Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Il Bilancio di Competenze

on . Postato in La psicologia del lavoro | Letto 1821 volte

Il bilancio di competenze è un percorso che mette a punto un progetto professionale attraverso l’analisi sistematica delle caratteristiche personali

bilancio competenzaIn un contesto sociale, economico e lavorativo che si presenta sempre più mutevole complesso e competitivo, la formazione continua e l’orientamento acquisiscono nuovi significati e diventano di capitale importanza per mantenere il lavoratore aggiornato e portatore di competenze spendibili nel mercato del lavoro, consentendogli di divenire soggetto attivo a tutti gli effetti e  attore responsabile del proprio percorso professionale.

Il Consulente che opera nel settore dell’Orientamento si avvale del Bilancio di Competenze quale strumento elettivo per mettere a fuoco le conoscenze e le attitudini dell’individuo. L’obiettivo è quello di costruire un progetto professionale coerente con le caratteristiche della persona e spendibile nel contesto di riferimento, in un’ottica di autoconsapevolezza e valorizzazione del proprio potenziale.
Risulta di particolare utilità per coloro i quali si trovano ad affrontare situazioni di reinserimento lavorativo o ricollocazione professionale.

Il Bilancio di Competenze utilizza strumenti quali il colloquio e la somministrazione di schede di autovalutazione atte a favorire un processo di esplorazione e di autoriflessione sul proprio percorso formativo, lavorativo ed esperienziale, evidenziando nel contempo le aree di forza e di miglioramento dell’individuo utili a tracciare le piste di sviluppo percorribili.

Dall’analisi precisa dell’esperienza individuale maturata deriva una maggiore autoconsapevolezza, e dunque una maggiore capacità di orientare e definire un percorso professionale, in linea con le proprie predisposizioni e attitudini in un’ottica di progettualità.

La finalità del Bilancio di Competenze è di accompagnare l’individuo, attraverso l’analisi delle proprie competenze e l’individuazione delle proprie potenzialità e aspetti motivazionali, alla formulazione del proprio progetto professionale e contestuale verifica della sua spendibilità sul mercato del lavoro. L’efficacia del percorso è strettamente correlata ad una attiva collaborazione Cliente-Consulente e richiede una elevata motivazione individuale.  

STRUTTURAZIONE DEL  PERCORSO

1° fase: Analisi dei bisogni

In tale fase viene effettuata un’analisi e decodifica della domanda, definiti gli obiettivi e poste le premesse per la definizione del contratto di bilancio che viene sottoscritto da entrambe le parti (Consulente di Bilancio e Cliente).

2° fase: Investigazione

Rappresenta il nucleo centrale del percorso in cui avviene l’esplorazione e la ricostruzione del bagaglio esperienziale che sarà analizzato in funzione della fattibilità e spendibilità nel contesto individuale di riferimento.

3° fase: Restituzione e Accompagnamento

Il Bilancio si ritiene concluso con la restituzione del report al cliente in cui è evidenziata la sintesi dei contenuti emersi, sulla base dei quali viene messo a punto il piano di azione e si definiscono le modalità5 di attuazione del progetto professionale con successivo monitoraggio e verifica sulle azioni intraprese.

Secondo una definizione dell’UNESCO (1970) orientare significa:
«Porre l’individuo in grado di prendere coscienza di sé e di progredire nell’adeguamento dei suoi studi e della sua professione alle esigenze della vita, con il duplice scopo di contribuire al progresso della società e di raggiungere il pieno sviluppo della persona».

Brevi cenni storici

Il Bilancio di Competenze si afferma in Francia nel 1991 come diritto del lavoratore a perseguire il proprio sviluppo professionale e a migliorare la propria condizione lavorativa o a modificarla ed è regolato a livello normativo (1405/1991). In base a tale Legge il lavoratore che si avvale del Bilancio ha diritto ad un permesso retribuito fino ad un massimo di 24 ore e ha la facoltà di decidere come utilizzare i risultati emersi. L’esito del Bilancio infatti non può essere comunicato ad altri senza il suo consenso.

Inizialmente il Bilancio era indirizzato solamente a persone che avevano maturato una esperienza professionale, più recentemente è rivolto anche ai giovani inoccupati con una funzione orientativa e di supporto nell’inserimento lavorativo. 

In Italia il Bilancio comincia a diffondersi negli anni ’90 attraverso una sperimentazione condotta dalla regione Emilia Romagna presso il centro di orientamento Polaris, ma non risulta ad oggi regolato a livello normativo come avviene in Francia.

Bibliografia:

  • “Il Bilancio di Competenze” A. Selvatici, M.G. D’Angelo.
  • “Scegli la tua professione- Il Bilancio delle Competenze per la creazione dell’obiettivo professionale”. G. Antoni, N.Giaconi

 

(a cura della Dottoressa Arianna Grazzini)

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Vuoi conoscere ed acquistare i libri che parlano
di psicologia e psicoterapia?
Cercali su

logo psychostore

 

 

 

 

Tags: autoconsapevolezza bilancio orientamento competenze progetto professionale analisi sistematica caratteristiche personali formazione valorizzazione potenziale progettualità bisogni accompagnamento restituzione

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Imprinting

L'imprinting è una forma di apprendimento precoce secondo la quale i neonati, nel periodo immediatamente successivo alla nascita, vengono condizionati dal primo essere che vedono, lo assumono come...

Le parole della Psicologia

Archetipo

“La nostra psiche è costituita in armonia con la struttura dell'universo, e ciò che accade nel macrocosmo accade egualmente negli infinitesimi e più soggettivi recessi dell'anima.” Carl Gustave Jung Il...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

sig (1509381564901)

Antony, 50     Da 5 anni, più o meno nel periodo tra ottobre e gennaio, mia moglie, 48 anni, è come se cambiasse personalità. ...

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Io

"Nella sua veste di elemento di confine l'Io vorrebbe farsi mediatore fra il mondo e l'Es, rendendo l'Es docile nei confronti del mondo e facendo, con la propri...

Disturbo Esplosivo Intermitten…

Disturbo del comportamento caratterizzato da espressioni estreme di rabbia, spesso incontrollabili e sproporzionate rispetto alla situazione L’IED (Intermitten...

Abulia

Dal greco a-bule (non – volontà) indica uno stato soggettivo di mancanza o perdita della volontà. Si riferisce sia a un disturbo dell’attività intenzionale, pe...

News Letters