Pubblicità

Psicosi

0
condivisioni

on . Postato in Le parole della Psicologia | Letto 2393 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (2 Voti)

psicosiIl termine Psicosi è stato introdotto nel 1845 da von Feuchtersleben con il significato di "malattia mentale o follia".

Esso è un disturbo psichiatrico e descrive gravi affezioni mentali, caratterizzate da un difetto dell’autocritica e da un distacco della realtà. La psicosi è molto comune e il suo esordio può avvenire nell’adolescenza e nella precoce età adulta, essa è quasi sempre il risultato di fattori organici, psicologici e costituzionali.

I sintomi che caratterizzano la psicosi sono:

  • Allucinazioni, ossia le “percezioni senza oggetto": la persona vede, sente, odora cose che in realtà non esistono;
  • Disturbi del pensiero: è un disturbo dell' organizzazione, espressione e formulazione del pensiero. La persona comunica con frasi poco chiare o che non hanno senso; ha inoltre difficoltà nel concentrarsi e nel seguire una conversazione;
  • Cambiamenti emotivi: lo stato emotivo cambia improvvisamente e senza un motivo apparente. Sono comuni gli sbalzi d’umore, per cui la persona potrebbe sentirsi insolitamente eccitata o depressa;
  • Cambiamenti comportamentali: vi è la presenza di comportamenti motori diversi dal solito, in cui l’individuo è estremamente attivo o rimanere tutto il giorno fermo senza far nulla;
  • Deliri: sono le convinzioni erronee che il soggetto vive come reali e indubitabili. Le persone psicotiche vivono in un mondo costruito nella loro mente e non consensualmente condiviso.

Pubblicità

Il principale disturbo psicotico, secondo il DSM, è la schizofrenia, che può essere suddivisa in 5 categorie: paranoide, catatonica, disorganizzata, indifferenziata e residua. Per fare una diagnosi di schizofrenia è necessario che la persona presenti almeno due dei sintomi descritti per una durata di almeno 6 mesi. Il DSM prevede anche le diagnosi di disturbo psicotico breve e disturbo schizofreniforme nel caso in cui la sindrome psicotica ha una durata inferiore.

 

Riferimenti bibliografici:

  • Lingiardi V. (2004). “La personalità e i suoi disturbi". Milano, Il saggiatore.
  • Maldonato M. (2011). “Dizionario di scienze psicologiche". Napoli, Edizione Simone

 

(Dott.ssa Susanna Mariagrazia)

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: psicosi

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

senza via di uscita 2 (1572361…

straniero66, 53 Vi ho già scritto in precedenza e ho avuto la vostra risposta “SENZA VIA DI USCITA (1571319488503)”. Continuo a stare male, attualmente io ...

Senza via di uscita (157131948…

straniero66, 53 Sono sposato da 27 anni, una storia iniziata quando io e mia moglie eravamo poco più che ragazzini, in questi anni, come molte coppie, abbi...

Ansia e inadeguatezza (1570737…

Limmy6, 21 Sono una studentessa universitaria e da quando ho iniziato non ho avuto mai problemi a parlare con gli altri e a fare nuove amicizie. Conosco e ...

Area Professionale

Articolo 42 - il Codice Deonto…

Si conclude su Psiconline.it, con il commento all'art.42 (vigenza), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settimana ha s...

Articolo 41 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art.41 (Osservatorio Permanente) prosegue, su Psiconline.it, il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo s...

Articolo 40 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.40 (pubblicità professionale), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo ...

Le parole della Psicologia

Voyeurismo

Il Voyeurismo (dal francese  voyeur che indica chi guarda, “guardone”)  è un disordine della preferenza sessuale. I voyeur sono quasi sempre uomini c...

Pistantrofobia (paura di fidar…

La pistantrofobia è caratterizzata da una paura irrazionale di costruire una relazione intima e personale con gli altri. Molti di noi hanno sperimentato delusi...

Aprassia

L'aprassia (dal greco "a" prefisso di negazione e "praxía", cioe' fare, quindi incapacità di fare) è un deficit primitivo dell’attivi...

News Letters

0
condivisioni