Pubblicità

Ignês Sodré

0
condivisioni

on . Postato in Le biografie dei grandi della psicologia | Letto 69 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

Ignês Sodré, psicoanalista di formazione, oltre all'attività clinica e accademica, si occupa anche di letteratura nel tentativo di collegare la psicoanalisi ai personaggi di romanzi di grandi autori occidentali, al fine di arricchire entrambi i campi.

Ignês SodréIgnês Sodré è una psicoanalista di formazione e supervisore della British Psychoanalytic Society. È nata e cresciuta in Brasile, dove si è qualificata come psicologa clinica.

Nel 1969 si trasferisce a Londra per studiare presso l'Istituto di Psicoanalisi. Ha insegnano a lungo a Londra e all'estero ed è stata docente di Psicoanalisi presso il Birkbeck College.

Ignês Sodré ha una conoscenza accademica e un profondo interesse per la psicoanalisi e la letteratura. Scrive di romanzi di grandi autori come Cervantes, George Eliot, Gustave Flaubert, Iris Murdoch e Marcel Proust.

Ha un modo unico e creativo di collegare psicoanalisi e letteratura andando così ad arricchire entrambi i campi.

Le sue idee derivano dalla sua esperienza con i suoi pazienti e dalla sua comprensione dei personaggi della letteratura, delle loro relazioni e delle loro vite psichiche immaginarie.

I suoi lavori esplorano soggetti psicoanalitici in modi nuovi che sorprendono il lettore invitandolo a nuove e più profonde riflessioni.

Leggere i suoi scritti non è solo una sfida intellettuale, ma anche un'esperienza estetica ed emotiva. La sua scrittura è complessa, poetica e originale e amplia la nostra comprensione della vita psichica.

Dal punto di vista formativo, le idee ed il pensiero di Ignês Sodré sono particolarmente influenzate dai lavori di Hanna Segal e Betty Joseph.

Pubblicità

Con quest'ultima, la Sodré ci ha lavorato per circa 30 anni, entrando a contatto con altri autori contemporanei importanti come Priscilla Roth, Ron Britton, Michael Feldman e John Steiner.

Uno dei temi principali della sua scrittura è il “compulsivo sognare ad occhi aperti”, inteso come uno spazio interno confortevole e protetto in cui la realtà è negata e distorta.

Questo tema è esplorato a fondo nel suo articolo “Addiction to near-life: On pathological daydreaming and the disturbing ambiguity of faking true-love”.

Un altro tema importante è la difficoltà di affrontare la perdita e le difese che si possono impiegare contro la realtà della perdita.

Questo aspetto del suo lavoro è basato sul saggio di Freud, “Lutto e melanconia”.

Ignês Sodré scrive del tormento che possiamo subire nelle nostre relazioni con oggetti interni che non possiamo riportare in vita, ma non possiamo lasciare andare.

Tra i suoi lavori, si rintraccia anche un'esplorazione dei processi di identificazione mediante proiezione e introiezione, nel tentativo di comprendere come e quando questi processi diventano concreti, rigidi ed eccessivi, arrivando così ad offuscare la differenziazione tra sé e oggetto.

Rispetto alla relazione analista e paziente, Ignês Sodré esplora ciò che è curativo in psicoanalisi.

Mostra le complesse relazioni dialettiche tra l'intuizione dell'analista e la comprensione del mondo interno del paziente e la sua empatia e ricettività dal punto di vista del paziente, nonché il suo modo di proteggersi dal dolore e dal tumulto.

Ignês Sodré ha quindi una capacità unica di integrare questi due “modi di essere”.

La sua empatia e la sua profonda comprensione della psiche umana si incontrano sia nella sua scrittura che nel suo lavoro di clinica, insegnante e supervisore.

 

A cura della Dottoressa Giorgia Lauro

 

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia adatta alle tue esigenze? O quella più vicina al tuo luogo di residenza? Cercala su logo.png




 

 

 
 
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto compagno [1596550507819]

Manugia68, 51 anni  Buongiorno, grazie per l'attenzione. Vorrei chiedervi gentilmente che cosa in termini di comportamento dovrei provare a fare per ...

Single a 44 anni [159637738178…

Giuseppe, 44anni Gent.mi dottori buongiorno, vi scrivo per chiedervi un'opinione sulla mia storia di vita. Prometto che non sarò prolisso. ...

stato apatico [1596135127415]

Cerbero80, 40 anni Premetto che vi scrivo non perché io non sia soddisfatto del lavoro che ho fatto fino ad oggi con la mia terapista, ma prevalentemente p...

Area Professionale

Come lavorare con chi ha avuto…

Capita a psicologi e psicoterapeuti di lavorare con clienti che provengono da precedenti relazioni terapeutiche e in questo breve articolo cerchiamo di foc...

La resilienza e i concreti ind…

Gregory E. Miller e i suoi collaboratori in un nuovo studio di neuroimaging pubblicato sulla rivista PNAS hanno ipotizzato che la connettività della rete esecut...

Nelle sedute di psicoterapia l…

Una ricerca, pubblicata su “The American Journal of Psychotherapy”, sostiene l'ipotesi che l'umorismo all'interno delle sedute di psicoterapia possa contribuire...

Le parole della Psicologia

Il Cyber-Sex

La Cyber-Sex Addiction: pornografia, sesso in rete e dipendenza. Il termine Cyber-Sex, dall’inglese “sesso (Sex) cibernetico (Cybernetic), si riferisce all’att...

Illusioni

Il termine illusione (dal latino illusio, derivato di illudere, "deridere, farsi beffe") indica, in genere, quelle percezioni reali, falsate dall'intervento di ...

Manierismo

Questo termine sta ad indicare un uso dei mezzi espressivi eccessivo e sovraccarico, cioè una mimica, un comportamento ed un linguaggio privi di naturalezza o s...

News Letters

0
condivisioni