Pubblicità

Tecniche per innescare e cancellare falsi ricordi

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 380 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Un nuovo studio rileva che i falsi ricordi possono essere creati ed eliminati dalla memoria.

Tecniche per innescare e cancellare falsi ricordi

Lo studio, pubblicato da ricercatori dell'Università di Portsmouth, nel Regno Unito e delle Università di Hagen e Mainz, in Germania, evidenzia alcune tecniche in grado di correggere i falsi ricordi senza danneggiare i ricordi veri.

Esistono molte ricerche psicologiche che mostrano come i ricordi sono spesso ricostruiti e quindi fallibili. Tuttavia, questa è la prima volta che la ricerca ha dimostrato che i falsi ricordi di eventi autobiografici possono essere annullati.

Secondo il dottor Hartmut Blank, co-autore della ricerca del Dipartimento di Psicologia dell'Università di Portsmouth: "credere o persino ricordare qualcosa che non è mai accaduto può avere gravi conseguenze. Negli interrogatori della polizia o nei procedimenti legali, ad esempio, può portare a false confessioni o false accuse, e sarebbe quindi altamente auspicabile ridurre il rischio di falsi ricordi in tali contesti, in questo studio, abbiamo fatto un passo importante in questa direzione identificando tecniche di intervista che possono consentire alle persone di ritrarre i loro falsi ricordi".

Pubblicità

Al campione, composto da 52 partecipanti, è stato chiesto di riflettere su alcuni "ricordi d'infanzia" e con l'aiuto dei genitori hanno impiantato due falsi ricordi negativi che sicuramente non sono accaduti, ma erano plausibili. Ad esempio perdersi, scappare o essere coinvolti in un incidente d'auto. Insieme a due eventi veri, realmente accaduti, i partecipanti sono stati persuasi dai genitori che tutti e quattro gli eventi facevano parte della loro memoria autobiografica.

È stato anche chiesto di ricordare ogni evento in più sessioni di interviste. Alla terza sessione, la maggior parte credeva che i falsi eventi fossero accaduti e, analogamente a ricerche precedenti, circa il 40% ne aveva sviluppato dei veri e propri falsi ricordi.

I ricercatori hanno quindi tentato di annullare i falsi ricordi utilizzando due strategie:

  • la prima consisteva nel ricordare ai partecipanti che i ricordi potrebbero non essere sempre basati sull'esperienza delle persone, ma anche su altre fonti come una fotografia o la narrazione di un membro della famiglia. È stato quindi chiesto loro l'origine di ciascuno dei quattro eventi.
  • la seconda strategia prevedeva di spiegare loro che chiedersi di ricordare ripetutamente qualcosa può suscitare falsi ricordi. È stato chiesto loro di rivisitare i ricordi dei loro eventi tenendo presente questo aspetto.

Il risultato, secondo il dottor Blank, è stato quello di aumentare la consapevolezza dei partecipanti sulla possibilità di falsi ricordi, spingendoli a riflettere criticamente sui loro ricordi e rafforzando la loro fiducia nella loro prospettiva, siamo stati in grado di ridurre significativamente i loro falsi ricordi. Inoltre, e soprattutto, ciò non influiva sulla loro capacità di ricordare eventi veri.

 

 

Riferimento:

  • Aileen Oeberst, Merle Madita Wachendörfer, Roland Imhoff, Hartmut Blank. Rich false memories of autobiographical events can be reversedProceedings of the National Academy of Sciences, 2021; 118 (13): e2026447118 DOI: 10.1073/pnas.2026447118

 

 

(articolo a cura della dott.ssa Assunta Giuliano)

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

 

Tags: falsi ricordi inversione dei ricordi

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Rapporti nonni-nipoti [1619430…

soffice, 42 anni     Gentili dottori, vi chiedo un parere circa l’atteggiamento da tenere verso il padre di mio marito, nonno della nostra bam...

Ho fallito in tutto sono depre…

Alessandro, 62 anni.     Ho 62 anni e sono arrivato ad uno stadio di depressione da cui non vedo possibilità di uscita, sono disperato ormai. ...

Due nemici sotto lo stesso tet…

maria, 69 anni     Salve ! Sto vivendo un momento abbastanza difficile e complicato della mia vita e da sola non riesco ad uscirne, ecco perch...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Malaxofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dei giochi amorosi. E’ conosciuta anche come sarmasofobia, usata dai greci. ...

Cinofobia

Il cane è da sempre l’animale più amato dagli esseri umani, ormai è proverbiale la definizione “migliore amico dell’uomo” e in effetti la storia conferma questa...

Lo stereotipo

Il termine stereotipo deriva dalle parole greche "stereos" (duro, solido) e "typos" (impronta, immagine, gruppo), quindi "immagine rigida". Si tratta di...

News Letters

0
condivisioni