Pubblicità

prof (1460113955203)

0
condivisioni

on . Postato in Depressione | Letto 469 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

le risposte dellespertoNunzia, 49

 

D
 

Vi scrivo per sapere se il vs servizio possa aiutare anche al contrario, mi spiego. Mia mamma ha 76 anni con il marito (leucemia), il nipote figlio del primo figlio (sclerosi multipla, io, seconda figlia con (sclerosi mulptipla).

Come carattere era una donna spiritosa, attuale, generosa. Oggi io vedo una donna naturalmente anestetizzata, gonfia, piena di acredine, nera..vi scrivo dopo che è venuta a trovarmi e per la seconda volta non mi ha chiesto nulla del nipotino adorato, mio figlio di 12 anni.

Io ho la fortunata presenza di mio marito e tutto è più leggero, un carattere positivo e possibilista. Mamma invece ha dovuto sempre contare tutto sulle sue spalle. Non vi chiamerà mai.

Non lo ammetterà mai ma se trova modo di parlare si sfoga e diventa un fiume in piena violento e disequilibrato e io non posso permettermi di fare da orecchio in quanto non ho le forze di esserle d ausilio purtroppo. Lei non si muoverà, non andrà.

Se una persona forte, psicologa capace di aprire un varco e indirizzarla solo dopo. Penso che sia un aiuto fortissimo. Ora è contro tutti specialmente noi. Mi addolora questo ma....non posso fare di più.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

R



Gentile Nunzia,

le vicissitudini familiari hanno contribuito al cambiamento dei comportamenti e del modo di essere di sua madre.

Cercate di parlarle e di dirle che ha bisogno di elaborare le sue situazioni negative da uno psicologo, magari lei potrebbe convincersi che effettivamente ha bisogno di essere aiutata in qualche modo, visto che voi non avete le forze necessarie per poterla ascoltare e aiutare.

Cercate di farle capire che lei non può continuare a stare in questa situazione. Se non volete parlarci voi, fate provare ai nipoti a parlarle o al suo medico di base. Noi purtroppo non possiamo contattare i pazienti e convincerli a venire in terapia.

Sono i pazienti che devono capire di aver bisogno di andare da uno psicologo e quindi chiederci aiuto. Un saluto.


Dott.ssa Ilaria Palumbo Potenza
Psicologa

 

(A cura della Dottoressa Ilaria Palumbo Potenza)

 

Pubblicato in data 04/05/2016

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

 

 

 

Tags: depressione cambiamento disagio, aiuto supporto psicologico consapevolezza malattie organiche madre anestetizzata sfogarsi

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La parola afefobia, data dall’unione di due...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Disturbi di Personalità

Con il termine Personalità si intende l'insieme dei comportamenti di un individuo, il suo modo di percepire se stesso, gli altri e la realtà, il modo di reagire...

Dipendenza sessuale

“Brandon ha paura di questa intimità, fa sesso casuale o con prostitute, ma se deve davvero fare l’amore per lui è impossibile, perché lasciar entrare qualcuno ...

Stress

Il termine stress, tradotto dall’inglese, significa "pressione" (o “sollecitazione"), ed è stato introdotto per la prima volta da Hans Seyle nel 1936 per indica...

News Letters

0
condivisioni