Pubblicità

Antidepressivi e gravidanza

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 820 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gli antidepressivi sembrerebbero associati ad un aumento della lunghezza del cordone ombelicale durante la gravidanza

farmaci e gravidanzaUna ricerca effettuata presso la University of Eastern Finland e la Kuopio University Hospital ha indagato la relazione tra l’assunzione di antidepressivi, nello specifico SSRI (Inibitori selettivi del re-uptake della serotonina), e la lunghezza del cordone ombelicale durante la gravidanza.

Dallo studio è emerso che gli SSRI, comunemente prescritti come antidepressivi, sembrerebbero associati ad un aumento della lunghezza del cordone ombelicale rispetto a bambini le cui madri non assumono farmaci di questo tipo.

La presenza di un cordone ombelicale più lungo potrebbe indebolire la circolazione fetale ed esporre il feto ad una mancanza di ossigeno durante la gravidanza o il parto.

Secondo i ricercatori, l’esposizione prenatale a farmaci come SSRI associata ad una maggiore lunghezza del cordone ombelicale potrebbe indicare che questa classe di antidepressivi aumenta l’attività fetale e i movimenti nell’utero.

Lo studio ha coinvolto più di 24.000 donne che hanno partorito presso il Kuopio University Hospital tra il 2002 e il 2012.

Circa l’1,7% (416 donne) delle partecipanti assumeva SSRI, in particolare quello più comunemente usato era il citalopram.

I bambini di tali donne presentavano cordoni ombelicali più lunghi rispetto ad altri e avevano il doppio di probabilità di finire in terapia intensiva rispetto ad altri neonati.

Tuttavia, sottolineano i ricercatori, questi cambiamenti possono anche essere spiegati dalla presenza di uno stato depressivo nella madre.

La depressione, sia quando trattato con farmaci che non, determina alcune modifiche rispetto al decorso della gravidanza e del parto. Tuttavia, l’associazione di farmaci SSRI con la lunghezza del cordone ombelicale non era mai stata indagata e osservata fino ad ora.

Questo è quindi un fattore estremamente importante da prendere in considerazione attraverso una valutazione accurata della situazione individuale di ciascun paziente nel momento in cui bisogna scegliere il trattamento.

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: antidepressivi gravidanza SSRI cordone ombelicale citalopram circolazione fetale mancanza di ossigeno terapia intensiva

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Inconscio

Nella sua accezione generica, indica tutte quelle attività della mente inaccessibili alla soglia della consapevolezza Il termine inconscio (dal latino in- cons...

Acalculia

L'acalculia è un difetto a effettuare il calcolo mentale e scritto. Il termine acalculia è apparso per la prima volta nel 1925, proposto da Henschen, il quale l...

I gruppi Balint

I gruppi Balint iniziarono verso la fine degli anni ’40 quando fu chiesto a Michael e a Enid Balint di fornire ai medici generici una formazione psichiatrica pe...

News Letters

0
condivisioni