Pubblicità

Lo stile genitoriale svolge un ruolo centrale nello sviluppo del narcisismo

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 4306 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (2 Voti)

Uno studio recentemente pubblicato sul "Journal of Research in Personality" afferma che lo stile genitoriale gioca un ruolo centrale nello sviluppo di tratti di personalità narcisistici della prole.

lo stile genitoriale svolge un ruolo centrale nello sviluppo

Il narcisismo è un tratto di personalità che include diverse caratteristiche, quali sentimenti di superiorità, mancanza di empatia, manipolazione e fantasie di potere e successo. Molte ricerche mostrano come il modo in cui i genitori si relazionano ai figli modelli il loro sviluppo. In particolare, sembra che vi sia un legame tra difficoltà di adattamento durante l’infanzia e l’adolescenza e lo sviluppo del narcisismo.

Una delle prime teorie sullo sviluppo del narcisismo suggerisce che l’ostilità, le critiche eccessive e la mancanza di calore nei genitori portino i figli a sentirsi inadeguati. Ciò li porterebbe a ricercare l’approvazione da chi li circonda per aumentare la propria autostima.

Secondo un’altra teoria, l’estrema indulgenza e l’eccessiva approvazione contribuirebbe allo sviluppo del narcisismo nei figli, i quali apprendono dai genitori il sentimento di superiorità e la convinzione di meritare un trattamento speciale.

Per indagare in che misura lo stile genitoriale possa contribuire a sviluppare tratti narcisistici nei figli, Eunike Wetzel e Richard Robins hanno condotto uno studio che ha coinvolto 674 bambini messicani di età compresa tra 12 e 16 anni.

Pubblicità

I risultati dello studio hanno rivelato che non vi era alcuna differenza di genere per lo sviluppo del narcisismo. Tuttavia, per quanto riguarda le ragazze, sono stati osservati più alti livelli di calore genitoriale e di controllo parentale rispetto ai ragazzi, soprattutto nell’età compresa tra i 14 e i 16 anni.

E’ emerso, inoltre, che i figli di genitori ostili e controllanti presentavano una maggiore tendenza allo sfruttamento nell’età compresa tra i 12 e i 14 anni. I dati emersi da questo studio, però, non evidenziano alcuna correlazione tra un particolare stile genitoriale e lo sviluppo del sentimento di superiorità, il che suggerisce che la genitorialità ha una maggiore influenza sulle caratteristiche disadattive del narcisismo.

I risultati di questa ricerca potrebbero condurre allo sviluppo di interventi, quali la riduzione dell’ostilità e il miglioramento del monitoraggio genitoriale, per ridurre le probabilità di sviluppo di tratti narcisistici nei figli.

 

 

 

Tratto da: psypost

 

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Rubina Auricchio)

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

Tags: genitorialità narcisismo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Il mio fidanzato mi umilia [1…

Ragazza991, 19 anni         Buonasera,   sono fidanzata da due anni, e ormai è da un anno o poco più che ogni volta che gl...

Aiuto [1610926691822]

Brigida, 38 anni     Buonasera, sono una mamma disperata. Vi scrivo per un consulto in merito a mia figlia Giulia di 9 anni. Da un annetto circ...

Due mondi diversi [16092338958…

  Morfea23, 21 anni     Da circa 4 mesi sto con un ragazzo totalmente  opposto al mondo in cui da sempre vivo, per situazione famili...

Area Professionale

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Le parole della Psicologia

Il Cyber-Sex

La Cyber-Sex Addiction: pornografia, sesso in rete e dipendenza. Il termine Cyber-Sex, dall’inglese “sesso (Sex) cibernetico (Cybernetic), si riferisce all’att...

Claustrofobia

La claustrofobia (dal latino claustrum, luogo chiuso, e phobia, dal greco, paura) è la paura di luoghi chiusi e ristretti come camerini, ascensori, sotterranei...

Oblio

L'oblio è un processo naturale di perdita dei ricordi per attenuazione, modificazione o cancellazione delle tracce mnemoniche, causato dal passare del tempo tra...

News Letters

0
condivisioni