Pubblicità

Problemi con me stessa (165803)

0
condivisioni

on . Postato in Altro | Letto 796 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoIlaria, 20

 

D


Salve sono una ragazza di 20 anni ed il mio problema principale è che non sto bene con me stessa a causa di vari fattori. Non ho mai parlato a nessuno dei miei problemi essendo molto chiusa ed essendo sempre abituata a risolverli da sola, ma adesso la cosa sta diventando più complicata.

L'unica persona in tutta la vita con cui sono riuscita a confidarmi di più è il mio ragazzo, ma neanche lui sa molte cose. Dei miei genitori non ne parliamo proprio: mia madre cattolica bigotta, ha una visione tutta sua delle cose e non è una persona con cui parlare liberamente anche perché abbiamo sempre avuto un rapporto conflittuale; mio padre peggio che peggio, da qualche anno a questa parte il nostro rapporto sta proprio sprofondando (sempre se ne abbiamo avuto uno) ed ogni volta che parliamo di qualunque argomento va a finire che mi urla contro e questo mi provoca dei veri e propri esaurimenti nervosi. Quando ero alle medie ero presa di mira dai miei compagni di classe ed ero un emarginata...tutto questo mi ha provocato un vero e proprio calo dell'autostima tant'è che io molte volte ripensando a tutte queste cose mi vergogno anche di andare in giro, semplicemente perché mi vergogno di me stessa. Questo si riversa anche sull'università perché non riesco neanche a studiare e non so come far passare questo blocco. Vorrei andare da uno specialista ma non potendo lavorare, per altri motivi, non posso pagarlo. Che posso fare?

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

R


Gentile Ilaria,
la sua situazione è proprio difficile Lei appare molto sola e priva di strumenti per intessere rapporti interpersonali significativi.
E questa situazione si trascina da molti anni, le cause devono essere remote e radicate nel profondo. Anche lei vede una soluzione in un supporto psicoterapeutico, ma....le ricordo, come mi aveva insegnato il mio Maestro, la decisione di entrare in terapia non dipende MAI da motivi di tempo o di soldi, chiaramente la sua è una situazione economica non brillante, ma a volte intraprendendo un programma rigoroso di risparmio, analizzando dettagliatamente come si spendono i pochi denari che si hanno a disposizione e scegliendo quali consumi sono "rinunciabili temporaneamente", si arriva a pagare la terapia.
Quel che può fare da subito è consultare un esperto professionista ( scegliendo fra gli psicoterapeuti iscritti all'ordine degli psicologi della sua regione, quanti offrono il primo colloquio gratuito). Così facendo avrà modo di avere chiarimenti sulle sue difficoltà (senza spendere) e di individuare il professionista con il quale si sente più "in sintonia"
Augurandole ogni bene, la saluto.
S. Bertini

 

(a cura della Dottoressa Susanna Bertini)

Pubblicato in data 28/10/2015

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

 

Tags: autostima problemi genitori rapporto conflittuale emarginata blocco terapia

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Angoscia [1593361574931]

alex, 41 anni   Salve, ho bisogno tanto di un supporto psicologico, un mental coach sarebbe l'ideale. Vivo con mia madre da sempre, non ho amici, so...

senso di colpa e dipendenza […

Marco, 30 anni Proverò a essere breve. Mi sono sempre sentito in generale infelice, anche quando le cose mi vanno bene, ho sempre avuto difficoltà nelle r...

Non ce la faccio più [15922277…

Ciao03, 16 anni Voglio finirla qua, non riesco più ad andare avanti. Ho 16 anni e sono sempre stata una persona estroversa e vivace piena di amici. Nonos...

Area Professionale

Usi Facebook come professionis…

Facebook è uno strumento molto potente per il professionista ma, contemporaneamente, ha al suo interno molti pericoli che devono essere assolutamente evitati...

Allarme Coronavirus ed operato…

La pandemia per COVID-19 ha causato reazioni diverse, si è potuto osservare tentativi di minimizzare gli effetti di questa problematica e contemporaneamente com...

Il Test del Villaggio nel post…

Il periodo di pandemia collegata al Covid-19 tende progressivamente a ridursi e diventa utile analizzare le reazioni dei pazienti alla somministrazione del Test...

Le parole della Psicologia

Gestalt

Con il termine Gestalt si va a designare un importante indirizzo della psicologia moderna, secondo il quale l’esperienza percettiva e per estensione, la vita ps...

Solipsismo

Il solipsismo (dal latino "solus", solo ed "ipse", stesso, quindi "solo se stesso") è un attaccamento patologico al proprio corpo di tipo autistico o narcisisti...

Introiezione

Introiezione è un termine di origine psicoanalitica, con il quale si intende quel processo inconscio, per cui l’Io incamera e fa proprie le rappresentazioni men...

News Letters

0
condivisioni