Pubblicità

Perchè gli schizofrenici muoiono prematuramente?

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 17354 volte

3.4 1 1 1 1 1 Votazione 3.40 (5 Voti)

Cause di mortalità prematura in individui affetti da schizofrenia

Cause morte schizofreniaLa schizofrenia è una malattia psichiatrica caratterizzata da sintomi psicotici (allucinazioni e deliri), problemi cognitivi (difficoltà nell’attenzione, nella memoria e nel processo decisionale) e sintomi negativi (comportamento ritirato, eloquio scarso e povero di contenuti e bassa motivazione).

Anche se non esiste una cura per la schizofrenia, il trattamento può ridurne i sintomi. Attualmente, questi trattamenti comprendono farmaci e interventi psicosociali.
Molte persone affette da schizofrenia possono lavorare, vivere in modo indipendente o con assistenza limitata, e godersi la vita.

Sfortunatamente, però, alcune persone hanno sintomi che non rispondono al trattamento e che interferiscono sulla loro capacità di condurre una vita indipendente.

Le persone con schizofrenia hanno una durata di vita notevolmente ridotta.
Generalmente, le persone con questo disturbo muoiono più di 25 anni prima rispetto alla popolazione generale, indipendentemente dal gruppo demografico di appartenenza.
In altre parole, possono aspettarsi di vivere solo circa il 70% della normale durata della vita, in quanto muoiono presto.

Alcuni psichiatri statunitensi hanno cercato di individuare le cause di morte prematura di questi individui, esaminando un gruppo di oltre un milione di persone affette da schizofrenia.

Le più comuni cause di morte sono le malattie cardiovascolari, il cancro (in particolare cancro al polmone), il diabete, le morti accidentali e i suicidi.

Quindi la grande maggioranza dei decessi è il risultato di cause naturali. Tuttavia, anche i tassi di morte per suicidio e incidenti sono risultati sostanzialmente elevati.

Il fumo è un fattore di rischio di molte delle malattie sopracitate.
È noto da tempo che la maggior parte delle persone schizofreniche fuma. Molti sono anche fumatori incalliti.
Infatti, il tasso di fumo per gli individui schizofrenici è più del doppio del tasso osservato in individui non schizofrenici.

Ma non è solo il fumo che causa l’alta mortalità di chi soffre di schizofrenia.

Si può fare qualcosa per diminuire il tasso di morte prematura nelle persone con schizofrenia?

Aiutare le persone a smettere di fumare migliorerebbe notevolmente l'aspettativa di vita.

Pubblicità

Anche le morti premature dovute a malattie cardiovascolari possono essere ridotte, trattando l'ipertensione e i livelli elevati di colesterolo.
Gli effetti del diabete e le malattie cardiovascolari possono essere ridotti da un regolare esercizio fisico, dal mangiare sano e, per coloro che sono obesi, dalla perdita di peso.

Gli operatori sanitari dovrebbero costantemente cercare di evitare il suicidio, la depressione, l'uso di alcol e l’abuso di altre sostanze consigliando il trattamento al momento giusto.

Incoraggiare le persone a ridurre al minimo l'uso di alcool e droghe può portare ad una diminuzione di suicidi e morti accidentali. I trattamenti per la tossicodipendenza possono aiutare molte persone ad evitare la morte prematura.

Anche se l'attuazione delle raccomandazioni di cui sopra può risultare ardua quando si tratta di persone con malattie psicotiche, è bene sapere che tali programmi di trattamento possono funzionare.

Investire in risorse educative e psicosociali salva molte vite umane.

È importante che le famiglie e gli amici delle persone che convivono con la schizofrenia non si arrendano e incoraggino continuamente i loro cari ad impegnarsi in programmi che includono smettere di fumare e di far uso di droga e alcol, fare esercizio fisico, mangiare sano, mantenere un peso corporeo equilibrato e tenere sotto controllo l’ipertensione e il colesterolo alto.

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: schizofrenia alcol trattamento suicidio morte prematura sintomi psicotici inerventi psicosociali morte accidentale fumo droga malattie tossicodipendenza risorse educative

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mio marito ha un disturbo? [16…

Francesca, 36 anni. Salve, ho un problema con mio marito. Lui ha 39 anni e siamo sposati da 12. Da 3 ha un'azienda tutta sua di idraulica, fa impianti, ec...

Vivo ogni giorno con sempre me…

  lola, 23 anni   Salve, sono una ragazza di 23 anni e soffro di molti dei settori sopra indicati..avrei davvero bisogno di sfogarmi con qualcun...

Come offrire aiuto ad una amic…

Soffice, 42 anni     Buongiorno, ho un’amica che soffre di dipendenza affettiva nei confronti del proprio compagno, da 20 anni. Abbiamo entra...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Anedonia

Il termine anedonia venne coniato da Ribot nel 1897  e descrive l’assoluta incapacità nel provare piacere, anche in presenza di attività normalmente piacev...

Complesso di Edipo

Il nome deriva dalla leggenda di Edipo, re di Tebe, che, inconsapevolmente, uccide il padre Laio e sposa la madre Giocasta. Nella teoria psicoanalitica, indica...

Nevrosi

Le nevrosi rappresentano un gruppo di disturbi che coinvolgono la sfera comportamentale, affettivo-emotivo e psicosomatica dell’individuo in assenza di una pato...

News Letters

0
condivisioni