Pubblicità

L'abuso narcisistico

0
condivisioni

on . Postato in Psicopatologia | Letto 985 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

Conoscere e comprendere l'abuso narcisistico, una forma di violenza psicologica, attraverso le caratteristiche di personalità del manipolatore

di Mina Rienzo

abuso narcisisticoL'abuso narcisistico è una forma di violenza psicologica, probabilmente la forma più diffusa in Italia.

Esso si declina come abuso emotivo, fisico, sessuale o finanziario messo in atto da soggetti con un disturbo della personalità narcisista o sociopatia i quali hanno la tendenza, sia conscia che, in parte minore, inconscia, a usare parole e linguaggio in modi manipolativi per danneggiare, modificare, condizionare e controllare il comportamento di un altro essere umano.

Gli abusi narcisistici rientrano, dunque, nella descrizione di "controllo del pensiero" o "manipolazione emotiva".

Il motivo per cui questo tipo di violenza viene definita "narcisistica" è quindi perché viene attuata da narcisisti patologici o maligni (psicopatici) e presenta caratteristiche precise e tipiche che possono essere riconosciute dal loro comportamento, proprio come un albero si riconosce dai frutti.

Per sapere quali siano i tratti di personalità del Narcisismo e della Psicopatia, rimando ai numerosi manuali psichiatrici sull'argomento, ma posso qui sintetizzare che le caratteristiche principali, e che fanno di questi soggetti dei  predatori intraspecie (R. Hare) e dei violenti, sono la mancanza di empatia, l'anaffettività e il comportamento interpersonale di sfruttamento.

Essi costruiscono un falso sé per nascondere il sé vero. Questo falso sé è quello che presentano a chiunque: affascinante, intelligente, di successo, generoso e gentile.  In privato, e in particolare al partner , si mostrano egoisti, crudeli, abusanti, dimostrano un irrazionale senso di diritto, sono privi di sensibilità, inclini all’infedeltà e oltremodo bugiardi.

Pubblicità

In questa sede preferisco soffermarmi sulla specificità della violenza narcisistica al fine di togliere un po' di dubbi in una situazione, purtroppo, di caos comunicativo.

L'abuso narcisistico è manipolazione. La manipolazione psicologica avviene utilizzando tecniche specifiche, il cui scopo è quello di sottomettere e di controllare. Per la  spiegazione più dettagliata di tali tecniche rimando al mio libro “La violenza psicologica un abuso che non si vede”, qui affermo che manipolare un’altra persona di modo che questa arrivi a fare, dire e pensare cose che mai avrebbe creduto possibili, è una realtà ed è più frequente di quanto si immagini, che la manipolazione mentale porta gradualmente a perdere il controllo su se stessi, a modificare le proprie credenze, i propri valori, i comportamenti, le abitudini.

Le tecniche di manipolazione sono una delle principali cause del senso di confusione e di dissonanza cognitiva presenti nella persona abusata e conducono ad una forma grave di Disturbo post traumatico da stress complesso definito Sindrome da abuso narcisistico.(vedi articolo “Sindrome da abuso narcisistico”)

La caratteristica unica dell'abuso narcisistico è l'impossibilità di riconoscere chi lo attui come abusante, poiché Il primo periodo della relazione con un soggetto narcisista patologico o maligno è adescamento e addestramento, un periodo in cui viene simulato ciò che non è.

Il risultato è che il partner si innamora di una persona che in realtà non esiste, che è stata creata ad hoc per tendere una trappola.

Ci tengo molto a sottolineare questo con forza: accorgersi che si è entrati  in relazione con un narcisista non è possibile, perché egli mente con abilità, truffa, inganna. L'abuso è sottile, nascosto, graduale, chiunque può cadere vittima.

Non è nella natura di una persona sana mettere in dubbio  la parola altrui, sospettare, investigare, dubitare. Una persona sana si relaziona con gli altri con fiducia, altrimenti parliamo di paranoia.

In tutte le nostre relazioni non mettiamo in dubbio le parole e il comportamento dell'altro, che sia il panettiere, il medico, un collega, l'elettricista, il professore di nostro figlio...noi crediamo, noi non cerchiamo prove di ciò che ci dicono di essere.

Ne consegue che quando incontriamo un soggetto narcisistica patologico o antisociale non lo sappiamo, ci racconta la sua storia e noi ci crediamo, perché è così che si fa, è così che gli esseri umani, non psicotici, si relazionano tra di loro.

La violenza psicologica narcisistica è inganno. Le persone vittime di questo abuso non vanno colpevolizzate, ma nemmeno responsabilizzate perché non hanno avuto nessuna parte nel diabolico gioco.

Pubblicità

La responsabilità viene dopo, è la responsabilità di accettare obtorto collo ciò che è accaduto, che si è stati truffati e che, una volta compreso ciò, da chi ci fa violenza ci si allontana.

Esistono altre forme di violenza, non ultima quella fisica, le cui caratteristiche differiscono dall’abuso narcisistico, forme più evidenti, lampanti, agite da subito o comunque preannunciate da richieste non legittime (come obbligo di un certo tipo di abbigliamento, richiesta di non frequentare un familiare, di non uscire la sera…), queste forme sono esecrabili, ma riconoscibili all’esterno. Lo stesso assolutamente non si può dire della violenza narcisitica che è per definizione invisibile, nascosta al di fuori, ma anche, ahimè, all’interno delle relazioni stesse.

La psicologia italiana sta solo da poco scoprendo queste forme di abuso e l’ignoranza inconsapevole o meno di molti resiste alle evidenze scientifiche degli ultimi anni.

E’ importante che gli operatori del settore, psicologi, medici, avvocati, giudici si informino su cosa sia il narcisismo, sulla sua alta incidenza nella popolazione (almeno il 10%), su quali siano le sue caratteristiche comportamentali e le conseguenze sul prossimo, come vera e propria piaga sociale.

 

(a cura della Dott.ssa Mina Rienzo, Psicologa Psicoterapeuta)

 

 

 

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia adatta alle tue esigenze? O quella più vicina al tuo luogo di residenza? Cercala su logo.png




 

 

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Pistantrofobia (paura di fidar…

La pistantrofobia è caratterizzata da una paura irrazionale di costruire una relazione intima e personale con gli altri. Molti di noi hanno sperimentato delusi...

Attaccamento

“Ogni individuo costruisce modelli operativi del mondo e di se stesso in esso, con l’aiuto dei quali percepisce gli avvenimenti. Nel modello operativo del mondo...

Disturbi di Personalità

Con il termine Personalità si intende l'insieme dei comportamenti di un individuo, il suo modo di percepire se stesso, gli altri e la realtà, il modo di reagire...

News Letters

0
condivisioni