Pubblicità

Totale disinteresse sessuale (1527692725939)

0
condivisioni

on . Postato in Sessualità | Letto 291 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoTabata, 41

domanda

 

 

Ho sempre avuto un rapporto ludico con il sesso.

Convivo da cinque anni con il mio compagno: per i primi tre o quattro mesi è andato tutto bene, poi si è via via sempre più disinteressato al sesso fino ad arrivare a uno/due rapporti non completi all'anno.

All'inizio l'ho convinto ad iniziare una terapia di coppia, durata pochissimo perché si sono evidenziati problemi di gravi carenze ormonali che hanno "deviato" la ricerca di soluzioni verso un piano più clinico che psicologico. Ora (a quattro anni di distanza) il testosterone è tornato a livelli clinicamente accettabili, ma il suo disinteresse nei miei confronti (e in quelli di chiunque altro) continua immutato.

Lui nemmeno ci pensa: meccanicamente non ci sono difficoltà, si tratta di desiderio inesistente. Nel tempo poi l'intimità si è ancor più impoverita, sembriamo due coinquilini, e io non so più dove sbattere la testa.

Sta vedendo uno psicologo con il quale affrontano però tutte altre questioni legate alla gestione della rabbia, e io aspetto che in qualche modo la situazione si evolva cercando di non fare pressioni perché non è colpa sua e si sente già abbastanza inadeguato e infelice. Ho anche smesso di cercare di prendere l'iniziativa, visto che la cosa gli causava ansia (e adesso la causa a me, ho paura di un rifiuto quindi non inizio nemmeno).

Anche se cerco di ricordarmi che non è colpa di nessuno mi sento rifiutata, e sono così arrabbiata e frustrata, mi innervosisco e litighiamo per niente, e alla fine gli rinfaccio che sto male e lui si sente in colpa. Ci stiamo massacrando, poveretto.

Insomma, io ho bisogno che le cose cambino in fretta perché non reggo più questa situazione terribile, d'altra parte però temo che le cose non miglioreranno mai e ho paura.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

risposta

 

 

Cara tabata,

Il percorso del compagno mi sembra adeguato in base ai risultati clinici, cioè la mancanza ormonale e il rivedere in maniera sufficiente il testosterone non significa che ritorni il desiderio.

Chiaramente sta facendo un percorso psicoterapeutico e mi sembra del tutto normale riuscire a capire le basi dei suoi disturbi psicologici prima di addentrarsi nelle tecniche di sessuologia.

Se alla base c'è l'amore e non infatuazione consiglio che anche tu inizi un percorso psicoterapeutico psicodinamico per sciogliere i dubbi della mancanza di desiderio da parte del compagno e successivamente come coppia da uno psicoterapeuta sessuologo, tutto ciò quando avete risolto i dubbi psicologici.

Auguri

 

Pubblicato il 15/06/2018

 

A cura del Dottor Sergio Puggelli

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: consulenza online gratuita disinteresse sessuale

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia ingestibile (15442947529…

Sofia, 17     E' da un anno che la mia vita non é più come era prima. a causa del tanto stress provocato probabilmente dalla scuola e dalla famig...

Disturbo alimentare (154418616…

Isa21,  20     Carissimo psiconline, saró breve e cercheró di spiegare come mi sento in maniera piú chiara possibile.Vivo all'estero per st...

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Aerofobia

Con il termine aerofobia (o aviofobia) viene definita la paura di volare in aereo per via di uno stato d'ansia a livelli significativi. ...

Barbiturici

Con il termine Barbiturici si indica quella classe di farmaci anestetici, antiepilettici ed ipnotici, derivati dall’acido barbiturico (o malonilurea), che hanno...

Attaccamento

“Ogni individuo costruisce modelli operativi del mondo e di se stesso in esso, con l’aiuto dei quali percepisce gli avvenimenti. Nel modello operativo del mondo...

News Letters

0
condivisioni