Pubblicità

Paura dell'impegno o ansia da relazione (1453220915174)

0
condivisioni

on . Postato in Ansia, Stress, Panico | Letto 2886 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoRosy, 27

 

D


Ho bisogno d'aiuto, non ce la faccio più a sopportare questa situazione, non riesco a capire perchè tutte le volte che inizio a sentirmi con una persona inizialmente va bene ma quando le cose potrebbero diventare veramente serie inizio ad avere forti attacchi d'ansia e di panico.

Mi assalgono una paura e un'ansia che crescono man mano che la relazione va avanti e che l’aspettativa di un impegno si fa sempre più grande.
Provo un conflitto interiore tra il desiderio di una relazione seria e quello di mantenere la mia individualità e libertà.

Puntualmente tendo a mollare e rovinare tutto, soprattutto se vengo pressata dagli altri, affinché prenda questo impegno; il panico mi porta a terminare la relazione. Ho bisogno di parlarne con qualcuno che non mi giudichi ma che mi aiuti a capire cosa devo fare, come posso sconfiggere questi sentimenti.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

R

 


Cara Rosy, da quanto scrive sembrerebbe che i pericoli da cui cerca di difendersi (l’ansia e il panico costituiscono forti campanelli d’allarme!) siano la perdita della sua individualità e libertà.
Inoltre il suo riferimento alla pressione di altre persone affinché “prenda l’impegno” e il suo dichiarato bisogno di parlare con qualcuno che non la giudichi, sembrerebbe denotare un conteso relazionale che è fonte di ulteriore rischio per la libertà di decidere serenamente.

Rispetto a alla sua percezione di pericolosità di una relazione seria, reagisce con un comportamento che in psicologia viene definito di “evitamento”, teso cioè a non esporsi a una situazione ritenuta pericolosa. La conseguenza dell’evitamento è, purtroppo, il rafforzamento della convinzione di pericolosità (ancorché ingiustificata), e quindi la reiterazione dell’evitamento.

Probabilmente occorrerà indagare sul perché lei, a priori, concepisce una relazione “impegnativa” come non rispettosa della sua individualità e libertà.  Dovrà anche essere acquisita la  consapevolezza che si ha sempre la possibilità di interrompere una relazione che non ci stia bene, anche se è diventata “impegnativa”.

Tuttavia, data la presenza di una severa sintomatologia ansiosa e il verificarsi di attacchi di panico, è quanto mai opportuno un consulto psicoterapeutico (spesso il primo colloquio è gratuito).

La saluto cordialmente.

 

(a cura del Dottor Giovanni Madeddu)

 

Pubblicato in data 25/01/2016

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: ansia paura attacchi di panico bisogno aiuto impegno evitamento ansia da relazione individualità libertà pericolosità sintomatologia consulto psicoterapeutico

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

senso di colpa e dipendenza […

Marco, 30 anni Proverò a essere breve. Mi sono sempre sentito in generale infelice, anche quando le cose mi vanno bene, ho sempre avuto difficoltà nelle r...

Non ce la faccio più [15922277…

Ciao03, 16 anni Voglio finirla qua, non riesco più ad andare avanti. Ho 16 anni e sono sempre stata una persona estroversa e vivace piena di amici. Nonos...

Vorrei avere maggiori informaz…

eleonora, 33 anni  Buongiorno. Sono Eleonora, la ragazza di 33 anni che vi ha scritto (la mia domanda è intitolata “La mia vita con gli attacchi di p...

Area Professionale

Usi Facebook come professionis…

Facebook è uno strumento molto potente per il professionista ma, contemporaneamente, ha al suo interno molti pericoli che devono essere assolutamente evitati...

Allarme Coronavirus ed operato…

La pandemia per COVID-19 ha causato reazioni diverse, si è potuto osservare tentativi di minimizzare gli effetti di questa problematica e contemporaneamente com...

Il Test del Villaggio nel post…

Il periodo di pandemia collegata al Covid-19 tende progressivamente a ridursi e diventa utile analizzare le reazioni dei pazienti alla somministrazione del Test...

Le parole della Psicologia

Elettroshock

Di solito, la TEC, eseguita in anestesia, è una tecnica scevra da collateralità e con bassa incidenza di mortalità. ...

Disforia

Il termine viene utilizzato in psichiatria per indicare un'alterazione dell'umore in senso depressivo, caratterizzato da sentimenti spiacevoli, quali tristezza...

Manierismo

Questo termine sta ad indicare un uso dei mezzi espressivi eccessivo e sovraccarico, cioè una mimica, un comportamento ed un linguaggio privi di naturalezza o s...

News Letters

0
condivisioni