Pubblicità

PSICOLOGIA NEWS n.415 - 6.8.2009

0
condivisioni

on . Postato in News libri e riviste | Letto 316 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
  • Il giardino dei giochi creativi. Manuale per scatenare l'immaginazione e l'inventiva di genitori, animatori e bambini
  • Management e leadership. In che modo la prospettiva evoluzionistica può migliorare la gestione delle risorse umane
  • Destini delle identità
  • Apprendere dal bambino. Riflessioni a partire dall'Infant Observation
  • L'angoscia
  • Il bambino e il rischio del virtuale
  • Curare l'anoressia e la bulimia. Psicoanalisti in ospedale
  • La mente casuale. Come l'evoluzione del cervello ci ha dato l'amore, la memoria, i sogni e Dio
  • Alimenti killer. Sconfiggere l'obesità e rivoluzionare il modo di consumare

Procopio Claudio, Reali Giorgio F.
Il giardino dei giochi creativi. Manuale per scatenare l'immaginazione e l'inventiva di genitori, animatori e bambini
2009, Collana: Laboratorio Salani
Pagine: 108
ISBN: 9788862560047
Prezzo: € 11.00
Editore: Salani

Che cosa sono i giochi creativi? Il tappo volante, la macchina a vento, il tuffabiglia, il pendolino, la tombola dialettale, la torre di mani, il dado delle forme, la girandola, l'hula-frisbee, il ponte piramidale... giochi che potete creare voi stessi utilizzando materiali semplicissimi come forbici, spago, cartoncino, scotch e colori, ma soprattutto amici e fantasia. Il divertimento non è solo il gioco, ma anche la preparazione! Dopo il "Giardino dei giochi dimenticati", un nuovo libro pieno di consigli e suggerimenti per realizzare moltissimi giochi da fare con gli amici durante una festa o con fratelli, nonni o genitori. Età di lettura: da 8 anni.

Acquista il libro on line

 

Nigel Nicholson
Management e leadership. In che modo la prospettiva evoluzionistica può migliorare la gestione delle risorse umane
2009, Pagine: 240
ISBN: 9788895930077
Prezzo: € 26,00
Editore: Fioriti

Stiamo entrando in un nuovo millennio risplendente di meraviglie tecnologiche, impazienti di scoprire quali siano le opportunità che la vita ha in serbo per noi. Ci sembra quasi di sentire delle voci che ci dicono che non ci sono limiti a ciò che possiamo fare e a ciò che possiamo essere. I business media, i manager e i consulenti ritengono che attraverso la forza di volontà e l’utilizzo della nostra grande intelligenza e ingegnosità, siamo in grado di riprogettare le organizzazioni e il management come vogliamo. Siamo in grado di gestire un’azienda e prendere decisioni con grande razionalità, riusciamo a manipolare i motivi che spingono gli altri ad agire in una determinata maniera e possiamo far crescere i leader in funzione delle nostre esigenze. Possiamo epurare il mondo degli affari dalla politica e dalle guerre di quartiere. Possiamo bandire dalle nostre istituzioni le chiacchiere e i pettegolezzi. Possiamo non tenere conto delle differenze di status e di sesso.
Ora torniamo con i piedi per terra. Saremo sicuramente riusciti a venire fuori dall’Età della Pietra, ma non siamo ancora riusciti a estirparla dalle nostre menti.
Il messaggio che questo libro vuole trasmettere, non è che l’uomo accetta passivamente i disagi provocati dall’istinto alla sua vita sociale moderna. Piuttosto, intende far capire che bisogna comprendere tali disagi così da poterli gestire sapientemente.

Nigel Nicholson è professore di Comportamento nelle organizzazioni alla London Business School. Oltre all’attività d’insegnamento svolge regolarmente la funzione di commentatore di management alla radio e sui giornali.

Acquista il libro on line


Lucio Russo
Destini delle identità
2009, Collana: La funzione analitica - risultati, idee, problemi
Pagine: 240
ISBN: 9788826317571
Prezzo: € 23.00
Editore: Borla

Nuovi miti identitari e nuove forme di sapere sulle identità mettono in crisi il vecchio ordine familiare, la differenza tra i sessi e tra le generazioni, le identità di genere e la stessa etica. La molteplicità dei processi di soggettivazione nell'attuale epoca della «tecnopoiesi» ha generato, e continua a generare, una consistente varietà di modi di concepire l'identità umana. Questo cambiamento ha contribuito a dissolvere l'identità in una miriade di modelli progettati dalle ideologie presenti nella cultura attuale, generando negli individui e nei gruppi umani crisi identitarie. La scienza, la letteratura e le esperienze artistiche della nostra epoca insistono nel sottolineare, con linguaggi diversi, questo fenomeno; ciò vuol dire che una trasformazione storica delle identità si è effettivamente compiuta. Trasformazione che si manifesta nelle «identità mutanti», vere e proprie mutazioni antropologiche dell'umano, e che si presenta nella soggettività di ognuno come una ferita aperta, una lacerazione, un evento enigmatico, dentro cui l'individuo è preso. Le implicazioni di questa trasformazione non sono date e il suo senso resta ancora da decifrare.
Lucio Russo fa dialogare tra loro alcuni tra i maggiori psicoanalisti (Freud, Bion, Fédida, Lacan, Milner e Winnicott), e costruisce feconde ibridazioni tra il linguaggio psicoanalitico e quello letterario, ripensando, attraverso la sua esperienza clinica, i limiti delle identità per differenziare ciò che è invariante da ciò che non lo è nella formazione soggettiva del senso di sé. Nella visione psicoanalitica delle soggettività, l'identità è un evento complesso, che non si riduce alla formula della coscienza riflessiva «Io=Io>: essa è piuttosto il sentimento che il soggetto ha di se stesso e della propria filiazione. Sentimento che è il risultato di un lavoro psichico interminabile, singolare e non ripetibile, di relazioni tra il pulsionale, l'immaginario e il simbolico.

Lucio Russo, psicoanalista con funzioni didattiche della Società Psicoanalitica Italiana, vive e lavora a Roma. È autore, oltre che di diversi articoli e saggi, dei libri Nietzsche, Freud e il paradosso della rappresentazione (Roma, 1986), L'indifferenza dell'anima (Borla, Roma, 20002) e Le illusioni del pensiero (Borla, Roma, 20062). Per le Edizioni Borla ha inoltre curato il volume Del genere sessuale (Roma, 1988, con M. Vigneri), e l'edizione italiana de La scorza e il nocciolo, di N. Abraham e M. Torok (Roma, 1993).

Acquista il libro on line



M. Francesconi, D. Scotto di Fasano (A cura di)
Apprendere dal bambino. Riflessioni a partire dall'Infant Observation
2009, Collana: La camera dei bambini
Pagine: 216
ISBN: 9788826317397
Prezzo: € 22,00
Editore: Borla

«Apprendere dal bambino è il titolo pensato con Dina Vallino molti mesi fa, quando, in una sera d'inizio inverno, ragionavamo di Infant Observation nel soggiorno della sua casa di campagna, davanti a un bel fuoco acceso nel grande camino...Ci parve che l'idea di mettere l'accento sull’apprendere dal bambino fosse pertinente per le due aree coinvolte, quella dell'osservazione dell'infans e quella pedagogica.
Apprendere dal bambino, poi, la dice lunga: evoca Martha Harris e il suo imparare dai bambini, evoca Esther Bick e il suo insight sull'importanza di apprendere mediante l'Infant Observation, da un lato, com'è normalmente un neonato normale nella sua normalmente normale famiglia e, dall'altro, ciò che accade quando invece le cose non filano lisce...Evoca il Bion di Apprendere dall'esperienza, che aprirà la via agli psicoanalisti per trovare nel paziente il loro miglior collega e nei genitori del bambino in terapia delle persone con le quali condividere un'osservazione del bambino in stanza d'analisi e in famiglia...Apprendere dal bambino, infine, segnala anche, a nostro parere, la necessità per noi adulti di restare in contatto con il bambino che è in noi, dal quale farci guidare per non perdere punti di vista improbabili/imprevisti sul mondo e sulla realtà...In effetti, in Apprendere dal bambino sono molte le scoperte che abbiamo potuto trasformare in ipotesi sulle quali riflettere da punti di osservazione imprevisti» (Marco Francesconi, Daniela Scotto di Fasano).
«...la caratteristica più rilevante dell'atteggiamento conoscitivo assunto da Apprendere dal bambino mi sembra il rifiuto di considerare l'Infant Observation come una conquista realizzata una volta per tutte, atteggiamento che, sebbene a mio parere "dovuto" a ogni metodo empirico, può apparire inattuale in anni in cui l'osservazione è divenuta pratica diffusa e indiscussa in ambito psicoanalitico oltre che psicologico. Ma, come sa chi si occupa di Infant Observation, non basta avere gli occhi per saper osservare, occorre un lungo lavoro di apprendimento, autocritica e confronto con le osservazioni degli altri perché si giunga a una - provvisoria - obiettività...
Il bambino è qui avvicinato con grande rispetto per la sua soggettività, con attenzione a non prevaricarlo, con la sensibilità di non proiettare su di lui la mente adulta dell'osservatore» (Silvia Vegetti Finzi).

Acquista il libro on line

Vassilis Kapsambelis
L'angoscia
2009, Collana: Piccola Biblioteca di Psicoanalisi
Pagine: 120
ISBN: 9788826317342
Prezzo: € 14,00
Editore: Borla

Nodo alla gola, stomaco chiuso, sensazione di oppressione, respiro difficoltoso, sudori freddi, disturbi del sonno ecc: questi sintomi sono conosciuti da tutti poiché l'esperienza dell'angoscia è condivisa da tutti. Ma l'angoscia non è di un solo tipo. Lo stesso termine viene utilizzato per riferirsi a situazioni e vissuti che vanno da un'angoscia passeggera a turbe ansiose, veri tratti di personalità permanenti in alcuni. Presentando gli apporti degli approcci psichiatrici, psicoanalitici, cognitivisti, neurologici e filosofici sull'ansia, quest'opera mostra come dalla comprensione delle angosce scaturisca la scelta del trattamento.

Vassilis Kapsambelis, è psichiatra e psicoanalista. Dirige l'ASM 13. È anche autore di Les médicaments du narcissisme. Métapsychologie des neuroleptiques (1994), e di Termes psychiatriques français d'origine grecque (1997).

Acquista il libro on line

 

S. Tisseron, S. Missonnier, M. Stora
Il bambino e il rischio del virtuale
2009, Collana: Camera dei bambini
Pagine: 160
ISBN: 9788826317380
Prezzo: € 18.00
Editore: Borla

Internet, blog, chat, messaggerie istantanee, videogiochi, reti...Lo sviluppo delle nuove tecnologie ha rivoluzionato le nostre consuetudini sociali, nello stesso tempo, gli schermi sono diventati capaci di stimolarci a dialogare con loro. Non offrono più soltanto delle immagini da guardare, ma ci rimettono in contatto con gli scambi interattivi precoci che legano un bambino a un adulto nei gesti, nella mimica e nei vocalizzi condivisi.
Queste modalità di utilizzo delle nuove tecnologie si accompagnano a forme inedite di socializzazione, ma anche di desocializzazione. Qual è il loro ruolo nella costruzione della personalità e nelle sue disfunzioni? In che cosa favoriscono oppure ostacolano i riferimenti dell'identità? Che cosa spinge alcuni bambini ad immergervisi? Quali aspettative soddisfano e quali rischi corrono? Si cerca una nuova cultura, che certamente può portare a nuove patologie, ma che non esclude un uso terapeutico delle opportunità che offre.
Questo libro, chiaro e nello stesso tempo erudito, segna una tappa importante per comprendere i nostri rapporti con le macchine. Interesserà quindi non soltanto i clinici, ma anche gli educatori e i genitori.

Serge Tisseron, psichiatra e psicoanalista, è direttore di ricerca presso l'università di Paris X Nanterre. È anche autore di La Monte, psychanalyse d'un lien social (1992) e di Psychanalyse de l'image, des premiers traits au virtuel (1995).
Sylvain Missonnier, psicoanalista (Institut de psychanalyse, Société Psychanalytique de Paris), è anche professore incaricato di Psicologia clinica presso l'università di Paris X Nanterre, direttore di ricerca presso il laboratorio del LASI (Laboratoire de psychopatologie des atteintes somatiques et identitaires) e addetto al reparto maternità del polo ospedaliere di Versailles.
Michel Stora, è psicologo psicoanalista presso il Centro medico-psicopedagogico di Pantin per bambini e adolescenti. Ma fondato l'Osservatorio dei mondi digitali in scienze umane.

Acquista il libro on line

 

 

E. Birot - C. Chabert - P. Jeammet (A cura di )
Curare l'anoressia e la bulimia. Psicoanalisti in ospedale
2009, Collana: Ricerche per il nostro tempo
Pagine: 224
ISBN: 9788826317281
Prezzo: € 24,00
Editore: Borla

Fra i disturbi dell'adolescenza, l'anoressia mentale è oggetto di preoccupazioni teoriche e cliniche la cui attualità risulta ancora oggi confermata.
Quest'opera a più mani è stata elaborata da un gruppo di psicoanalisti e di psichiatri che lavorano nelle istituzioni e che hanno deciso di mettere a confronto le rispettive esperienze cliniche. L'orientamento da essi scelto per presentare le riflessioni teoriche contenute nel volume trova il suo baricentro nello studio del lavoro psichico considerato nei suoi rapporti con il mondo interno e con la realtà esterna: questi mettono in evidenza la forza e la collocazione privilegiata attribuibili in particolare alle modalità di investimento e di utilizzo della percezione nella dinamica delle varie forme di cura. Seguendo tale filo conduttore, vengono affrontati temi quali la presa in carico all'interno delle istituzioni, le terapie familiari, lo psicodramma e, va da sé, le psicoterapie individuali.

Élisabeth Birot, psicoanalista, è membro della Società Psicoanalitica di Parigi.
Catherine Chabert, psicoanalista, è membro dell'Associazione Psicoanalitica di Francia.
Philippe Jeammet, psicoanalista, è membro della Società Psicoanalitica di Parigi e direttore del servizio di Psichiatria dell'Adolescente e del Giovane presso l'Institut Mutualiste Montsouris di Parigi.

Acquista il libro on line

 

 

Linden David J
La mente casuale. Come l'evoluzione del cervello ci ha dato l'amore, la memoria, i sogni e Dio
2009, Collana: Scienze e postmodernità
Pagine: 264
ISBN: 9788876408304
Prezzo: € 19.00
Editore: Centro Scientifico

In questo libro appassionante, uno dei più importanti neuroscienziati del mondo spiega come in realtà il nostro cervello sia il frutto casuale, imperfetto e contraddittorio di una complessa storia evolutiva. David Linden ci accompagna alla scoperta dello strano e spesso illogico mondo delle funzioni neuronali, rivelandoci passo dopo passo come nel corso di milioni di anni dal cervello e con il cervello si siano sviluppati quei caratteri peculiari che sono alla base del nostro essere umani: sensazioni ed emozioni, sesso e amore, sogni e pensiero religioso. Un inedito viaggio al centro della mente, brillante e accessibile, insieme rigoroso e leggero.

David J. Linden è professore di Neuroscienze presso la Johns Hopkins University School of Medicine. Il suo dipartimento ha lavorato per molti anni sul funzionamento del cervello e sul substrato cellulare della memoria. Caporedattore del Journal of Neurophysiology, vive a Baltimora, nel Maryland, con la moglie e due figli.

Acquista il libro on line

 


Delpeuch Francis, Maire Bernard, Monnier Emmanuel
Alimenti killer. Sconfiggere l'obesità e rivoluzionare il modo di consumare
2009, Collana: Scienze e postmodernità
Pagine: 146
ISBN: 9788876408359
Prezzo: € 16.00
Editore: Centro Scientifico

Ormai è un fatto: l'obesità sta diventando un'epidemia globale, che colpisce in maniera analoga il primo e il terzo mondo. Di chi è la colpa? La tentazione di trovare un responsabile è forte e c'è chi punta il dito contro i fast-food e contro chi produce e distribuisce alimenti ricchi di zuccheri. L'accusa è senz'altro fondata, ma forse semplicistica, perché sdogana troppo in fretta altri attori che, dagli agricoltori al consumatore stesso, passando per la potente lobby della grande distribuzione e i media, hanno comunque una parte di responsabilità. Trovare una soluzione significa mettere in discussione il nostro stesso modo di consumare gli alimenti, di produrli e di venderli. Mettere alla gogna gli obesi è dunque un atto ipocrita, oltre che inutile: in realtà, l'obesità non è altro che il prodotto delle nostre grandi scelte collettive.

Acquista il libro on line

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Tic

I tic sono quei disturbi, che consistono in movimenti frequenti, rapidi, involontari, apparentemente afinalistici. Sono percepiti come irresistibili, ma posson...

Anosognosia

Il termine, che deriva dal greco, significa letteralmente “mancanza di conoscenza sulla malattia”. Per la precisione, “nosos” significa malattia, “gnosis” sta p...

Psicoterapia

La psicoterapia è una forma d’intervento terapeutico nei confronti di disturbi emotivi, comportamentali, ecc., condotto con tecniche psicologiche. La Psicote...

News Letters

0
condivisioni