Pubblicità

Non ce la faccio piu vorrei scomparire da questa vita (1499852831847)

0
condivisioni

on . Postato in Depressione | Letto 1428 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

 

le risposte dellesperto

Tiziana, 20

domanda

 

 

Ho 20 anni e mi sento in una grave depressione dovuta alla mia famiglia e al mio ragazzo che sta con me da ormai 3 anni. Vorrei sfogarmi con qualcuno perche non riesco più a vivere.

Ho un'eta giusta per poter vivere da sola e lavorare lontano dalla mia famiglia. Loro sono ossessivi, non mi lasciano vivere, devono controllare ogni cosa, mi minacciano che mi uccideranno se non gli ascolto.

Ho bisogno di aiuto. Mi hanno messo in un tunnel della depressione ormai da anni e non ne sto uscendo più.

Questi genitori, se così si possono chiamare, mi devono lasciare in pace. Mi dicono sempre o stai con noi ma da sola non starai mai.

Mi perseguitano, sono pure stalker, di nascosto me li trovo dietro e nel paesino dove sto.

Cosa devo fare denunciare???? Io non so più cosa è la vita, mi stanno opprimendo il senso della felicità.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

risposta

 

 

Gentile Tiziana,

da quel che scrive la sua situazione è difficile. Immagino che ci siano dei motivi se i suoi genitori sono così apprensivi, magari ragioni lontane nel tempo delle quali forse lei non è informata,

E il suo fidanzato non le è d'aiuto? Credo che dovrebbe trovare il modo di rendersi autonoma finanziariamente, cosa per nulla facile. Forse potrebbe mettersi a studiare, in modo da dotarsi di strumenti che in un futuro potrebbero esserle utili per trovare un lavoro.

Potrebbe cercare di parlare vis à vis con uno psicoterapeuta da scegliere nell'albo deli psicologi della sua regione, magari privilegiando chi offre il primo colloquio gratuito.

Probabilmente i suoi genitori ritengono di agire per il suo bene, ma l'idea di bene loro non collima con l'idea sua. Per uscire dalla situazione occorre che anche lei contribuisca, magari mediando su alcuni aspetti ,,,, e forse chiedendo l'appoggio del suo fidanzato.

Augurandole ogni bene la saluto.

A cura della Dottoressa Susanna Bertini

 

Pubblicato in data 17/07/2017

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: depressione consulenza online gratuita genitori bisogno di aiuto;

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto compagno [1596550507819]

Manugia68, 51 anni  Buongiorno, grazie per l'attenzione. Vorrei chiedervi gentilmente che cosa in termini di comportamento dovrei provare a fare per ...

Single a 44 anni [159637738178…

Giuseppe, 44anni Gent.mi dottori buongiorno, vi scrivo per chiedervi un'opinione sulla mia storia di vita. Prometto che non sarò prolisso. ...

stato apatico [1596135127415]

Cerbero80, 40 anni Premetto che vi scrivo non perché io non sia soddisfatto del lavoro che ho fatto fino ad oggi con la mia terapista, ma prevalentemente p...

Area Professionale

Come lavorare con chi ha avuto…

Capita a psicologi e psicoterapeuti di lavorare con clienti che provengono da precedenti relazioni terapeutiche e in questo breve articolo cerchiamo di foc...

La resilienza e i concreti ind…

Gregory E. Miller e i suoi collaboratori in un nuovo studio di neuroimaging pubblicato sulla rivista PNAS hanno ipotizzato che la connettività della rete esecut...

Nelle sedute di psicoterapia l…

Una ricerca, pubblicata su “The American Journal of Psychotherapy”, sostiene l'ipotesi che l'umorismo all'interno delle sedute di psicoterapia possa contribuire...

Le parole della Psicologia

L'attenzione

L'attenzione è un processo cognitivo che permette di selezionare stimoli ambientali, ignorandone altri. È quel meccanismo in grado di selezionare le informazio...

Coping

In che modo tendiamo a superare gli ostacoli e lo stress che la vita ci sottopone? Attuando strategie di coping!! Dall’inglese to cope (affrontare) il te...

Cherofobia

Il termine cherofobia deriva dal greco chairo “rallegrarsi” e phobia “paura”. La cherofobia o "edonofobia",  può essere definita come l’avversione patologi...

News Letters

0
condivisioni