologia della stessa Facoltà. È autrice di numerose pubblicazioni scientifiche.


Nenzioni Federico
Come capire gli altri. Guida rapida per interagire con loro nel modo più efficace
Collana: Trend/Le guide in un mondo che cambia
Anno: 2003, Pagine: 96
Prezzo: € 10,00
Editore: Franco Angeli - Milano

Nelle mie intenzioni, questo testo doveva essere indirizzato a coloro che operano nelle aziende, ma, a mano a mano che procedevo alla sua stesura, ho preso coscienza che le tipologie che via via si andavano delineando "punteggiano" la nostra intera esistenza, indipendentemente dal contesto in cui operiamo: organizzazioni grandi o piccole, la scuola, la famiglia. Insomma, ricorrono in tutte le realtà in cui gli esseri umani interagiscono fra di loro: dentro e fuori le aziende. Sarà agevole, quindi, per il lettore "ricollocare" le tipologie presentate in queste pagine nei contesti a lui più familiari. Le situazioni descritte sono reali e semplici e immediate le risposte suggerite per interagire efficacemente con il prossimo. E se in determinate circostanze ci si trovasse nelle condizioni di doversi "difendere" dagli altri, lo si potrà fare con "classe", per non condizionare in modo negativo ogni futuro rapporto con loro.
Accostiamoci, dunque, a queste tipologie e cerchiamo di migliorare la nostra reciproca comunicazione. Carl G. Jung diceva che l'incontro fra due esseri umani è come il contatto di due sostanze chimiche: se c'è reazione entrambe vengono trasformate. La posta in gioco è alta: ne va della nostra e dell'altrui serenità.
Federico Nenzioni è education advisory di multinazionale operante nel settore dei controlli elettronici di precisione. È autore di vari testi sulla comunicazione interpersonale, volta, soprattutto, alla gestione dei conflitti in ambito organizzativo. Con la FrancoAngeli ha pubblicato numerosi volumi di successo.


Antinucci, F.
Computer per un figlio. Giocare, apprendere, creare
Collana: Economica Laterza
Anno: 2001, pp. 144
Prezzo: € 5,16

Antinucci riesce a smontare molti luoghi comuni sull'uso delle nuove tecnologie e a persuaderci con entusiasmo e convinzione che il computer è meglio della Tv.
Marco Belpoliti, «Il Manifesto»
Se siete genitori alle prese con figli di circa dieci anni avrete un manualetto per dissipare tutti i dubbi sulla domanda, da un milione di dollari, se il computer fa bene o male ai piccoli.
Jacopo Iacoboni, «Il Mattino»
Felici e intelligenti i figli del videogame: la sorprendente tesi del saggio di Antinucci.
Simonetta Fiori, «La Repubblica»
Un libro semplice che, attraverso un dialogo, spiega come cambiano i criteri di apprendimento e il modo di pensare la realtà.
Annachiara Valle, «Famiglia Cristiana»
Un libro eccellente dedicato agli aspetti neurologici e psicologici del videogame.
Sandro Modeo, «Corriere della Sera»


Tiziano BONAZZI (a cura di)
Riconoscimento ed esclusione. Forme storiche e dibattiti contemporanei
Anno: 2003, pp. 200
Prezzo: € 18.00
Editore: Carocci - Roma

La questione del rapporto fra il "noi" e gli "altri" è questione centrale in tutto il pensiero occidentale. La riflessione religiosa, quella politica e quella sociologica da sempre si interrogano su come definire il "noi" cui sono rivolti la parola divina, il comando politico, le richieste e le aspettative sociali; e definirlo significa al contempo individuare chi a quel "noi" non appartiene; riconoscere chi sono gli "io" racchiusi nel "circolo del noi" esclude, di conseguenza, da quel circolo tutti gli altri. Il volume presenta gli esiti di una ricerca volta a indagare, sia da una prospettiva storica sia come interrogazione sul presente, il nesso che lega indissolubilmente i processi di riconoscimento e di esclusione. A partire da tre differenti punti di vista - quello dell´indagine teologica sui tre grandi monoteismi (cristianesimo, ebraismo, islamismo), quello storico dell´appartenenza politica che determina i concetti di cittadinanza e di popolo, quello sociologico della costruzione dell'identità del s - gli autori dei saggi offrono una riflessione critica e problematica sui concetti di appartenenza, riconoscimento ed esclusione.

Tiziano BONAZZI insegna Storia e istituzioni dell´America del Nord presso la facoltà di Scienze Politiche dell´Università di Bologna, dove è direttore del Dipartimento di Politica, Istituzioni, Storia. Tra le sue più recenti pubblicazioni ricordiamo la traduzione e la cura della Dichiarazione di indipendenza degli Stati Uniti d´America, Marsilio, Venezia 2003.


Peratoner Alberto, Zatti Alberto
La qualità della vita. Filosofi e psicologi a confronto
Contributi: Ancona Leonardo, Cacciari Massimo, Calvi Gabriele, Carli Renzo, Cattorini Paolo, De Masi Domenico, Di Maria Franco, Ghidelli Giacomo, Màdera Romano, Malagoli Togliatti Marisa, Melchiorre Virgilio, Mordacci Roberto, Pepitone Albert, Testoni Ines, Totaro Francesco, Trentini Giancarlo, Vero Tarca Luigi, Vigna Carmelo
Collana: Varie
Anno: 2002, Pagine: 272
Prezzo: € 22,50
Editore: Franco Angeli - Milano

Filosofi e psicologi intessono in questo libro una trama cucita a doppio filo. Nel 1998 vennero chiamati a Venezia da Giancarlo Trentini e Carmelo Vigna più di 60 studiosi delle discipline psicologiche e filosofiche, discipline per un verso così vicine fra di loro (per lo stesso oggetto di studio: l'essere umano nel suo essere nel mondo) ma anche, per l'altro, così distanti (per linguaggi, metodi e strumenti). Gli atti del convegno qui presentati, il cui titolo riecheggia volutamente il titolo di un precedente convegno organizzato dai due studiosi dell'Ateneo veneziano ( La qualità dell'uomo , Angeli, 1985), manifesta tutto il fascino e l'interesse di una ricerca condotta nella complementarietà dei ruoli e nella convergenza comune dello sguardo puntato sul medesimo oggetto dell'umano nel suo farsi vita.
I materiali qui pubblicati si organizzano lungo due direttrici fondamentali, che potrebbero essere disposti come su due assi ortogonali. Il primo considera gli estremi della vita, il nascere e il morire, quali termini imprescindibili per un qualsiasi orientamento nell'esistenza. Il secondo asse entra nel merito di alcuni punti nodali che caratterizzano la vita nel suo accadimento e nell'articolazione dell'esperienza comune. Tali sono la famiglia e il lavoro, ma anche, per il tempo presente, l'etica dei consumi, l'etica ambientale e la bioetica al confronto con le forme della fragilità della vita nell'età della senescenza.
Si tratta di un discorso a più voci, in cui la stessa struttura del convegno viene rispettata nella sequenza dei singoli contributi e delle repliche che di volta in volta un filosofo offre a uno psicologo oppure, viceversa, uno psicologo offre a un filosofo.

Alberto Peratoner , dottore in Filosofia, Università Ca' Foscari di Venezia.
Alberto Zatti , ricercatore di Psicologia generale all'Università Ca' Foscari di Venezia.


Niccolò Ammaniti
Io non ho paura
Anno: 2001, Einaudi Tascabili Stile libero, pp. 220
Prezzo: € 9
Editore: Einaudi - Milano

L'estate piú calda del secolo. Quattro case sperdute nel grano. I grandi sono tappati in casa. Sei bambini, sulle loro biciclette, si avventurano nella campagna rovente e abbandonata: in mezzo a quel mare di spighe c'è un segreto pauroso, un segreto che cambierà per sempre la vita di uno di loro.


Melania SCALI, Carmelina CALABRESE, Maria Claudia BISCIONE
La tutela del minore: le tecniche di ascolto
Anno: 2003, pp. 112
Prezzo: € 8.50
Editore: Carocci - Roma

Quando un bambino o un adolescente è coinvolto in procedimenti giudiziari, in particolare riferiti a situazioni di abuso sessuale, quali interventi bisogna mettere in atto per tutelarlo? Quali modalità di ascolto devono essere adottate? Il testo, che illustra protocolli di intervista, di valutazione e schemi di osservazione del minore, vuole essere uno strumento agile e aggiornato sulle più moderne e accreditate metodologie di lavoro in questo campo.

Melania SCALI è psicologo-psicoterapeuta, e insegna Criminologia alla Seconda Università degli Studi di Napoli.
Carmelina CALABRESE è psicologo clinico e giuridico. Svolge attività di consulente tecnico per diverse Autorità giudiziarie.
Maria Claudia BISCIONE è psicologo giuridico, psicoterapeuta e sessuologa. E´consulente tecnico per diverse Autorità giudiziarie.


Legnani Walter, Rescaldina Giuseppe, Riva Maria Grazia
Strane coincidenze. Il tumore e i suoi significati: dalla malattia alla rinascita
Collana: Scienze e salute
Anno: 2003, Pagine: 208
Prezzo: € 16,50
Editore: Franco Angeli - Milano

Partendo da un'analisi degli studi già eseguiti nel campo della correlazione tra psiche e malattia tumorale, in questo testo, attraverso una trattazione di casi clinici, si sviluppano nuove riflessioni sull'insorgenza della malattia tumorale e sugli aspetti soggettivi di personalità con eventi a particolare intensità emotiva.
In questo lavoro si sottolinea l'importanza del metodo dell'ascolto, spesso dimenticato nella pratica clinica, come strumento sia diagnostico, sia terapeutico: si suggerisce, pertanto, una nuova possibilità di impostazione non solo della ricerca, attivando un diverso approccio con il concetto di malattia e di cura, ma anche della stessa terapia nelle patologie tumorali e in tutte le malattie croniche a etiologia multifattoriale.
Il testo è rivolto sia agli operatori sanitari, sia alle persone che, per scelta o situazione, si trovano a relazionare con le problematiche legate alle malattie oncologiche.

Walter Legnani , medico oncologo, lavora presso l'ospedale di Abbiategrasso. Responsabile dell'assistenza domiciliare per l'Asl 1 Milano, si occupa dell'assistenza dei malati oncologici terminali. Collabora a un gruppo di studio per l'elaborazione di un modello di ricerca oncologica; ha pubblicato vari lavori scientifici su problematiche legate alle malattie tumorali.
Giuseppe Rescaldina , docente di Psicosomatica dell'Università Internazionale di Milano, dirige il Servizio Psicologico del Centro Studi Coppia di Milano e lo Studio di Psicoterapia e Terapia Naturale di Magenta. Si occupa di psicosomatica e terapia naturale. Segue come formatore gruppi di volontariato nell'ambito sanitario. Ha pubblicato, per Xenia, Fiori di Bach e psicoterapia e Alchimia .
Maria Grazia Riva insegna Clinica della formazione presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di Milano Bicocca. Studia le dinamiche affettive e relazionali e il ruolo delle dimensioni implicite e nascoste nei processi formativi e nelle storie individuali. Ha pubblicato, tra l'altro, Studio clinico sulla formazione , Angeli; L'abuso educativo , Unicopli; La formazione clinica per il dirigente scolastico , Angeli.


STEVE BIDDULPH
Crescere figli maschi
Anno 2003, Collana: TEA Pratica, pp. 200
Prezzo: € 8,00
Editore: TEA - Milano

Mentre per molto tempo è prevalsa la tendenza ad affermare che maschi e femmine sono uguali, la ricerca più recente ha confermato le «naturali intuizioni» dei genitori sulla diversità dei ragazzi. Si è così cominciato a comprendere come apprezzare e sviluppare positivamente la «mascolinità» – in ogni sua forma – invece di schiacciarla. Ma non basta prendere semplicemente coscienza di questo per crescere giovani felici, creativi, sicuri, educati e generosi: è necessario seguire una strategia. In questo libro, Steve Biddulph passa in rassegna gli aspetti fondamentali per comprendere appieno i propri figli maschi, come i tre distinti stadi dello sviluppo, i poderosi effetti del testosterone sulla psicologia degli adolescenti e le nuove scoperte sulla «vulnerabilità» del loro cervello.

Steve Biddulph è terapista familiare da vent’anni. Ha studiato e fatto pratica in Australia, negli Stati Uniti, in Nuova Zelanda e a Singapore. Dopo il successo ottenuto con i suoi libri si è dedicato maggiormente ai problemi legati all’educazione dei genitori nella crescita dei figli. È autore di numerosi manuali dedicati all’infanzia.


Depolo Marco
Mobbing: quando la prevenzione è intervento. Aspetti giuridici e psicosociali del fenomeno
Contributi: Guglielmi Dina, Maier Elisabetta, Sarchielli Guido, Simoni Barbara, Toderi Stefano
Collana: Lavoro e societa'
Anno: 2003, Pagine: 208
Prezzo: € 14,50
Editore: Franco Angeli - Milano

Il fenomeno "mobbing" è uno dei più presenti sulla stampa specializzata e su quella divulgativa. Tra i fattori negativi della vita lavorativa, forse soltanto lo stress richiama un'attenzione maggiore.
Se più di un quarto dei lavoratori europei ritiene che il suo lavoro stia danneggiando la sua salute qualcosa che non funziona nell'organizzazione del lavoro attuale ci sarà. È probabile che si tratti di segnali diversi, ma concorrenti nell'indicare che stiamo offrendo a troppe persone, a troppi lavoratori e a troppe lavoratrici, un lavoro che chiede sempre di più e il più delle volte non offre in cambio abbastanza.
Cosa c'entra tutto questo con il mobbing? Molto. Le vessazioni (quando non vere persecuzioni) sul lavoro non sono una novità di oggi. Ci sono sempre state: la differenza è che oggi abbiamo le parole per dirlo e per bollare certi comportamenti di prevaricazione o di violenza morale sul lavoro come inaccettabili per la dignità umana. Una differenza ancora più importante è che oggi abbiamo gli strumenti per vedere che, quando questi episodi si verificano, esistono delle situazioni che li hanno resi possibili, ne hanno accompagnato la nascita senza ostacolarli e ne tollerano l'esistenza. In altre parole, dei veri e propri fattori di rischio.
Questo libro cerca di contribuire alla conoscenza di questi fattori di rischio legati all'organizzazione del lavoro e al contesto relazionale e sociale di lavoro: la salute psicofisica dipende tanto da fattori "oggettivi" (sostanze chimiche dannose, ad esempio), quanto da un capo incapace di chiarirci che cosa la nostra azienda o il nostro ente si aspetta dal nostro lavoro.
Invitiamo a vedere il mobbing come uno degli esiti negativi di una cattiva organizzazione del lavoro, che per di più toglie a chi ha già poco: persone e gruppi sociali più deboli e meno attrezzati per difendersi da soli dalle esigenze crescenti di fare prima, fare a miglior prezzo, fare con meno difetti. Con l'obiettivo di fornire una conoscenza di base degli aspetti giuridici, organizzativi e psicosociali del fenomeno "mobbing", il volume presenta anche dati di ricerche empiriche che suffragano il legame tra condizioni psicosociali di lavoro e di funzionamento organizzativo e rischio di episodi di mobbing. Lo scopo principale è di contribuire a diffondere una cultura della prevenzione, che è la difesa più efficace contro il verificarsi e il diffondersi di queste aggressioni.

Marco Depolo è professore di Psicologia delle organizzazioni nella Facoltà di Psicologia dell'Università di Bologna. Ha svolto studi e ricerche sulla carriera lavorativa e sulle condizioni organizzative e psicosociali che ne permettono lo sviluppo. È autore di pubblicazioni nazionali e internazionali in diversi settori della psicologia del lavoro e delle organizzazioni.


FAVA VIZZIELLO G.
Psicopatologia dello sviluppo
Collana: Manuali, pp. 360, anno: 2003
Prezzo: € 20,00
Editore: Il Mulino - Bologna

Un manuale pensato per gli studenti dei corsi di laurea triennali e per il professionale, con un sito per lo studio e la didattica.
La psicopatologia dello sviluppo è chiamata ad integrarsi con numerose altre discipline: psicologia sociale, clinica e dello sviluppo; medicina pediatrica, interna e psichiatrica; genetica e neuropsichiatria infantile; epidemiologia, sociologia e antropologia. La prima esigenza cui questo manuale vuole rispondere è dunque quella di trovare un linguaggio comune, che consenta il dialogo tra quanti si occupano dei minori e dei loro problemi; la seconda, quella di costruire una competenza di base che si presti ad essere declinata in ambiti di intervento diversi (clinico, educativo, sociale, lavorativo), in sintonia con le finalità pratico-applicative affidate dalla recente riforma universitaria alle lauree di primo livello. La ricca serie di "casi" che correda il volume permette infine agli studenti di entrare in contatto diretto con l'esperienza quotidiana di quanti operano nel settore.

Graziella Fava Vizziello è docente di Psicopatologia dello sviluppo nella Facoltà di Psicologia dell'Università di Padova. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo "Tra genitori e figli, la tossicodipendenza" (con P. Stocco, Masson, 1997) e "La consulenza clinica psicologica" (con G. Disnan, Masson, 1999).

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Intelligenza Emotiva

"Si tratta delle capacità di motivare se stessi e di persistere nel perseguire un obiettivo nonostante le frustazioni; di controllare gli impulsi e rimandare la...

Disturbo schizoide di personal…

Disturbo di personalità caratterizzato da mancato desiderio o piacere ad instaurare relazioni altrui e chiusura verso il mondo esterno. Il disturbo schizoide d...

Archetipo

“La nostra psiche è costituita in armonia con la struttura dell'universo, e ciò che accade nel macrocosmo accade egualmente negli infinitesimi e più soggettivi ...

News Letters