Pubblicità

Amicizia (1457936606247)

0
condivisioni

on . Postato in Altro | Letto 1147 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoLuana, 26

D

 

 

Buon giorno, la contatto perché ho bisogno di una mano su una situazione successa tra me e la mia migliore amica, so che è' un servizio gratuito e quindi non pretendo molto, però sono sicura che mi darà un consiglio.

Il tutto è' cominciato lo scorso anno, io e lei avevamo un grande rapporto come anche i nostri fidanzati, siamo stati sempre presenti nella loro vita, già da quando andavamo a scuola, abbiamo vissuto tutti i loro problemi e sono stati anche testimoni di nozze, e gli ho anche trovato un lavoro.

Lo scorso anno è' caduta in una forte depressione ed avendo già miei problemi non sono riuscita a stargli vicino nel modo dovuto; lì ha conosciuto un'altra persona dove è' nato un rapporto stretto, a settembre abbiamo tentato una riconciliazione puntando sul fatto che abbiamo vissuto una vita insieme, e da lì tutto ok, però ora la situazione è' cambiata; lei si è' legata ancora di più a quella persona perché essendo molto più piccola di me e non avendo pressioni familiari riesce a dedicargli molto più tempo.
 
In quella persona ha ritrovato l'infanzia e l'adolescenza, io ora mi trovo in una situazione molto strana che realmente mi sta rovinando la vita, perché ci sono giorni che è' affettuosa e giorni ch invece se ne frega. Non so che fare... da un lato vorrei fregarmene ma dall'altro no perché gli voglio bene... Sto pensando anche di lasciare passare le cose accettando questa situazione, magari gli verrà in mente l'importanza della nostra amicizia.
 

consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 
 
R
 
 
 
Cara Luana,
l'amicizia è un dono prezioso e da ciò che hai scritto ho immaginato che per te sia molto importante continuare a vivere un rapporto di complicità, di intimità e  di condividere ancora altri momenti insieme con la tua amica. 
 
Qualcosa è cambiato... La depressione è una malattia dove il tempo, la motivazione, le aspettative, la voglia di vivere mutano e con essi le azioni, i pensieri della persona. 
Sono certa che tu avresti voluto fare di più per lei: starle accanto, aiutarla, sostenerla e immagino che anche la tua amica lo abbia compreso ( tentato una riconciliazione e da lì tutto ok), riavvicinandosi. 
 
Ora ti starai chiedendo come mai non state sempre insieme? 
Vorrei portare la tua attenzione su due eventi nuovi che sono accaduti e che immagino ti abbiano turbata ( una situazione strana che ti sta rovinando la vita).
Durante il periodo della depressione, la tua amica ha conosciuto un'altra persona più piccola, che l'ha riporta indietro nel tempo, riscoprendo due tappe evolutive fondamentali come l'infanzia in cui protagonista è l'esplorazione, la curiosità ed il gioco e l'adolescenza in cui vi è una nuova ricerca della propria identità.
 
L' esperienza e le nuove emozioni possono esserle di grande aiuto per mettere ordine nella sua vita, fra i suoi dolori e delusioni scoprendo che c'è ancora e c'è sempre stato un posto per lei in questo mondo. Riesci a gioire per lei? A volte quando entra nel rapporto un'altra nuova amica  può accadere che si vivano sentimenti di gelosia, frustrazione e sensazione di ingratitudine o di colpa o paura di perdere l'affetto. 
 
Mentre rileggevo le tue parole io ho contattato un senso di colpa e rabbia ( non sono riuscita a starle vicino come avrei dovuto), ma anche il desiderio di farle comprendere che tu ci sei e che per te ha un grande valore la vostra amicizia.  Tu quali sentimenti hai provato?
 
Inoltre la tua percezione che sia cambiato qualcosa è vera. Non è l'affetto o quanto lei crede ancora nella vostra amicizia, ma il tempo da condividere con due amiche! (perché ci sono giorni che è' affettuosa e giorni che invece se ne frega). 
 
Il secondo evento che ti riporto è proprio l'empasse che stai vivendo  ( Non so che fare... da un lato vorrei fregarmene ma dall'altro no perché gli voglio bene... ) riflettendo sulle emozioni e sentimenti che vivi rispetto ai  comportamenti diversi che la tua amica ha scelto di fare e che probabilmente non ti aspettavi dopo la riconciliazione. 
Come risolvere questo momento difficile e quale soluzione adottare? 
 
Tu hai pensato che una soluzione potrebbe essere "..lasciare passare le cose accettando questa situazione...". Ti sottolineo la parola ACCETTAZIONE.  Cosa Accettare? 
Madre Teresa di Calcutta sostiene che c'è un tempo per ogni cosa. Per te è il tempo di accettare proprio, come hai evidenziato tu nelle prime righe, che la vostra amicizia è nata molto prima quando eravate adolescenti condividendo momenti che una nuova amica non potrà mai cancellare o condividere.
 
Ora  per te è tempo di varcare la porta di  un'altra  tappa evolutiva che è l'adultità (Erikson) dove l'individuo ha nuove responsabilità, attività, desideri, amicizie, nuovi progetti di vita. Per far tutto questo è necessario organizzare il proprio tempo, a volte si è costretti a rinunciare a qualcosa che non necessariamente significa perdere un amicizia o chiudere un rapporto.  tu a che cosa sei disposta a rinunciare?
 
Accettando che tutte e due avete un tempo da vivere, che l' amicizia pone le sue radici non rispetto alla quantità ma alla qualità del tempo che si trascorre, ti rivolgo questa domanda: " come trovare uno spazio tutto vostro da trascorrere insieme condividendo questo presente?"
 
Spero di aver risposto alla tua richiesta di aiuto.
 
 
Pubblicato in data 06\04\2016
 

Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 
 
 
 

Tags: depressione consiglio rapporto problemi amicizia adolescenza accettazione vissuto

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come imparare ad andare [1599…

mar, 29 anni Ho avuto una relazione di 5 anni finita per motivi banali, incomprensioni, caratteri opposti e contrastanti. La storia é finita quasi tre anni...

MARITO DEPRESSO DA 3 MESI [159…

blu, 43 anni Buongiorno, non riesco a capire come poter aiutare mio marito che oramai sono 3 mesi che è depresso soprattutto la mattina appena sveglio e l...

Consulenza [1599577765688]

Bice84, 36 anni Salve, volevo chiederle un'informazione riguardo alcuni comportamenti di mio marito. ...

Area Professionale

Disfunzioni sessuali dopo la s…

L'11 giugno 2019 l'European Medicines Agency (EMA) ha formalmente dichiarato di riconoscere la disfunzione sessuale post-SSRI (Post-SSRI Sexual Dysfunction, PSS...

Considerazioni teoriche sulla …

In letteratura sono presenti diverse teorie sulle cause sottostanti l'abuso e la violenza domestica. Queste includono teorie psicologiche che considerano i trat...

La relazione gene-ambiente nel…

Fra gli scienziati è in corso un importante dibattito sui nuovi modelli che esaminano il ruolo combinato dei geni e dell'ambiente nell'evoluzione della schizofr...

Le parole della Psicologia

Ansia

L’ansia è una sensazione soggettiva caratterizzata da un senso spiacevole di apprensione e preoccupazione spesso accompagnata da sintomi fisici di tipo autonomi...

Disturbo Istrionico di Persona…

Disturbo di personalità caratterizzato da intensa emotività e costanti tentativi di ottenere attenzione, approvazione e sostegno altrui, attraverso comportament...

Istinto

Il termine istinto, come indica l'etimologia stessa (il termine latino “instinctus”, deriva da instinguere, incitare), è usato nel linguaggio ordinario per indi...

News Letters

0
condivisioni