Pubblicità

Combattere ansia e depressione con l’esercizio fisico

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 2978 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (4 Voti)

Un nuovo studio suggerisce che molti professionisti che si occupano di salute mentale, stanno sempre e più frequentemente consigliando ed includendo nei piani terapeutici dei loro pazienti attività legate all’esercizio fisico.

esercizioI ricercatori della Michigan State University e della University of Michigan hanno quindi, condotto uno studio su 295 pazienti che già ricevevano un trattamento in una clinica di salute mentale.

A questi ultimi fu chiesto se desiderassero essere maggiormente fisicamente attivi e si cercò di indagare l’effettiva efficacia dell'esercizio fisico e del suo contributo nel a migliorare lo stato d'animo e di ansia dei pazienti. E’ stato inoltre chiesto loro se volessero che il loro terapista li aiutasse a diventare più attivi.

L’85% dei soggetti partecipanti allo studio ha dichiarato di voler svolgere più attività fisica ed un buon 80% del campione, credeva che l'esercizio contribuisse effettivamente a migliorare il loro stato d'animo ed a diminuire l'ansia nel corso del tempo.

Quasi la metà dei soggetti ha espresso inoltre, interesse a ricevere un consulto ed un aiuto da parte della figura del terapeuta per ricevere consigli su come meglio mantenersi in attività fisica.

Pubblicità

Tale studio è stato pubblicato nella rivista General Hospital Psychiatry.

"E’ stato dimostrato che l'attività fisica è efficace nel ridurre i livelli di depressione e di ansia da moderati a lievi", ha affermato Carol Janney, autore principale dello studio.

"Nelle attuali terapie vengono consigliati almeno 30 minuti di attività fisica da svolgere cinque giorni alla settimana per promuovere la salute mentale e fisica, ma molti dei partecipanti allo studio, purtroppo non hanno seguito queste raccomandazioni".

Più della metà dei partecipanti aveva riferito infatti, che spesso a causa loro umore non riusciva a svolgere le ore di attività fisica raccomandate limitandone così anche gli effetti benefici da essa derivanti.

"Offrire programmi di attività fisica all'interno delle cliniche di salute mentale può essere uno dei molti approcci centrati sul paziente che possono migliorare la salute mentale e fisica dei pazienti", ha dichiarato Janney e con lui concorde Marcia Valenstein, co-autorice allo studio.

“Sarebbe auspicabile che i programmi di trattamento di salute mentale collaborassero con i programmi di fitness per meglio elicitare i loro pazienti a mantenersi maggiormente in esercizio fisico", ha riferito la Valestein. "Questa collaborazione potrebbe essere effettuata ad es. procedendo all’inserimento di figure professionali, quali personal trainer specializzati, nelle cliniche di salute mentale ".

Sia Valenstein che Janney hanno affermato che psichiatri ed altre figure terapeutiche potrebbero discutere con i pazienti della necessità generale di fare esercizio, e dei risvolti positivi che lo svolgimento di quest’ultima potrebbe portare relativamente la loro salute non solo fisica, ma anche mentale.

"Tuttavia i professionisti della salute mentale come psichiatri e terapeuti potrebbero non avere una formazione sufficiente per prescrivere delle attività fisiche mirate come parte della loro terapia", ha dichiarato Janney.

"D’altra parte, invece,  collaborando con personale qualificato nello svolgimento di specifici programmi di esercizio, i professionisti della salute mentale potrebbero essere agevolati nel prescrivere e ad offrire raccomandazioni mirate per l'attività fisica nel setting clinico".

Se si potesse rendere più facile, sia per i terapeuti che per i loro pazienti, di aver accesso più facilmente ai servizi di attività fisica, allora probabilmente molti più pazienti verrebbero aiutati a ridurre i loro livelli di depressione ed ansia.

Una volta dimostrata l'efficacia di questo approccio, sarebbe anche più facile pensare poter promuovere servizi di copertura assicurativa che aiutino le persone che vogliono svolgere esercizio per mantenersi in salute psico-fisica.

"Molte agenzie assicurative già lo fanno per la prevenzione del diabete, quindi non è un obiettivo impossibile da raggiungere" conclude Valestein.

 

 

Tratto da Psy Post

 

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Emanuela Torrente)

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: depressione ansia salute mentale esercizio fisico esercizio news di psicologia

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Vivo ogni giorno con sempre me…

  lola, 23 anni   Salve, sono una ragazza di 23 anni e soffro di molti dei settori sopra indicati..avrei davvero bisogno di sfogarmi con qualcun...

Come offrire aiuto ad una amic…

Soffice, 42 anni     Buongiorno, ho un’amica che soffre di dipendenza affettiva nei confronti del proprio compagno, da 20 anni. Abbiamo entra...

Superare un lutto [16164405522…

Caregiver, 50 anni       Buonasera Dottori, Ho quasi cinquant'anni, non ho figli e non sono mai stata sposata. Ho passato gli ultimi ven...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Paura

La paura è quell’emozione primaria di difesa, consistente in un senso di insicurezza, di smarrimento e di ansia, di fronte ad un pericolo reale o immaginario, o...

Abreazione

Il termine fu coniato da Freud e Breuer nel 1895 per designare il meccanismo inconscio, secondo il quale un individuo si libera dall’affetto connesso ad un even...

Imprinting

L'imprinting è una forma di apprendimento precoce secondo la quale i neonati, nel periodo immediatamente successivo alla nascita, vengono condizionati dal primo...

News Letters

0
condivisioni