Pubblicità

Desiderio di farla finita (1451664452445)

0
condivisioni

on . Postato in Minori | Letto 1079 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

le risposte dellespertoEstenuata, 42

 

D




Buonasera,
sono madre di un bimbo che adoro di 4 anni e che da qualche mese ha sviluppato una certa resistenza alle regole; in altri termini, mi sfida.

Il padre c'è poco e niente a casa e quando c'è si dedica alle sue cose e mi aiuta solo quando glielo chiedo esplicitamente.
Sono sotto cortisonici dal 2006 per un LES e per circa due anni dopo la gravidanza ho assunto il Sycrest per moderare le mie crisi. Sono solo sotto terapia per il LES da due anni, niente terapia psicologica nè farmacologica nè come supporto.

Ultimamente, come mi era capitato 9 anni fa (ed avevo concluso con 17 pastiglie di tavor, purtroppo non sufficienti) mi capita di desiderare di farla finita. In particolare quando mio figlio fa i capricci ed io mi rendo conto di non avere la forza di oppormi, impormi, o spiegarmi.
Quando litigo con lui, l'unica cosa che mi viene in mente è: voglio spegnermi. Sono inadatta, non voglio più essere una madre. Sto fallendo e da dove dovrei ricevere supporto vedo solo disinteresse e disapprovazione.

Daniele ha bisogno di me, dipende da me, eppure non mi ascolta. So che è sbagliato caricare le mie responsabilità sugli altri ma non ce la faccio. Ho paura di diventare un'alcolista se non dovessi riuscire a farla finita. Sclero col bambino per ogni cavolata, non sono adatta. Non ne posso più.

Ora ho bevuto, altrimenti, probabilmente, non avrei avuto il coraggio di scrivere. Cosa posso fare?
Sento che sto precipitando e che, se non riesco ad uscirne, a breve non ripeterò l'errore di prenderne solo 17.

 


consulenza psicologica

Vuoi richiedere una consulenza gratuita online ai nostri Esperti?
Clicca qui e segui le istruzioni. Ti risponderemo al piu' presto!

 

Pubblicità

 

 


 

R

 


Comprendo sia difficile gestire una simile situazione e proprio per questo il primo passo da fare sarebbe chiedere sostegno ad un professionista che possa seguirla da vicino.

Non ci sono molti dati per dare possibili spiegazioni del comportamento del suo bambino, ma bisogna tener conto della sua età e del fatto che man mano acquisterà sempre più autonomia. Questa situazione non ha fatto altro che riacutizzare una problematica passata, del tutto indipendente dal fatto di essere o meno una buona madre, per cui già prendendo atto delle sue difficoltà sta dimostrando di voler superare anche questo periodo.
In bocca al lupo.

 

(a cura della Dottoressa Antonella Bersano)

 

Pubblicato in data 12/01/2016

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: crisi desiderio farla finita resistenza regole cortisonici LES, terapia psicologica supporto disinteresse disapprovazione

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ragazzo insicuro e con ansia d…

Annie, 27 anni       Buonasera! In psicologia, i cinque fattori che elencherò possono essere correlati l'uno all'altro oppure no?* Ansia d...

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Sto bene da solo  [16102359254…

 Zeno, 30 anni     Buonanotte, sono sempre stato ansioso e poco socievole ma ultimamente sento che questo problema si è esarcerbato,spesso ...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Riserva cognitiva

Alla fine degli anni Ottanta viene riconosciuta e definita la capacità individuale di resistere al deterioramento cognitivo fisiologico o patologico. Possono e...

Dacrifilia

È una pratica sessuale, fa parte delle parafilie, e consiste nel provare piacere sessuale nel vedere un soggetto piangere.  L'attrazione sessuale scatur...

Fobia

La fobia è una eccessiva e marcata paura di oggetti o situazioni, che comporta una elevata attivazione psicofisiologica (arousal) con conseguente aumento del &n...

News Letters

0
condivisioni