Pubblicità

Gli abbracci ci proteggono dai conflitti interpersonali

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1958 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (2 Voti)

In accordo con le nuove ricerche, ricevere abbracci, un comune comportamento di supporto che gli individui utilizzano con gran parte dei loro partner sociali, si crede possa attutire i cambiamenti negativi del tono umorale correlati a conflitti interpersonali.

Abbracci

Le persone che usano più frequentemente il contatto interpersonale, hanno una migliore salute fisica e psicologica e delle migliori relazioni interpersonali.

Le ricerche hanno mostrato che i benefici dovuti al benessere del contatto interpersonale aiutano a proteggerci contro le conseguenze negative dei disagi psicologici ed il contatto tramite l'abbraccio potrebbe suscitare una particolare emozione protettrici dei conflitti interpersonali.

Questa ipotesi ha implicazioni potenziali importanti per la salute e per il benessere perché i conflitti con gli altri sono associati con un gran gruppo di disturbi psicologici e legati a conseguenze fisiche. Tuttavia la generalizzazione delle passate ricerche su questa tematica, è stata limitante perché gli studi si sono largamente focalizzati esclusivamente sul ruolo del contatto nelle relazioni amorose. Nel nuovo studio della Carnegie Mellon University, presente nel giornale PLoS ONE, i ricercatori Micheal Murphy e i suoi colleghi della Pittsburgh University, si sono focalizzati sullo studio degli abbracci.

Pubblicità

E' stato intervistato un campione di 404 adulti, ogni sera per 14 giorni consecutivi, chiedendo loro dei propri conflitti, del ricevere abbracci e dei sentimenti positivi o negativi a riguardo” ha spiegato l’autore dello studio Micheal Murphy .

I risultati hanno dimostrato che c’era un’interazione tra ricevere un abbraccio e l'esposizione ad un conflitto, tale che ricevere un abbraccio era associato ad un minor conflitto collegato ad una diminuzione del sentimento positivo, quando valutato contemporaneamente. “Ricevere abbracci era inoltre stato associato in prospettiva, con solo un minor incremento del conflitto correlato al sentimento negativo del giorno successivo, ma non con un aumento del sentimento positivo”.

Questi risultati concordano con l’ipotesi che gli abbracci ci proteggono dagli squilibri nell'umore negativo associati ad un vissuto di conflitto interpersonale.

Questa ricerca è solo al suo primo stadio di sviluppo” rivela il Dr. Murphy. “Noi abbiamo ancora delle domande su quando, come e perché gli abbracci risultano essere utili, suggerendo che gli abbracci consensuali potrebbero essere necessari per dare supporto a qualcuno, durante un conflitto relazionale”.

 

Tratto da Sci-News

 

(Traduzione ed adattamento a cura dell Dottoressa Giulia Inglese)

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: conflitto news di psicologia abbracci interpersonale

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Atarassia

L’atarassia (dal greco “ἀταραξία”, assenza di agitazione o tranquillità) è «la perfetta pace dell’anima che nasce dalla liberazione delle passioni» secondo la f...

La Sindrome di Stendhal

Patologia  psicosomatica, caratterizzata  da un senso di malessere diffuso provato di fronte alla visione di opere d’arte di straordinaria bellezza. ...

Gimnofobia

Il termine, dal greco “gymnos” (nudo) e “phobos” (paura), definisce la paura persistente, anormale ed ingiustificata per la nudità Coloro che soffrono di quest...

News Letters

0
condivisioni