Pubblicità

Ignês Sodré

0
condivisioni

on . Postato in Le biografie dei grandi della psicologia | Letto 1154 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (2 Voti)

Ignês Sodré, psicoanalista di formazione, oltre all'attività clinica e accademica, si occupa anche di letteratura nel tentativo di collegare la psicoanalisi ai personaggi di romanzi di grandi autori occidentali, al fine di arricchire entrambi i campi.

Ignês SodréIgnês Sodré è una psicoanalista di formazione e supervisore della British Psychoanalytic Society. È nata e cresciuta in Brasile, dove si è qualificata come psicologa clinica.

Nel 1969 si trasferisce a Londra per studiare presso l'Istituto di Psicoanalisi. Ha insegnano a lungo a Londra e all'estero ed è stata docente di Psicoanalisi presso il Birkbeck College.

Ignês Sodré ha una conoscenza accademica e un profondo interesse per la psicoanalisi e la letteratura. Scrive di romanzi di grandi autori come Cervantes, George Eliot, Gustave Flaubert, Iris Murdoch e Marcel Proust.

Ha un modo unico e creativo di collegare psicoanalisi e letteratura andando così ad arricchire entrambi i campi.

Le sue idee derivano dalla sua esperienza con i suoi pazienti e dalla sua comprensione dei personaggi della letteratura, delle loro relazioni e delle loro vite psichiche immaginarie.

I suoi lavori esplorano soggetti psicoanalitici in modi nuovi che sorprendono il lettore invitandolo a nuove e più profonde riflessioni.

Leggere i suoi scritti non è solo una sfida intellettuale, ma anche un'esperienza estetica ed emotiva. La sua scrittura è complessa, poetica e originale e amplia la nostra comprensione della vita psichica.

Dal punto di vista formativo, le idee ed il pensiero di Ignês Sodré sono particolarmente influenzate dai lavori di Hanna Segal e Betty Joseph.

Pubblicità

Con quest'ultima, la Sodré ci ha lavorato per circa 30 anni, entrando a contatto con altri autori contemporanei importanti come Priscilla Roth, Ron Britton, Michael Feldman e John Steiner.

Uno dei temi principali della sua scrittura è il “compulsivo sognare ad occhi aperti”, inteso come uno spazio interno confortevole e protetto in cui la realtà è negata e distorta.

Questo tema è esplorato a fondo nel suo articolo “Addiction to near-life: On pathological daydreaming and the disturbing ambiguity of faking true-love”.

Un altro tema importante è la difficoltà di affrontare la perdita e le difese che si possono impiegare contro la realtà della perdita.

Questo aspetto del suo lavoro è basato sul saggio di Freud, “Lutto e melanconia”.

Ignês Sodré scrive del tormento che possiamo subire nelle nostre relazioni con oggetti interni che non possiamo riportare in vita, ma non possiamo lasciare andare.

Tra i suoi lavori, si rintraccia anche un'esplorazione dei processi di identificazione mediante proiezione e introiezione, nel tentativo di comprendere come e quando questi processi diventano concreti, rigidi ed eccessivi, arrivando così ad offuscare la differenziazione tra sé e oggetto.

Rispetto alla relazione analista e paziente, Ignês Sodré esplora ciò che è curativo in psicoanalisi.

Mostra le complesse relazioni dialettiche tra l'intuizione dell'analista e la comprensione del mondo interno del paziente e la sua empatia e ricettività dal punto di vista del paziente, nonché il suo modo di proteggersi dal dolore e dal tumulto.

Ignês Sodré ha quindi una capacità unica di integrare questi due “modi di essere”.

La sua empatia e la sua profonda comprensione della psiche umana si incontrano sia nella sua scrittura che nel suo lavoro di clinica, insegnante e supervisore.

 

A cura della Dottoressa Giorgia Lauro

 

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia adatta alle tue esigenze? O quella più vicina al tuo luogo di residenza? Cercala su logo.png




 

 

 
 
0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Efferenza

Il termine “efferenza” si riferisce alle fibre o vie nervose che conducono in una determinata direzione i potenziali di riposo e di azione provenienti da uno sp...

Empatia

Il termine empatia si riferisce alla capacità di una persona di partecipare ai sentimenti di un'altra, nel “mettersi nei panni dell’altro”, entrando in sintonia...

Tic

I tic sono quei disturbi, che consistono in movimenti frequenti, rapidi, involontari, apparentemente afinalistici. Sono percepiti come irresistibili, ma posson...

News Letters

0
condivisioni