Pubblicità

Depressione post-partum (depressione post-natale)

0
condivisioni

on . Postato in Le parole della Psicologia | Letto 1933 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (2 Voti)

La depressione post-partum è un disturbo dell’umore che ha inizio entro le prime quattro settimane successive al parto.

depressione post partum

Se nella maggior parte dei casi la gestazione rappresenta un momento di grande felicità per la donna, grazie all’intima unione che si crea con il figlio, subito dopo il parto, invece, la situazione può completamente cambiare poiché la donna diventa molto vulnerabile.

Circa il 70% delle neo-mamme presenta dei leggeri sintomi di depressione, che lo psicoanalista inglese D. Winnicott ha chiamato “baby blues” i cui sintomi, che scompaiono nel giro di pochi giorni, comprendono crisi di pianto senza apparente motivo, irritabilità, inquietudine e ansia.

La depressione post-partum, invece, presenta dei sintomi ben più gravi e duraturi:

  • umore depresso per la maggior parte del tempo;
  • marcata diminuzione di interesse e di piacere per tutte, o quasi, le attività,
  • mancanza di energia,
  • agitazione o rallentamento psicomotorio,
  • significativa perdita o aumento di peso,
  • ridotta capacità di pensare o di concentrarsi,
  • insonnia o ipersonnia,
  • pensieri ricorrenti di morte.

Tali sintomi hanno una particolare rilevanza non solo perché ostacolano il recupero fisico della madre ma anche perché possono compromettere il benessere del neonato.

Pubblicità

L’incapacità di prendere sonno può rendere maggiormente fastidioso doversi svegliarsi per allattare il bambino; le difficoltà di concentrazione e nel prendere decisioni possono essere accentuate dalle necessità legate all’accudimento del bambino; l’irritabilità e l’instabilità possono rendere più difficile la gestione dei figli.

Molte donne che vivono la depressione post-partum si sentono fallite come madri, il loro livello d’ansia è elevato e focalizzato sul benessere del bambino. In questo contesto le difficoltà di coppia spesso si aggravano e le donne percepiscono scarso sostegno da parte dei loro compagni, che a loro volta possono fare fatica ad adattarsi alle esigenze del bambino.

 

Riferimenti bibliografici:

  • Lanzi G. (1994). “La depressione nel bambino e nell’adolescente.”Armando Editore
  • Erikson E. (1984). “I cicli della vita. Continuità e mutamenti.” Armando Editore
  • Murray L. (1999). “Espressione del post-partum e sviluppo del bambino.” Edizioni Internazionali

 

(a cura della Dottoressa Mariagrazia Susanna)

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: depressione post-partum

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Masochismo

Deviazione sessuale di meta che spinge l'individuo a cercare l'eccitazione e il piacere solo attraverso la violenza fisica o morale che gli viene inflitta. Spes...

Dismorfismo corporeo

L’interesse sociale nei confronti del Disturbo di Dismorfismo Corporeo (BDD) è cresciuto solo recentemente nonostante sia stato documentato per la prima volta n...

Sessualità

La sessualità può essere intesa come l’espressione fondamentale dell’essere umano che coinvolge tutti gli aspetti della sua personalità: razionalità, affettivit...

News Letters

0
condivisioni