Pubblicità

Disturbo Istrionico di Personalità

0
condivisioni

on . Postato in Le parole della Psicologia | Letto 8286 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (2 Voti)

Disturbo di personalità caratterizzato da intensa emotività e costanti tentativi di ottenere attenzione, approvazione e sostegno altrui, attraverso comportamenti seduttivi e provocatori.

Disturbo Istrionico di PersonalitàIl disturbo Istrionico di Personalità è attualmente collocato nel DSM - V tra i Disturbi di Personalità di Cluster B, ossia, tra quei disturbi di personalità dal tratto "drammatico-imprevedibile."

Tale disturbo è presente nel 2-3 % della popolazione generale, compare entro la prima età adulta ed è maggiormente diffuso nelle donne rispetto alla popolazione maschile.

Le persone con disturbo istrionico di personalità hanno tratti personologici che si caratterizzano per:

Espressioni comportamentali esagerate e melodrammatiche (non a caso, infatti, nell’antica Roma, l’istrione, da cui deriva il nome del Disturbo, era un attore che recitava con enfasi per ottenere effetti scenici), finalizzate a ottenere attenzione e lode da parte di qualsiasi individuo.

• Ricerca continua di supporto e approvazione altrui. Tali individui si sentono a proprio agio solo se ammirati e al centro dell’attenzione; pertanto, dunque, sono eccessivamente preoccupati e ossessionati dell’aspetto esteriore, ricercano costantemente complimenti e temono le critiche altrui.

Il desiderio di ammirazione è così intenso che se non soddisfatto la persona prova un forte disagio emotivo e mette in atto scene drammatiche, pur di attirare l’attenzione.

• Nelle relazioni con gli altri appaiono spesso seducenti e provocatori. I sentimenti e le emozioni sono spesso superficiali e variano in maniera repentina.

In realtà chi soffre di questo disturbo ha difficoltà a stabilire un rapporto emotivo profondo con le persone con cui interagisce; le relazioni sono finalizzate e mai del tutto autentiche, di conseguenza, spesso, vengono accusati di essere abili simulatori di emozioni e sentimenti.

Pubblicità

Nelle relazioni possono, pur non essendone consapevoli, recitare una parte o cercare di controllare l’altro attraverso la manipolazione affettiva e la seduttività.
Chi soffre di questo disturbo, spesso, presenta una forte dipendenza affettiva ed è molto sensibile al rifiuto e alle separazioni.

• Le personalità Istrioniche sono anche paticolarmente suggestionabili: sentimenti, idee e convinzioni possono essere facilmente influenzate da stati d’animo altrui, impressioni momentanee o da semplici circostanze.

Secondo l’ipotesi psicosociale,durante l'infanzia, l'individuo che ha sviluppato questo disturbo non ha ricevuto adeguate cure e attenzioni dalle figure genitoriali.

Alcune di questi individui, invece, pur avendo ricevuto adeguate cure e attenzioni da parte delle figure significative, sono stati apprezzati esclusivamente per il loro aspetto esteriore.

Altri, invece, avendo ricevuto cure e attenzioni solo quando ammalati, hanno imparato a richiedere accudimento e attenzione solo attraverso lamentele continue.

I Trattamenti terapeutici finalizzati alla cura del disturbo, particolarmente privileggiati e utilizzati, sono: psicoterapia individuale, farmacoterapia e terapie cognitive comportamentali.

La psicoterapia psicodinamica focalizza l’attenzione sulle dinamiche del disturbo e sulla comprensione delle diverse strategie nevrotiche (es. seduzione, pensiero illogico) utilizzate dal  paziente istrionico  per la soddisfazione dei propri bisogni.

Nel caso in cui il paziente presenti anche una sintomatologia fisica di origine psicologica è possibile utilizzare una la terapia farmacologica affiancata a quella  psicodinamica individuale.

Particolarmente efficaci risultano gli interventi terapeutici cognitivo- comportamentali a medio-lungo termine.

Tali trattamenti si focalizzano sul riconoscimento e sulla valutazione delle credenze disfunzionali su di sé, sugli altri e sul mondo, generate da distorsioni della realtà .

Nel trattamento del disturbo istrionico di personalità, il paziente viene aiutato innanzitutto ad individuare le proprie emozioni, i propri pensieri e gli eventi a cui questi sono correlati.

Per approfondimenti

  • https://www.psicologi-italiani.it
  • https://www.ipsico.it
  • www.psichepedia.it

(A cura della dottoressa Addorisio De Feo Ilaria)

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

Tags: preoccupazione relazioni supporto disturbo istrionico di personalità espressioni comportamentali aspetto esteriore seduttività bisogni primari

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Tradimento e incertezze [16030…

Martinedda, 39 anni Gent.ma Dott.ssa,soffro di ansia e attacchi di panico da quasi 20 anni ed ho avuto in passato un percorso di psicoterapia che mi ha aiu...

fobia per le autostrade [16030…

roberto, 45 anni vorrei conoscere la terapia più adatta per una fobia specifica delle autostrade cronica. ...

Ansia da competizione [1601631…

elisa37, 37 anni Gentili dottori Il mio problema e' un po' imbarazzante, ma un problema che ha sempre fortemente limitato la mia vita e ancora non sono ri...

Area Professionale

Ansia infantile e disturbo da …

Un recente studio ha evidenziato come bambini e adolescenti con livelli più elevati di ansia possono essere maggiormente a rischio di sviluppare problemi di alc...

La Tecnica degli Assi Emoziona…

Perché non esistono Emozioni buone ed Emozioni cattive? di Tiziana Persichetti Auteri “Tutti sanno cosa è un emozione fino a che non si chiede di definirla ...

Conoscere i farmaci: le benzod…

Le benzodiazepine rappresentano una classe di farmaci psicoattivi utilizzati per trattare alcune condizioni come ansia e insonnia. Le benzodiazepine sono uno d...

Le parole della Psicologia

Facies

Il termine latino Facies si riferisce all’espressività ed alla mimica facciali, nonché alla mobilità dei muscoli pellicciai. In semeiotica medica, il termine s...

Anosognosia

Il termine, che deriva dal greco, significa letteralmente “mancanza di conoscenza sulla malattia”. Per la precisione, “nosos” significa malattia, “gnosis” sta p...

Mobbing

Il termine mobbing deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, malmenare. Questo termine fu utilizzato per la prima volta in etologia da Konra...

News Letters

0
condivisioni