Pubblicità

Anorgasmia (156256 )

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 67 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Flavia, 53

 

Gentile Dottore,
il mio problema è che raggiungo l'orgasmo solo con la masturbazione.
Sono stata sposata per 27 anni con un uomo che non aveva grande attenzione per me e, visto che non avevo mai avuto esperienze con altri uomini, davo la colpa a lui e al suo modo di fare.
Da tre anni mi sono separata ed ho conosciuto un uomo sensibile, molto attento ai miei bisogni e che si prende molta cura di me, innamoratissimo, così come lo sono io di lui.
Pensavo che sarebbe stato l'inizio di una nuova vita, ma il mio problema è rimasto invariato, anzi forse col passare degli anni, i tempi per raggiungere l'orgasmo si sono allungati.
Di solito mi tocco mentre lui mi penetra, ma a livello vaginale non ho assolutamente nessuna sensazione.
C'è una qualche speranza o possibilità che questo cambi?
E se sì, cosa devo fare?
Grazie in anticipo

Cara Flavia,
il disturbo descritto è abbastanza risolvibile poichè si tratta di verificare quale può essere l'attrattività e la sensibilità emotiva della coppia.
Se eventualmente è sopraggiunta la menopausa una piccola variabile della sensibilià clitoridea e vaginale e libido può essere sopraggiunta.
Non ci vedo niente di starno se ti masturbi durante il rapporto tutto può far parte delle fantasie che la coppia esprime.
Come consiglio se volete avere un ulteriore conferma consultate uno psicoterapeuta sessuologo che con tecniche appropriate può risolvere il problema esposto.
Auguri

 

(Risponde il Dott. Puggelli Sergio)

Pubblicato in data 23/10/2012

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Isteria

L'isteria è una sindrome psiconevrotica, caratterizzata da manifestazioni somatiche e psichiche, che insorgono generalmente sulla base di una personalità isteri...

Disturbo Antisociale di Person…

La prevalenza del DAP è pari al 3% nei maschi e all'1% nelle femmine nella popolazione generale, e aumenta al 3-30% in ambiente clinico. Percentuali di preva...

Agnosia

L'agnosia (dal greco a-gnosis, "non conoscere") è un disturbo della percezione caratterizzato dal mancato riconoscimento di oggetti, persone, suoni, forme, odor...

News Letters

0
condivisioni