Pubblicità

Effetti sulla salute mentale delle malattie croniche infantili

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1666 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (2 Voti)

un recente studio che ha esaminato gli effetti delle patologie croniche nei bambini sulla salute mentale a lungo termine ha mostrato come tali esperienze siano in grado di aumentare la probabilità di sviluppare depressione e ansia in età adulta.

malattie croniche

I ricercatori dell'Università di Sussex e dell’University College di Londra hanno monitorato sistematicamente le cartelle cliniche provenienti da un gran numero di studi medici, con l’intento di individuare associazioni tra otto patologie croniche infantili (artrite, asma, cancro) e problematiche emotive sviluppate dai pazienti successivamente nella vita.

L’indagine, pubblicata all’interno del Journal of Child Psychology and Psychiatry (JCPP), ha rivelato che i malati affetti da tutte le malattie croniche esaminate presentavano un rischio maggiore di sviluppare depressione o ansia, problemi emotivi che persistevano oltre l'infanzia e l'adolescenza e nella vita adulta.

Tali evidenze suggeriscono che le strategie di prevenzione e di intervento in favore della salute mentale dirette a bambini e adolescenti che soffrono di malattie croniche potrebbero essere di vitale importanza nel trattamento delle problematiche legate alla salute mentale, prima che possano svilupparsi condizioni ben più gravi.

Il Dottor Darya Gaysina, primo ricercatore dello studio, commentando i risultati, ha affermato: “Attualmente, si conoscono poco gli effetti della malattia cronica infantile sulla salute mentale. I nostri risultati hanno evidenziato come le patologie croniche infantili abbiano avuto un significativo impatto e abbiano concorso allo sviluppo di depressione in molti tra i 45.000 pazienti adulti analizzati dallo studio”.

Pubblicità

"In particolare, abbiamo riscontrato che il cancro è stato associato in modo significativo con la depressione adulta. Anche se la ricerca su altre condizioni croniche è risultata limitata, ci si è accorti che, pur eliminando dal campione i pazienti affetti da cancro, la correlazione era ancora presente. Quindi, è stato dimostrato che non solo il cancro, ma anche altre patologie possono essere associate a disturbi emotivi in età adulta”.

Il Dottor Gaysina ritiene, infatti, che tale correlazione potrebbe essere d’aiuto per tutti i professionisti della salute mentale nel mostrarsi più sensibili e attenti ai giovani pazienti affetti da varie tipologie di condizioni croniche.

 

Tratto da : sciencedaily

 

(Traduzione e adattato dalla Dottoressa Rubina Auricchio)

 

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

Tags: salute mentale

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Lo stereotipo

Il termine stereotipo deriva dalle parole greche "stereos" (duro, solido) e "typos" (impronta, immagine, gruppo), quindi "immagine rigida". Si tratta di...

Il pregiudizio

Similare alla connotazione più negativa di uno stereotipo, in psicologia un pregiudizio (dal latino prae, "prima" e iudicium, "giudizio") è un'opinione preconce...

Ortoressia

L'ortoressia (dal greco orthos "corretto" e orexis "appetito") è una forma di attenzione abnorme alle regole alimentari, alla scelta del cibo e alle sue caratte...

News Letters

0
condivisioni